Caso Loris, negato il faccia a faccia tra Veronica e il suocero

Brutto colpo per Veronica Panarello. Non ci sarà nessun faccia a faccia col suocero, Andrea Stival, che la stessa Panarello ha accusato dell'omicidio del piccolo Loris

Brutto colpo per Veronica Panarello. Non ci sarà nessun faccia a faccia col suocero, Andrea Stival, che la stessa Panarello ha accusato dell'omicidio del piccolo Loris. La donna è ritenuta dai magistrati l’unica e sola colpevole del delitto. Come sottolinea il settimanale Giallo, la Panarello chiedeva da tempo un incontro col suocero per poter dimostrare ai giudici la veridicità delle sue accuse contro il padre del marito. Un confronto all'americana che avrebbe dovuto mettere i due faccia a faccia per capire cosa sia successo davvero il giorno dell'omicidio del piccolo Loris. Il Gip Andrea Reale avrebbe dunque rigettato la richiesta del confronto tra imputata e suocero inoltrata dalla difesa. Il suocero infatti ha un alibi di ferro: la mattina del 29 novembre 2014 era in compagnia della sua compagna e sarebbe risultato estraneo a qualunque circostanza legata all'omicidio. Dopo l'ennesimo no da parte del Gip al confronto la posizione di Veronica si complica e dunque per i magistrati lei sarebbe l'unica responsabile della morte del bambino.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.