Bologna, marocchino toglie il figlio dall'asilo: "In classe sono tutti stranieri"

Il 34enne, nato in Marocco e cresciuto a Bologna, si è lamentato della scelta di creare una classe di soli piccoli stranieri: "Non voglio passare per razzista proprio io, ma il Comune lo deve sapere che non si fa integrazione mettendo così"

Sostiene che nella scuola materna del figlio ci sia "un grave problema di integrazione": troppi piccoli stranieri. Da lì la scelta di portarlo via. A deciderlo è stato un padre di 34 anni, di origini marocchina, laureato e impiegato a Bologna, arrivato in Italia all'età di quattro anni. Secondo quanto riportato dal Corriere della sera, l'uomo ha la cittadinanza italiana, esattamente come la moglie, nata in Italia da due genitori arrivati nel capoluogo emiliano nel 1967.

"Così non si fa integrazione"

"Non voglio passare per razzista proprio io che sono marocchino, ma il Comune lo deve sapere che non si fa integrazione mettendo nelle classi più di 20 bambini stranieri", ha detto l'uomo. Il 34enne, che ha sempre voluto mantenere vive le sue origini ed è musulmano praticante, ha raccontato come è avvenuta la scelta della struttura dove inserire il figlio: "Al momento dell'iscrizione abbiamo indicato le quattro scelte richieste dal Comune: nelle prime tre scuole che avremmo preferito non c'era posto, ci hanno inseriti nella quarta". Il piccolo è, quindi, stato iscritto in una scuola dell'infanzia del San Donato-San Vitale, fuori Massarenti.

Il caso

Il giorno dell'open day, il genitore aveva avuto la percezione che si lavorasse molto sull'integrazione: "Avevo visto disegni con le bandiere di tutte le nazionalità nella scuola, ma quando siamo arrivati a scuola il primo giorno ci siamo trovati in una classe con tutti i bambini stranieri". Tranne il loro. Secondo la testimonianza del padre, "le maestre facevano fatica addirittura a pronunciare i nomi dei bambini". Che, una volta rientrato, insieme alla moglie, decide di telefonare all'ufficio scuola del suo quartiere: "La prima risposta che mi hanno dato è che, se non mi andava bene, il posto l'avrei dovuto rifiutare mesi prima, ma io non me lo sarei nemmeno sognato. Chi può conoscerla e immaginarla la composizione di una classe nella materna? E soprattutto chi poteva immaginare che facessero classi con soli bambini stranieri?". L'ufficio, all'uomo avrebbe risposto che nella classe erano presenti "otto bambini italiani", ma il genitore puntualizza: "Ma sono italiani come il mio, cioè con cittadinanza italiana, figli di genitori immigrati, molti dei quali non parlano ancora l'italiano".

"Così si ostacola l'integrazione"

Il 34enne vorrebbe ora togliere il proprio figlio dalla scuola comunale: "Stiamo cercando una privata, siamo disposti a pagare, ma il problema è che in Italia le private sono quasi tutte cattoliche e noi siamo musulmani". E conclude: "Noi siamo genitori attenti e non ci basta che nostro figlio stia in un posto tutto il giorno, perché noi dobbiamo lavorare, vorremmo un posto che favorisca la sua crescita e che lo aiuti a sentirsi parte di questa città. Com'è possibile in una classe con più di 10 nazionalità diverse? Non è possibile, tenere 19 bambini stranieri insieme non è fare integrazione è ostacolarla".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Mario5009

Mer, 18/09/2019 - 16:50

ahahahahahahah

Una-mattina-mi-...

Mer, 18/09/2019 - 16:53

MOLTO MEGLIO SE RESTAVA AL PAESE SUO, DOVE ERANO TUTTI UGUALI

cgf

Mer, 18/09/2019 - 17:02

è disposto a pagare, quindi ha disponibilità, perché andava all'asilo comunale? per caso STA MANGIANDO RISORSE CHE POTREBBERO ESSERE DESTINATE A CHI NON HA DISPONIBILITÀ?

Italianocattolico2

Mer, 18/09/2019 - 17:19

E allora nelle scuole dove il bambino italiano è da solo in mezzo a decine di indiani, pakistani, nord-africani e nigeriani, cosa bisogna fare ??? Anche io ero emigrato in Africa prima ed in Medio Oriente poi ed i miei figli andavano a scuola assieme ai bambini somali, etiopi e libanesi, ma non hanno mai avuto problemi; anzi hanno anche imparato lo swahili il francese e l'arabo.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 18/09/2019 - 17:29

Se non ci fosse da piangere ci sarebbe da ridere!

