Cade un aereo malese: 295 a bordo

L'aereo volava da Amsterdam a Kuala Lumpur con 298 persone a bordo: "Sono tutti morti". Gli Usa confermano: "Abbattuto da un missile". Chiuso lo spazio aereo sull'est dell'Ucraina

Cade un aereo malese: 295 a bordo

Un Boeing 777 della Malaysia Airlines con 298 persone a bordo è caduto al confine tra Russia e Ucraina. Il volo è scomparso dai radar quando si trovava a 10.000 metri di quota. Era decollato alle 12.14 da Amsterdam e doveva arrivare a Kuala Lumpur domani alle 6.10 (ora locale). È precipitato a 80 km a est da Donetsk, zona di combattimenti.

Secondo fonti del ministero degli Interni ucraino citato dall'agenzia russa Interfax, i passeggeri "sono tutti morti" e il velivolo sarebbe stato "abbattuto da un missile". Il consigliere del governo ucraino, Anton Gerashenko, infatti, ha detto su Facebook che l'aereo è stato colpito da un missile sparato da una batteria lanciamissili Buk, mentre volava a un'altitudine di 10mila metri. "Non escludiamo che l'aereo sia stato abbattuto, e sottolineiamo che le forze armate dell'Ucraina non hanno intrapreso alcuna azione contro bersagli aerei", ha detto il presidente ucraino Poroshenko, "Siamo sicuri che i responsabili di questa tragedia verranno considerati colpevoli". I servizi della sicurezza ucraina riferiscono di inoltre avere intercettato delle conversazioni telefoniche, tra cui una tra un funzionario dei servizi russi ed un comandante dei ribelli che ammetterebbero il loro coinvolgimento nell’abbattimento di un aereo civile.

I separatisti filorussi però negano ogni responsabilità, affermando di non avere in dotazione i mezzi di difesa anti aerea capaci di colpire velivoli all’altezza di 10 mila metri e che l’abbattimento del Boeing è "una provocazione dei militari ucraini". Andrei Purghin, primo vicepremier della stessa repubblica, ha ipotizzato che i militari ucraini avrebbero colpito il Boeing scambiandolo per un aereo di ricognizione russa. Alcuni testimoni parlano anche di un jet ucraino che avrebbe colpito l'aereo civile con mitragliatrici.

Anche il premier malese e servizi Usa sostengono con certezza che l'aereo è stato abbattuto da un missile terra-aria, ma non è ancora chiaro da chi.

L’aereo ha cominciato a perdere quota circa 50 chilometri prima di entrare nello spazio aereo russo ed è precipitato in territorio ucraino. La compagnia aerea Malaysia Airlines sul proprio account Twitter ha detto di "avere perso i contatti con il volo MH17 da Amsterdam". Il comunicato aggiunge che "l'ultima posizione nota dell'aereo era nello spazio aereo ucraino". Anche diversi bambini tra le vittime, i cui corpi sono stati trovati in un raggio di 4 chilometri di distanza dai resti dell'aereo. Si tratta dello stesso modello del volo MH370 precipitato l’8 marzo scorso con a bordo 239 tra passeggeri ed equipaggio.

I filorussi hanno intanto annunciato di aver ritrovato entrambe le scatole nere del Boeing e che le invieranno a Mosca, "dove hanno esperti molto qualificati in grado di accertare con grande accuratezza le cause del disastro anche se non sembrano così chiare".

Il primo ministro della Malesia Najib Razak avvierà "un'inchiesta immediata" sulla vicenda. Hismahuddin Hussein, ministro della Difesa malese, afferma che al momento non ci sono conferme che l'aereo sia stato abbattuto e di avere dato ordine alle forze armate di verificare. Anche Barack Obama è stato informato dell’incidente e ne ha parlato al telefono con Vladimir Putin. "Offriremo l'assistenza che possiamo", ha detto il presidente Usa.

L'alto rappresentate Ue Catherine Ashton chiede che "le circostanze siano chiarite senza ritardo: serve un’indagine internazionale deve fare piena luce su questa tragedia". "Rivolgiamo un appello a tutte le parti nella regione in cui l’aereo è precipitato, affinché forniscano pieno accesso al sito, in modo tale che possa essere messo immediatamente in sicurezza, di cooperare pienamente, e di condividere tutte le informazioni di rilievo", ha aggiunto.

"Le nostre autorità stanno facendo le loro verifiche, l’intera comunità internazionale segue con enorme apprensione questa dolorosa vicenda", ha detto il premier italiano Matteo Renzi. Tra le vittime, ci sarebbero anche diversi americani, almeno 4 francesi, una decina di inglesi e un paio di belgi. Molte altre compagnie aeree hanno diramato l'ordine di non sorvolare la zona, come raccomandato a quelle italiane anche dall’Enac. In serata, inolte, l'Unione europea ha chiuso lo spazio aereo su tutto l'est dell'Ucraina.

Commenti