Inviti, coprifuoco, spostamenti. Ecco tutte le regole per Natale

L’idea del governo per cercare di salvare almeno il cenone: puntare tutto sull’Rt. Ma neanche Conte ci crede molto

Forse il cenone di Natale sarà salvo e senza coprifuoco. O almeno, questo è ciò a cui punta il governo. Se infatti continueremo a seguire le norme, il valore dell’Rt potrebbe scendere un bel po’ sotto la soglia di rischio e magari potremmo anche dire addio al coprifuoco proprio sotto le festività natalizie. Niente lockdown nazionale quindi, ma si continua invece con il divieto di usciere dalle 22 alle 5 in tutta Italia. E in alcune regioni, dove la situazione è più preoccupante, regole maggiormente restrittive. I primi segnali di un miglioramento sembrano già vedersi, come per esempio a Milano. Se per la data fatidica del prossimo 3 dicembre la curva epidemiologica sarà sotto il livello di guardia, le misure in vigore potrebbero venire allentate.

Ecco come sarà il nostro Natale

Come riportato da Repubblica, questo è stato il punto focale su cui si è interrogato il consiglio dei ministri di ieri. La divisione in tre fasce di colore, giallo, arancione e rosso, dovrebbe quindi rimanere. La speranza è che per Natale il colore di tutte le Regioni, o quasi, sia il giallo. Se così fosse, non vi sarebbe neanche più l’obbligo di limitare la circolazione anche se, ovviamente, permarrà la raccomandazione di non invitare in casa amici e parenti non stretti. Palazzo Chigi continua a cercare di far arrivare l’idea che sarà sì un Natale sobrio ma comunque con l’atmosfera tipica del periodo.

Forse per cercare di avvalere questa teoria è stata pensata la lettera del bambino che chiede al premier se anche quest’anno, nonostante il Covid, Babbo Natale potrà portare i suoi regali, senza andare in giro con l’autocertificazione. Fingiamo di credere che il piccolo di 5 anni abbia davvero pensato di scrivere a Conte. Se non altro questo siparietto ha scatenato l’ironia dei social.

Niente shopping, messa di mezzanotte e fuochi artificiali

Ma letterine a parte, c’è poco da stare allegri: sarà per forza un Natale diverso dagli altri. Forse solo per qualche territorio. A Roma per esempio i negozi sono aperti e le persone possono girare per fare shopping e pensare già a qualche regalo da comprare e metter sotto l’albero. Situazione diversa a Milano e Torino, zone rosse, e a Palermo, arancione. Qui niente da fare: negozi chiusi e niente possibilità di spendere i, pochi, soldi che ancora abbiamo in tasca. Il fatto che siano proprio le città più ricche ad avere i negozi chiusi crea qualche problema anche al resto d’Italia. E il governo almeno di questo sembra rendersene conto, tanto da portarlo a sperare di poter migliorare la situazione in breve tempo e poter alleggerire le misure prima del periodo natalizio. Insomma, se tutto va bene, potremo comprare i nostri regali nei negozi, senza doverci affidare a internet. Che, diciamocelo, toglie tutta l’atmosfera. "Il Natale non lo dobbiamo identificare con lo shopping, fare regali e dare un impulso all'economia. Natale è un momento di raccoglimento spirituale" ha però tenuto a sottolineare Conte, perché forse neanche lui crede molto che sarà possibile.

Walter Ricciardi, il consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, ha ribadito che non sarà possibile spostarsi da una regione all’altra di colori diversi. Difficilmente quindi chi lavora a Milano potrà raggiungere i parenti per passare le feste in altre città. In questo momento tre quarti delle regioni italiane sono arancioni o rosse, quindi gli spostamenti sono vietati, probabilmente la situazione non cambierà neanche nel periodo natalizio. Non sarà quindi possibile per le famiglie i cui componenti non strettissimi risiedono vivono in regioni diverse, programmare grandi riunioni pensando a spostamenti che sono vietati. Ovvio, da dimenticare anche viaggi o fine settimana.

Il Vaticano forse prenderà la decisione di anticipare le Messe della mezzanotte di Natale, che il governo potrebbe comunque mettere a numero chiuso per i fedeli che vogliono accedere alle chiese. Quindi, ricapitolando, non avremo possibilità di fare shopping nei negozi, né di vedere i fuochi artificiali che salutano l’anno nuovo, né di partecipare alla messa della notte di Natale. Il cenone si trasformerà in una cena simile alle altre e la tombola la potremo fare tramite webcam.