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Mer, 18/09/2019 - 17:39

E c'ha ragione, però c'ha anche torto... però, se lo manda in un asilo cattolico, vedrà che, secondo i voleri di Bergoglio, si troverà meglio... e il figlio non potrà diventare cristiano.

zadina

Mer, 18/09/2019 - 17:47

Il marocchino di 34 anni ha perfettamente ragione è una persona perfettamente integrata anche se mantiene la sua religione mussulmana, negli asili o nelle scuole dovrebbero ogni casse 3 o 4 bambini al massimo di nazionalità diverse con la maggioranza assoluta di bambini di razza Italiana e la stessa cosa dovrebbe essere fatta con l'assegnazione di appartamenti per abitazione questo è l migliore modo per fare la vera integrazione vedono come si comportano i loro vicini e in poco tempo si adeguano, ma se vengono concentri raggruppati tutti assieme non perderanno mai le loro abitudini e usanze compresa la loro lingua di origine, la opinione di un qualunque cittadino Italiano.

Libertà75

Mer, 18/09/2019 - 17:47

ha fatto bene a denunciare l'ennesimo caso di razzismo di sinistra, ma finirà anch'esso nel dimenticatoio, fra 100 anni studieranno questo periodo storico come afflitto dal razzismo di sinistra

duca di sciabbica

Mer, 18/09/2019 - 17:50

italianocattolico2 - però Lei non prospettava di rimanere in Africa o in Medioriente, sapeva che sarebbe comunque tornato in Italia - come poi ha fatto, se ho capito bene. Il caso del signore di Bologna è diverso: lui vuole restare in Italia e vuole, meritoriamente, che i suoi figli si integrino, quindi anche con i bambini cristiani o non mussulmani.

Boxster65

Mer, 18/09/2019 - 18:03

Uè il Marocchino come si è elevato non vuole avere tra le scatole i suoi compaesani. Mi ricorda proprio la storia dei primi meridionali arrivati a Milano che non sopportavano quelli arrivati anni dopo. Insomma razzisti non si nasce, si diventa!!

Ritratto di akamai66

akamai66

Mer, 18/09/2019 - 18:05

Caro Ali Babat portatelo a Rabat.

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 18/09/2019 - 18:10

LOLOLOL Ecco bravo, vai a casa tua anche tu cosi' cominciamo a ripulire l'Italia.

lappola

Mer, 18/09/2019 - 18:22

Attenti all'inganno, ha tolto il figlio NON perché c'erano troppi stranieri ma perché c'erano pochi Italiani. A qualcuno potrà sembrare una osservazione ridicola ma riflettendo bene ... il significato non è lo stesso.

edo1969

Mer, 18/09/2019 - 18:30

ma che *****

edo1969

Mer, 18/09/2019 - 18:30

marocchini di mxxxa tornate nelle fogne tutti insieme a zingaracci

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Mer, 18/09/2019 - 18:34

AHAHAH cos'è una barzelletta?

baronemanfredri...

Mer, 18/09/2019 - 19:05

GIUSTO QUESTO E' ATTO DI RAZZISMO CONTRO GLI STRANIERI CHE SONO ITALIANI.

jaguar

Mer, 18/09/2019 - 19:17

Ma dai, a Bologna si integrano tutti.

baronemanfredri...

Mer, 18/09/2019 - 19:18

ITALIANOCATTOLICO2 FORTUNATI I TUOI FIGLI CHE PARLANO 4 LINGUE E SONO RIMASTI ITALIANI E CRISTIANI CATTOLICI. BRAVO IL PADRE ANZI GENITORI. SEMPRE DETTO CHE SE NON VOGLIONO VIVERE IN ITALIA C'E' IL RITORNO. HO CONOSCIUTO UN BENZINAIO DELLO SRI LANKA E MI HA DETTO CHE RIPORTAVA I FIGLI IN PATRIA PERCHE' RITENEVA L'ITALIANO TROPPO VOLGARE HO DETTO E SERIAMENTE AUGURI BUON RITORNO E PORTATI TUTTI AI LORO PAESI. VERMI I NEMICI DELL'ITALIA CHE SONO ITALIANI

effecal

Mer, 18/09/2019 - 19:20

Ma siamo il paese dell'AMMMMMORE.

bobots1

Mer, 18/09/2019 - 20:30

Otto bambini con la cittadinanza italiana ma anche lui ha capito...italiani ma solo sulla carta.

