Coronavirus, Mattarella: "Per rinascere serve stessa unità del dopoguerra"

Il messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del 76esimo anniversario dell'eccidio delle Fosse Ardeatine

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è tornato sul difficile momento che sta vivendo l’Italia a causa dell’emergenza coronavirus con un toccante messaggio in occasione del 76esimo anniversario dell'eccidio delle Fosse Ardeatine, il massacro di 335 civili e militari italiani avvenuto a Roma il 24 marzo 1944 ad opera delle truppe naziste come rappresaglia per l'attentato partigiano di via Rasella compiuto il giorno prima da membri dei Gap in cui erano rimasti uccisi 33 soldati tedeschi.

Il capo dello Stato ha sottolineato che quest'anno"con grande rammarico" non potrà incontrarsi al Mausoleo delle Fosse Ardeatine per ascoltare, "insieme alle loro famiglie e con sempre uguale commozione, i nomi dei martiri". Mattarella, quindi, ha voluto sottolineare che il dolore e l’orrore di quella dolorosa esperienza deve essere un monito e un insegnamento per il nostro Paese. Perché anche dal male e della sofferenza si può capire quanto sia fondamentale e sacro il rispetto della vita.

"L’eccidio delle Ardeatine ha costituito una delle pagine più dolorose della storia recente del nostro Paese. I valori del rispetto della vita e della solidarietà che ci sorreggono in questo periodo, segnato da una grave emergenza sanitaria, rafforzano il dovere di rendere omaggio a quei morti innocenti. Eventi così atroci, frutto della volontà di sopraffazione e del razzismo, continuano a richiamarci ai valori fondamentali della memoria, della pace, della solidarietà", ha affermato il presidente della Repubblica. "La libertà e la democrazia – ha evidenziato ancora Mattarella - sono state conquistate con il sangue di molti per evitare che ne fosse sparso ancora in futuro".

Il capo dello Stato, infine, ha ricordato che "al termine di quegli anni terribili, segnati dalla dittatura e dalla guerra, l’unità del popolo italiano consentì la rinascita morale, civile, economica, sociale della nostra Nazione". Uno straordinario spirito di forza e di solidarietà che deve emergere anche in questo periodo segnato dalla grave emergenza sanitaria. "La stessa unità che ci è richiesta, oggi, in un momento difficile per l’intera comunità", è l’invito rivolto agli italiani da Mattarella.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

APPARENZINGANNA

Mar, 24/03/2020 - 10:57

Fatti, non parole!

jaguar

Mar, 24/03/2020 - 11:11

I tempi sono cambiati, non basta l'unità del dopoguerra.

Ilsabbatico

Mar, 24/03/2020 - 11:18

Nel dopoguerra penso proprio che ci sia stata una rinascita all'ombra di un "comunismo" che silentemente (mica tanto) ci ha accompagnato fino a oggi...e ha rovinato la nostra nazione. Se di unità dobbiamo parlare , che sia unità di valori e buon senso e che la sinistra si defili per sempre.

Italianocattolico2

Mar, 24/03/2020 - 11:23

E' un avviso ai naviganti per giustificare l'ennesimo incarico al partito unico che governa senza aver vinto le elezioni ????

maxfan74

Mar, 24/03/2020 - 11:26

Sì l'unità italiana è un conto quella europea non esiste. Si pensi al Mes, il baratro per le nazioni molto indebitate. Ma con queste condizioni è come aprire dei reticolati economici, modo più sofisticato per affamare e fare soccombere intere popolazioni.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 24/03/2020 - 11:29

Certo ma senza i nemici degli italiani. Importare impunemente gli arabi non serve per riprenderci. Non serve neppure il reddito di cittadinanza ma lavoro, lavoro, lavoro. E i sinistri ed i 5S sono sempre stati nemici del lavoro ed hanno sempre affossato gli italiani-

istituto

Mar, 24/03/2020 - 11:30

Si però questi discorsi pro unità nazionale non li faceva quando la Lega era al governo e la sinistra tutta attaccava ferocemente Salvini e Lega , anzi se la prendeva contro fassisti e rassisti e coloro i quali erigevano muri...giudicate voi....