Sembra però non ci sarà alcuna imposizione dei parenti di primo grado. Nel senso che saranno probabilmente consentite famiglie allargate, single che altrimenti passerebbero il Natale da soli e persone anziane. In quest'ultimo caso meglio magari sottoporsi a un tampone di sicurezza qualche giorno prima. Farlo fare anche a banbini e ragazzi, giusto per essere certi di non avere in casa asintomatici. Da quel che si è capito ci saranno pochi divieti e molte raccomandazioni. Tanti auguri.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Nahum

Nahum

Sab, 14/11/2020 - 11:51

Non c'é una ricetta unica e vincente, la crisi é eccezionale, e poi che cosa avrebbero fatto gli altri? come trump? Non credo proprio vista la situazione della sanità italiana... in questi casi anziche attaccare per ragioni politiche ci si dovrebbe unire e cercare di uscirne insieme

agosvac

Sab, 14/11/2020 - 12:03

In pratica, da quel che si sa, durante il fascismo c'era molta più libertà di quella che, magnanimamente, ci concede il "maestro di vita" signor Conte.

POKER70

Sab, 14/11/2020 - 12:04

Non se ne può piu

dubbioso_ma...

Sab, 14/11/2020 - 12:10

basta chiedere ai cinesi come fare. Loro lo hanno creato il virus e han saputo come sconfiggerlo... zero casi da loro , nessun cinese nelle farmacie. Non stiamo piu' a prenderci per i fondelli, siamo seri...ai pipistrelli ci puo' credere solo un boccalone di alto livello

giuseppe munari

Sab, 14/11/2020 - 12:15

Egr. Nahum, guardi che un italiano di media intelligenza, con buon senso, libero da lacci e lacciuoli e esperienza nella vita (come moltissimi di noi) avrebbe saputo fare e farebbe molto meglio, ora,di questi improvvisati senza arte ne parte, che stanno portando il paese alla completa rovina!

antonmessina

Sab, 14/11/2020 - 12:23

niente messa di natale ! daltra pparte con i preti comnisti che ci troviamo e un papa che non crede a Gesu e madonna.. mi sembra il minimo

silvano45

Sab, 14/11/2020 - 12:28

Dopo aver combattuto la pandemia con" milano non si ferma" "abbracciamo un cinese" "Fontana fa terrorismo con la mascherina "i monopattini il bonus vacanza i tavoli a rotelle la delazione la ciclabile sullo stretto ci vengono a dare e dire cosa dobbiamo fare? Discreditati e incapaci sanno solo compiere azioni da regime stalinista ma solo per detenere il potere.

Popi46

Sab, 14/11/2020 - 12:31

Pari pari al proibizionismo negli USA agli inizi del secolo scorso..... Risultati? Al Capone è passato alla Storia, la malavita ha fatto affari d’oro e, dopo una spolveratina,tutto è continuato come prima

COSIMODEBARI

Sab, 14/11/2020 - 12:35

Quando la sanità buona è anche al Sud e pure al Nord. Visita medica specialistica per evitare eventuale melanoma famigliare di chi risiede al Nord oppure al Sud, ma che da anni è sotto osservazione presso una struttura del Sud o del Nord. Visita programmata nei mesi estivi per il 28 dicembre qualunque siano i colori delle regioni di partenza e arrivo il paziente trascorrerebbe al Sud o al Nord il Natale oppure dovrà partire per la visita medica soltanto il 27 dicembre e ripartire per il Nord o per il Sud appena terminata la visita medica? Sono certo che i meglio del meglio Ricciardi non ha previsto.

Giorgio5819

Sab, 14/11/2020 - 12:36

Sarebbero questi i problemi ? Messa di natale e cenone ? Beati quelli che lo pensano. Se cacciamo questo governo di parassiti arriviamo immediatamente a metà dell'opera.

AlvinS83

Sab, 14/11/2020 - 12:40

E gli italioti zitti.

ghorio

Sab, 14/11/2020 - 12:40

Ma invece di pensare al Natale, preoccupiamoci di adesso. Infatti sia governo che regioni stanno facendo cilecca. Si riempiono la bocca della medicina del territorio, ma mi pare che questa medicina funzioni sempre peggio. E questo lo dicono tanti medici di famiglia, con tanta nostalgia per per il periodo del medico condotto, il quale provvedeva a saturare con i punti le ferite, faceva l'iniezione antitetanica e arrivava a casa, appena chiamato..

QuasarX

Sab, 14/11/2020 - 12:48

e stiamo ancora ad ascoltare questi qui che decidono come dev'essere la nostra vita?

tersicore

Sab, 14/11/2020 - 12:52

I cattocomunisti non aspettavano altro: un problema grave da enfatizzare coi media servili, per spaventare la gente e metterla con le spalle al muro, persuadendola che è per il loro bene. Al fine di instaurare subdolamente quella dittatura che sognano da sempre. E di questo sono sempre più convinti, dal momento che in corso d’opera il popolo è ubbidiente e imbelle, mentre il silenzio della destra è sempre più “sinistro”...Insomma, c’è della gente che ci sguazza nelle disgrazie, come gli sciacalli nei terremoti. Al momento attuale, credo ci sia più libertà nella Corea del Nord che in Italia.

steluc

Sab, 14/11/2020 - 13:04

Raccomandazioni e divieti da parte di chi , all inizio e poi dopo L estate, ha inanellato una sequenza di errori tragici da inadeguatezza ed ideologia.Ma come godono, ad entrare nelle vite degli altri. E a far di meglio ci voleva poco. Garantito.