Popi46

Mer, 18/09/2019 - 20:43

Ma che è questa integrazione? Una soluzione di acqua e olio? Buffoni.

scorpione2

Mer, 18/09/2019 - 21:15

non e' colpa degli bambini stranieri e' colpa degli italiani che non fanno piu' figli ed e' per forza che si trovono in minoranza, LA COLPA LA DO' A TUTTI I GOVERNI CHE HANNO GOVERNATO IL PAESE, SONO CINQUANT'ANNI CHE VOTO E HO VISTO LO SCATAFASCIO TOTALE DEL PAESE. NEGLI ALTRI STATI I BAMBINI VENGONO PROTETTI DALLA NASCITA FINI AI 18 ANNI E SONO A CARICO DELLO STATO, IN ITALIA E' AL CONTRARIO. LADRONI MALCAGATI.

Ritratto di MortimerMouses

MortimerMouses

Mer, 18/09/2019 - 21:44

Mhh, interessante, questo si schifa da solo.

mimmo1960

Mer, 18/09/2019 - 22:39

Siamo noi che dobbiamo adeguarci a loro??

Ritratto di allergica_alle_zecche

allergica_alle_...

Mer, 18/09/2019 - 22:55

non è una novità: molti anni fa un mio conoscente egiziano, musulmano praticante, aveva due figlie e le iscrisse alla scuola elementare delle SUORE. Quando in seguito ho mandato io le figlie a scuola privata religiosa, in una classe attigua c'erano altri tre figli di immigrati regolari ed integrati, di religione non cattolica ed interessati a far studiare seriamente i figli. Non erano nemmeno ricchi e credo che abbiano avuto un forte sconto sulla retta. Che non si preoccupasse il signore in questione: è finita l' epoca delle preghiere in classe e delle messe obbligate e anche i bambini italiani che frequentano spesso non sono battezzati. Si scelgono le scuole private religiose (parlo di elementari e medie) per evitare ZINGARI, scioperi e per avere docenti che lavorano e fanno studiare sul serio.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 18/09/2019 - 23:58

E sai perche scopone 21e15 hai ragione. Perche VOTARE non serve. Perche sono i Presidenti della Repubblica che in Italia, decidono chi deve fare il PDC e lo mandano a cercarsi la maggioranza in Parlamento!!! Come il 4 Marzo dello scorso anno, quando il CDX ha vinto le elezioni, ma Mattarella col cavolo che ha dato l'incarico a Salvini o Berlusconi o la Meloni, di andare a cercarsi il consenso in parlamento. Ma voleva darlo a un Cottarelli laqualunque, ed e stato li che Salvini si e SACRIFICATO tentando l'impossibile con i 5s!!! Buenas noches.

Popi46

Gio, 19/09/2019 - 05:57

Siamo proprio alla commedia dell’arte....troppi stranieri....e lui che è?

Marcolux

Gio, 19/09/2019 - 07:29

PAZZESCO!!!!!

vittoria1973

Gio, 19/09/2019 - 08:03

Ahahahahahahah!!! E che va cercando questo tizio? L'Italia è a crescita zero, ci hanno invaso grazie ai buonisti dei porti aperti, è conseguenziale che ci siano classi di soli bambini stranieri. Gli italiani stanno sparendo, aveva ragione la Fallaci. E meno male che le scuole private (tra un po' si estingueranno grazie ai sinistri)sono cattoliche! Se volete quelle musulmane tornatevene in Marocco.

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Gio, 19/09/2019 - 08:19

Fatico a comprendere le contumelie verso il marocchino in questione contenute in alcuni commenti. Il suo comportamento mi pare quello di una persona che si sente italiana a tutti gli effetti, preoccupata - esattamente come noi - circa gli effetti sulla formazione di suo figlio inserito in una classe priva di italiani. E questo fatto rappresenta la più palese dimostrazione che si tratta di preoccupazioni oggettive basate sui fatti, che nulla hanno a che vedere con il razzismo.

laval

Gio, 19/09/2019 - 08:25

Questo signore di origine marocchino non solo si è integrato ma cerca di far capire alle testine rosse che questo modo di fare non va bene. L'immigrazione deve essere controllata zucchine rosse e lo dice lui, un immigrato.