amedeov

Mar, 24/03/2020 - 11:32

Nel dopoguerra vi erano dei valori che ora sono scomparsi

giumaz

Mar, 24/03/2020 - 11:32

Se non fosse perchè si incorre nel reato di lesione dell'onore del Presidente della Repubblica, starebbe bene mandato ad espletare le disgustose ma necessarie funzioni fisiologiche. Belle parole composte di aria mal fritta.

vocepopolare

Mar, 24/03/2020 - 11:38

va bene il richiamo all'unità,ma non dimentichiamo che per fare incontrare le opposizioni ,oggi maggioranza nel paese,con il governo c'è voluto l'intervento del pdr e neppure dimentichiamo che insistere con governi non votati non favoriscono alcuna unità. L'unità poi ritrovata di un paese che usciva dalle rovine della guerra è stata semidistrutta dalla sciagurata decisione di dare corso a quel dettato costituzionale , sbagliato più nella pratica che in teoria, di creare 20 stati diversi. Uno stato federale con micro regioni? un assurdo voluto dalla solita politica antagonista e non certamente dal popolo; sarebbe forse stato più opportuno creare 3 o 4 maxi regioni.Siamo ridicoli, leggiamo che ogni regione ha stabilito addirittura sistemi elettorali diversi, programmi scolastici diversi, sanità diversa......e poi invochiamo l'unità.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 24/03/2020 - 11:45

@giumaz....vero!

flgio

Mar, 24/03/2020 - 11:46

Fare acquistare dalla BCE la nuova colossale emissione di debito pubblico italiano in stile Federal Reserve o ipotecare il debito e il paese con il Mes. Da queste scelte dipenderà il futuro della UE, dell'Italia intera, e della sopravvivenza politica di Conte e Gualtieri, PD e 5*. In mancanza l'estrema soluzione rimane l'uscita dalla UE e la ricerca di un protettorato USA, Cina o Russia. Altro che balle e retorica fuffa o peggio il decreto Non Cura Italia.

Maura S.

Mar, 24/03/2020 - 11:46

Unità Italiana e specialmente non con questi comunisti che hanno distrutto il nostro paese. Lasciamo perdere la storia del secolo scorso, si ricomincia con pensare al nostro paese e non ad arricchire quelli della UE e con delle elezioni per chiedere al popolo che governo scelgono poiché é il popolo che mantiene questo governo come voi tutti.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Mar, 24/03/2020 - 11:51

Prima di poter fare squadra, bisogna FARE CHIAREZZA, ESTROMETTENDO TUTTE LE FORZE E LE PERSONE CHE NEL CORSO DEGLI ULTIMI 20 ANNI HANNO PERVICACEMENTE MINATO LE RISORSE, LE ISTITUZIONI E LE STESSE LEGGI ITALIANE.

Sergiomartinelli

Mar, 24/03/2020 - 11:54

Basta falsi buonismi....

Ritratto di lurabo

lurabo

Mar, 24/03/2020 - 11:58

sempre aria fritta!!!!

jaguar

Mar, 24/03/2020 - 12:06

Molti politici vivono su un altro pianeta, dai loro uffici dorati hanno una percezione distorta della realtà.

AngeloErice

Mar, 24/03/2020 - 12:07

Si, certo. Uniamoci a Conte-VIP, sosteniamo che dopo un "anno meraviglioso" e dopo la "decrescita felice" e mentre affossa(no) l'Italia, SCOMPAIA l'OPPOSIZIONE. Comincio io: W la sinistra, W le sardine, W i baccalà al governo, W la commissaria EU alla salute. Ci vogliono solo più chiacchiere e più decreti.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 24/03/2020 - 12:08

Per rinascere serve la nazionalizzazione della Banca d'Italia e una moneta senza annesso signoraggio bancario. In queste condizioni non ci sarà alcuna ripresa, solo un aumento del debito pubblico.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 24/03/2020 - 12:20

Scenari troppo diversi, partiti troppo diversi. Sembra più difficile l'unità ora, visto come una parte (rossa) sprigiona odi otutti i giorni, anche in momenti come questo.

