Bellomo, dopo lo "scandalo minigonne" il giudice destituito fa ancora lezione

Francesco Bellomo fuori dalla fiera di Roma durante le prove del concorso per diventare magistrati. Alcuni studenti lo insultano. Lui si difende: "Quel contratto era regolare"

Torna agli onori della cronaca Francesco Bellomo, ex giudice del Consiglio di Stato, finito nella bufera lo scorso anno e poi destituito per "aver leso il prestigio della magistratura". Forse ricorderete il caso della scuola per la preparazione ai concorsi, l'ormai famosa "Diritto e Scienza", accusata - tra le altre cose - di richiedere una sorta di "dress code" a chi otteneva borse di studio. "È stato poi dichiarato - si leggeva nel documento finale dopo le indagini il Consiglio di Presidenza della giustizia amministrativa - che, allegato a tale contratto, vi fosse un documento contenente il cosiddetto dress code, che prevede diversi tipi di abbigliamento dei borsisti a seconda delle occasioni. Per l'abbigliamento femminile si fa anche menzione alla diversa lunghezza della gonna, del tipo di calze e del tipo di trucco".

Bene. Due giorni fa, era il 4 giugno intorno alle 19, alla Fiera di Roma, gli aspiranti magistrati che hanno tenuto la prova scritta del concorso per diventare toghe si sono trovati di fronte ad una scena che è stata catturata dalle telecamere del Corriere. Bellomo è al centro di un semicerchio di studenti che lo ascoltano. Chi passa di lì rivolge allora insulti sia in direzione del docente che di chi si è fermato ad ascoltare le indicazioni per la prova concorsuale. "Vergognati - si sente dire - anche voi che lo state ad ascoltare, dovete vergognarvi". Qualcuno urla insulti: "Sei un cogl...". Altri ritengono "strano" che "venga qui a fare questa sorta di proselitismo". Una delle ragazze intervistate dice di aver fatto "il corso con Bellomo", però "preferisco non rispondere". Fa ancora firmare il contratto? "No no - risponde lei - Non esiste più questa cosa".

Il diretto interessato, però, si difende. E sempre al Corriere spiega di non aver "fatto nulla di cui debba scusarmi". "Il contratto per la borsa di studio era regolare. C'è un ricorso al Tar in cui io contesto la sanzione disciplinare, però nell'attesa la sanzione c'". Per questo il contratto "è sospeso da un anno e mezzo". "Mi hanno sanzionato per i contratti di borsa di studio, quindi sarei stupido se non tenessi conto di quello che è stato deciso, ancorché io pensi si sia trattato di un errore piuttosto serio"."Non mi posso pentire di cose che non sono scorrette - continua - A posteriori, visto che è successo di tutto per nulla, uno evitava il nulla". Sulla sua presenza fuori dalla fiera aggiunge: "Io illustro lo schema di svolgimento delle tracce concorsuali ai miei allievi e a chiunque voglia sentirle".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Gio, 06/06/2019 - 11:37

ma il cervello ai futuri magistrati funziona?

Giorgio5819

Gio, 06/06/2019 - 11:40

Poi pretendono credibilità.....

Ritratto di Flex

Flex

Gio, 06/06/2019 - 11:46

Anche questo è la "Magistratura".

evuggio

Gio, 06/06/2019 - 12:05

settimiosevero nella tua domanda c'è una parola inutile: "futuri"

ginobernard

Gio, 06/06/2019 - 12:08

è il potere che qualche volta da alla testa ... soprattutto in campo sessuale. Ma anche finanziario ...

baronemanfredri...

Gio, 06/06/2019 - 12:23

INVECE DI INSULTARLO POTEVANO APPROFITTARE PER AVERE SUGGERIMENTI PER VINCERE IL CONCORSO, MI AUGURO CHE NON CI SONO RACCOMANDATI, E POI SI POTEVANO ANCHE VANTARE DI AVER VINTO IL CONCORSO SENZA AIUTINO. POCO INTELLIGENTI APPROFITTATE DELLA SITUAZIONE E POI DITE QUELLO CHE VOLETE.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 06/06/2019 - 13:35

questa marmaglia bisogna cacciarla dall'italia oltre che dalla magistratura!

dredd

Gio, 06/06/2019 - 14:45

Ma vattene

veromario

Gio, 06/06/2019 - 14:45

questo è un bell'esempio di futuro magistrato.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Gio, 06/06/2019 - 16:59

Una persona che mi da disgusto.

cecco61

Gio, 06/06/2019 - 17:22

Accuse becere e figlie del lassismo dei nostri tempi. Il soggetto non chiedeva prestazioni sessuali o altro ma voleva che i suoi borsisti si comportassero e si vestissero in un certo modo a seconda delle occasioni. L'abito non fa il monaco, ma conta, e pure parecchio.Ed è indubbio che una bella ragazza, elegante e perfettamente truccata, ottiene sicuramente più attenzione di una trasandata e sporca. Rispetto reciproco: ai miei tempi, un docente in giacca e cravatta malgrado il caldo, fu applaudito per aver invitato uno studente ad andare a cambiarsi anche fargli l'esame visto che si presentò in braghini e canottiera.