Chiuse le indagini su Lucano: c'è l'associazione a delinquere

Il sindaco di Riace, Mimmo Lucano resta nel mirino della Procura di Locri. Si sono chiuse infatti le indagini relative all'operazione "Xenia"

Chiuse le indagini su Lucano: c'è l'associazione a delinquere

Il sindaco di Riace, Mimmo Lucano resta nel mirino della Procura di Locri. Si sono chiuse infatti le indagini relative all'operazione "Xenia" dove risulta indagato proprio il primo cittadino che è stato sospeso dalla sua carica. Secondo quanto riporta la Gazzetta del Sud l'inchiesta è stata eseguita dalle Fiamme Gialle di Locri guidati dal colonnello Sportelli. Le indagini riguardano soprattutto la gestione dei finanziamenti erogati dal Ministero dell'Interno e della Prefettura di Reggio Calabria al Comune di Riace.

I fondi sono stati erogati per l'accoglienza dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Lo scorso ottobre il Gip di Locri aveva disposto l'arresto per Lucano per l'ipotesi di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta dei rifiuti. Adesso la Procura Procura contesta a Lucano anche associazione per delinquere, truffa, falso, concorso in corruzione, abuso d'ufficio e malversazione.

Commenti