Triatec

Mar, 24/03/2020 - 12:24

Nel dopoguerra ci fu unità perché finalmente usciti da un periodo di dittatura, mentre oggi c'è la sensazione che piano, piano, passo dopo passo stiamo entrando proprio in una dittatura mascherata da democrazia.

gianf54

Mar, 24/03/2020 - 12:25

Basta con queste parole di circostanza. Costui non sa fare altro?

claudioarmc

Mar, 24/03/2020 - 12:27

OK belle parole ma chi lo dice al PD di andare fuori dalle palle come successe nell'Italia del '48 Solo ripetendo quella esperienza possiamo pensare di risollevarci e sperare di avere un periodo duraturo di crescita, magari non il Boom che si ebbe allora ma almeno avremmo scaricato quella zavorra di sinistra

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Mar, 24/03/2020 - 12:27

Io non c'ero, ma ho letto che nel dopoguerra una delle prime cose fatte sono stati referendum e elezioni.

Ritratto di corsarotemplare

corsarotemplare

Mar, 24/03/2020 - 12:33

Caro Presidente Mattarella,gli italiani del dopoguerra erano orgogliosi di ricostruire la loro PATRIA... l'ITALIA , per la quale avevano combattuto e tanti erano morti, erano veri sovranisti e desideravano una patria su cui contare e non su un'Europa di dubbia eguaglianza , che non è e non sarà mai la patria di nessuno !!!

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Mar, 24/03/2020 - 12:43

claudioarmc 12:27 si infatti mi risulta che con i quattro governi di Berlusconi avuti tra 1994 e 2011 (e non scordiamoci mai che l'allora PDL diede la fiducia a Monti) e con il governo giallo-verde del 2018 abbiamo proprio avuto un boom economico...Mi risulta, dati Istat alla mano, che col cen-dx abbiamo avuto gli anni di minore crescita e maggior debito! Certo che ognuno di noi sviluppa le proprie idee politiche e fa un po' il tifoso come e' giusto che sia, ma un minimo di oggettivita' non guasterebbe.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 24/03/2020 - 12:47

ad essere sincero in questi giorni non ho visto né nazisti, né fascisti e né partigiani...

leopard73

Mar, 24/03/2020 - 12:48

Inutile piangere sul latte versato i proclami non servono a NULLA CARO PRESIDENTE.

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 24/03/2020 - 12:58

prima della rinascita è d'obbligo il regolamento dei conti in sospeso...definitivo!!!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mar, 24/03/2020 - 12:58

@ConteRaffaello La sua visione binaria è primitiva e lontanissima dall'essere "oggettiva". "Csx" e "cdx" sono specchietti per le allodole, fanno tutti parte di un'unica area ideologica divisa in partiti e partitini. Chi ha privatizzato la Banca d'Italia? Chi ha sottomesso il diritto italiano a quello internazionale (Art. 117)? Chi ha firmato le varie convenzioni utilizzate per trasportare milioni di coloni nelle nostre terre? Chi ha dato fiducia a Monti? Chi ha creato il debito pubblico? "Csx" o "cdx"? La risposta a queste domande e molte altre è sempre la stessa: entrambi.

Gianni11

Mar, 24/03/2020 - 13:01

Non ci puo' essere unione con chi vuole l'Italia invasa e distrutta e il popolo italiano sostituito. L'Italia agli italiani, non ai traditori.

gesan

Mar, 24/03/2020 - 13:01

Ma dove l'ha vista l'unità del dopoguerra questo signore sempre più comunista e sempre meno catto? Un terzo degli italiani sosteneva lo stalinismo che schiavizzava mezza Europa. L'unica Unità che c'era era quella che predicava obbedienza cieca pronta e assoluta ai dicta del "Migliore"!

gpetricich

Mar, 24/03/2020 - 13:14

Non può esserci unità con chi ha designato un governo anticostituzionale per meri interessi di partito. Non può esserci unità con gente presuntuosa, supponente, pretestuosa, infida, incapace, che ha già sulla coscienza oltre seimila Italiani.

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Mar, 24/03/2020 - 13:15

PATETICO

maurizio-macold

Mar, 24/03/2020 - 13:17

L'unita' italiana e' un sogno, secondo me non c'e' mai stata, e tanto meno lo e' adesso o in un prossimo futuro con un partito, la Lega, che da separatista e' diventato nazionalista e chissa' cosa sara' domani. Del resto basta vedere il comportamento del governatore Fontana sempre in aperto contrasto con il governo nazionale ed in perenne campagna elettorale dettata dal suo capo partito Salvini. Con persone come queste parlare di unita' nazionale e' una assurdita'.