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Gio, 19/09/2019 - 08:40

In ogni caso le classi di soli stranieri sono una realtà sempre più diffusa in tutto il nord-Italia, ed è il segnale inequivocabile della sostituzione etnica in atto, tanto devastante per le nostre radici quanto fortissimamente voluta dai cattocom anti-italiani e pro-africani, che adesso che sono tornati al potere faranno di tutto per aggravare e rendere irreversibile. E la cosa più sconvolgente è l'islamizzazione imposta dalla chiesa cattolica bergogliana.

kyser

Gio, 19/09/2019 - 09:06

Ma perché attaccate sto signore? ha ragione da vendere e le sue posizioni sono le stesse di quelli di destra che non vogliono le ghettizzazioni. Sto qui si vuole integrare, vuole che il figlio stia con gli italiani in pratica, e non va bene? io gli auguro davvero buona fortuna che ste ricette di sinistra della bella società multietnica non funzionano, chi si vuole integrare (come questo) deve stare in mezzo a noi. Il problema non è un marocchino che vuole stare insieme agli italiani con amicizie anche e sopratutto italiane, ma chi evita gli italiani e fa gruppo.

kyser

Gio, 19/09/2019 - 09:13

concludo dicendo: ce ne fossero a frotte di marocchini come questo! Se fosse stato un italiano a dirlo sarebbe scoppiato un caso dove l'accusato era proprio lui, il genitore razzista..questo marocchino invece forse può fare qualcosa in più e, seppur da solo non cambia ovviamente l'italia...ce ne fossero molti così riuscirebbero a far finire questo modo tutto di sinistra di gestire la crescita dei bambini (sostanzialmente loro pensano che una classe del genere è bella perché NON pensano che gli stranieri debbano integrarsi a noi, ma noi tutti dobbiamo integrarci a loro...invece questo marocchino è lui che vuole che sia SUO figlio a integrarsi!)

nino49

Gio, 19/09/2019 - 10:04

Sarà! ma a me questo mondo in technicolor non piace per niente! Questa autentica accozzaglia di razze, lingue, religioni e culture/tradizioni diverse mi fanno pensare ad un "gran minestrone" che sa di tutto e di niente! Un messaggio ai politicanti: gli eventi storici vanno determinati e non subiti passivamente; questa è la vera origine delle Società!

Giorgio Colomba

Gio, 19/09/2019 - 10:42

La rossa Bologna laboratorio politico della sostituzione etnica prossima ventura.

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 19/09/2019 - 10:55

Gli italiani non fanno più figli perché non possono permetterselo. Non hanno sostegno da parte dello stato. Però devono pagare le tasse per mantenere quelli dei clandestini con ISEE zero, perché hanno diritto all'asilo, alla mensa gratuita, ecc... Loro figliano a gratis e poi hanno pure il coraggio di lamentarsi...ma tornate in Africa!!!

Ritratto di navajo

navajo

Gio, 19/09/2019 - 11:55

"Tutti bambini stranieri tranne il loro" Poi lui che ha la cittadinanza italiana e quindi è italiano si dice marocchino. Boh?

Popi46

Gio, 19/09/2019 - 12:26

@Artu’007: non è questione di soldi, tant’è vero che le popolazioni più povere sono quelle che fanno più figli. Anche noi siamo stati poveri, e i miei nonni paterni e materni avevano 3/4/5 fratelli/sorelle. È che abbiamo la pancia piena e di idea di “famiglia” ci è rimasta solo quella della mafia...

Giorgio Rubiu

Gio, 19/09/2019 - 12:35

@ nino49 10:04-Per troppi anni abbiamo vissuto nell'illusione che la nostra società fosse mono-etnica e mono-religiosa ma,adesso,costretti ad affrontare una realtà diversa,scopriamo di essere impreparati e ne siamo spaventati.Ma la "realtà" che ci faceva credere di essere una sola omogenea razza era fatta,invece,di "Terroni e Polentoni" e di "Meglio un morto in casa che un ???? sulla porta".Vi sono Paesi nel Nuovo e Nuovissimo Mondo dove la realtà è sempre stata multi etnica e multi religiosa.Paesi che,con tutti i loro difetti,sono stati popolati da diverse razze e religioni e funzionano meglio del nostro.Canada, USA,Australia e Nuova Zelanda per citarne solo alcuni. Nei paesi "arcobaleno", dove tutti i componenti mirano all'interesse individuale che è garantito dell'interesse comune, si vive e convive piuttosto bene.Da noi no perché non ci sono le premesse necessarie.

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 19/09/2019 - 12:48

@Popi46.. non credo proprio..non puoi paragonare la società di oggi con quella di un tempo, dove i figli si facevano per mandarli nei campi a lavorare..oggi il lavoro non c'è più e le giovani coppie sono molto intelligenti e responsabili!!!