Ritratto di massacrato

massacrato

Mar, 24/03/2020 - 13:25

Preferisco non commentare, ma non posso non pensare.

necken

Mar, 24/03/2020 - 13:41

RedPill12,27 : erano 25 anni che non si tenevano elezioni adesso le facciamo tutti gli anni oltre ai sondaggi quotidiani. Dovremmo invece individuare i De Gasperi e gli Einaudi che seppero con le loro scelte lungimiranti e coraggiose fare grande il ns Paese malgrado non ci fossero nè i media nè i social network.

Giorgio5819

Mar, 24/03/2020 - 13:53

Importante che non ci sia lui....

Mr Blonde

Mar, 24/03/2020 - 13:54

c'erano de gasperi ed Einaudi a posto di salvini, c'erano pertini e nenni a posto di zingaretti..., ma che vuoi rinascere...

gpetricich

Mar, 24/03/2020 - 13:58

maurizio-macold Sa perché non c'è mai stata vera unità in Italia? No, non lo sa o fa finta di non saperlo. Perché hanno pagato i criminali di una parte soltanto e quelli dell'altra parte, la sua, sono morti tranquilli nei loro letti. Questa è la differenza insanabile: fino a quando non pagheranno tutti, anche solo a livello di riconoscimento storico, non potrà mai esserci vera unità in Italia.

Popi46

Mar, 24/03/2020 - 14:00

È un classico che i sopravvissuti ad una sciagura si adoperino in un’azione comune per ripartire, è parte della natura umana,non è necessario all’uopo l’auspicio di un presidente

rudyger

Mar, 24/03/2020 - 14:05

Unità nazionale del dopo guerra. SI nuovamente in mano ai comunisti.

baio57

Mar, 24/03/2020 - 14:12

@ Conte Mascetti , ...non mi sembra... è una non analisi,quindi studiati i dati economici degli ultimi 20 anni,prima di formulare "non analisi". In sostanza ci vuoi raccontare che dopo 8 anni di governi di sinistra/tecnici ,quello che ha fatto cadere il Pil ed ha ridotto l'Italia ad una discarica sociale , sono i DODICI MESI di Lega/M5s ??? Ma alla sezione Palmiro ,oltre le gare di briscola ,vi lavano il cervello a tal punto???

Ritratto di ager

ager

Mar, 24/03/2020 - 14:22

MA faccia il presidente con le scatole altro che ste menate trite e ritrite sull'Unità che i cazzari al governo non vogliono. Come dimostra la sceneggiata di Boccia (persa) con le mascherine, un vero presidente dopo quel penoso spettacolo lo avrebbe preso per gli attributi e cacciato a calci nel sedere. Mattarella è solo una parvenza di presidente che si piega a tutto pur di servire in modo indecoroso solo la sua parte politica dimenticandosi di essere il presidente di tutti gli Italiani. E' VERGOGNOSO

acam

Mar, 24/03/2020 - 14:50

ma caro sergio questo non é il dopoguerra in quei momenti non c'era il pane ma la fame per strada non cera iente nei campi c'erano le mine tutti volevano di nuovo le case distrutte perr colpa di un imprevidente ixxxxxxxe... oggi no i supermercati sono pieni quelli che dovrebbero ricostruire hanno la maggior parte il gozzo pieno, il cagnolino da portare a spasso, che diammine seno Fuffi glie la fa in casa... e i disinfettanti non si trovano, caro sergio a questo non ci pensi? i nostri nonni furono soldati questi pupetti a la gigino non la parola non la vogliono trovare neanche sul vocabolario e il maestro che li ha tirati su adesso non si fa manco piu sentire i tuoi amici hanno sputtanato chi ci poteva mettere una pezza ce rimane solo Giorgia in my mind... spero tu te ne renda conto insieme al popolo Angela non vale ha fallito e non resta che trovare il buon senso difficile da comprare

carpa1

Mar, 24/03/2020 - 14:57

Certi appelli non possono sortire l'effetto sperato quando lanciati da chi ha scelto, magari "suo malgrado" (lancio "ciambella di salvataggio", ma dovrebbe riconoscerlo e chiarire senza tirare in ballo una costituzione obsoleta ed ormai carta straccia in troppe delle sue rige), di mettere il paese nelle mani di marionette teleguidate da un pagliaccio che si crede un genio mentre non vale neppure la fama di comico che gli era stata attribuita in passato.