Ritratto di mbferno

mbferno

Sab, 14/11/2020 - 13:19

Da qui a 40 giorni,tutto può succedere. Stabilire questo ora è da stupidi.

Mariottoilritorno

Sab, 14/11/2020 - 13:20

Già leggere tombola via webcam regole a Natale ecc mi fa venire il voltastomaco Ma la vera domanda è fino a quando intendono tenerci chiusi? Quei negozi che non riapriranno non lo faranno mai più altro che ristori

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 14/11/2020 - 13:20

Don Giuseppi si sta preparando per succedere in Vaticano al papa comunista.

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Sab, 14/11/2020 - 13:32

C'é voluto un virus micidiale x dimostrare che non esiste "il mondo del lavoro",espressione usata da tutti i politici e soprattutto da tutti i sindacalisti.Da ora in poi chi vuole trattare del "mondo del lavoro" deve obbligatoriamente usare una distinzione precisa:il "mondo del lavoro autonomo" oppure il "mondo del lavoro dipendente".Questa distinzione deve essere definita da una Legge che non ammette imprecisioni.C'é voluto un virus micidiale x far capire agli ipocriti e ai superficiali la differenza sostanziale tra chi vive del proprio lavoro producendo ricchezza senza chiedere nulla a nessuno vessato continuamente dal fisco,e chi, con le terga al caldo é protetto da contratti specifici che determinano un comodissimo automatismo fiscale,da sindacati compiacenti e da tribunali del lavoro ingiusti.

jaguar

Sab, 14/11/2020 - 13:34

I conti si faranno in gennaio, li avremo i numeri di coloro che avranno chiuso bottega per sempre, altro che cenone.

xgerico

Sab, 14/11/2020 - 13:37

Valentina se sapevo che sai come andrà a natale, ti facevo un colpo di telefono, mi davi tre numeri e le previsioni del tempo!

Fjr

Sab, 14/11/2020 - 13:57

Il Natale non lo dobbiamo identificare con lo shopping, fare regali e dare un impulso all'economia.Certo e'tutto un vorremose bene e se volete date soldi ad Amazon,vorrei far notare a Conte che lui ha l'alberello al caldo ma gli italiani che se lo passeranno al freddo e al gelo dei conti correnti,sono tanti,troppi e se va male anche per la befana niente limonata da babbo natale

Una-mattina-mi-...

Sab, 14/11/2020 - 14:02

MA FINITELA CON QUESTA ESAGERATA MESSINSCENA

trasparente

Sab, 14/11/2020 - 15:27

Giorgio5819 e chi li caccia??? il popolo è a pezzi, diviso per schieramenti, idee, partiti, categorie, condizionamenti. Il popolo per cacciarli deve essere forte, unito e possibilmente sincronizzato.

NoMoreBllsht

Sab, 14/11/2020 - 15:47

Se parlano già di Natale vuol dire che sanno benissimo anche loro che tutte le misure liberticide e deleterie per l'economia non servono a niente, come chiunque usi il cervello sa bene. E' il solito bastone e carota: vogliono inculcare nel popolo in panico totale l'idea "se mi comporto bene, se sto zitto e ubbidisco, forse a Natale posso uscire". Perché la colpa è sempre e comunque del popolo, non della manifesta incapacità e impreparazione dimostrata da aprile in avanti. Nessuno che abbia chiesto scusa o si sia dimesso. Opposizione sparita, anzi continuano gli appelli ad essere uniti di fronte all'apocalisse...

baio57

Sab, 14/11/2020 - 15:48

Seconda ondata tutta colpa della movida e di Briatore ,Salvini e la Meloni .Della terza già paventata tra febbraio e marzo, di chi sarà la colpa,visto che ormai tutti mettono la museruola pure a letto e per le strade non gira un'anima viva ? I pipistrelli d'inverno vanno in letargo ,almeno questi li possiamo scartare..

anna.53

Sab, 14/11/2020 - 16:04

Il silenzio non succube di fronte alle enormi sciocchezze burocratiche (legislative e regolatorie del comportamento anche in casa propria), emesse in continuazione e confusivamente, è l'unica risposta. Rispettiamo regole essenziali, tanto questi casinisti incredibili ce li dovremo tenere sul gobbo x molto.

lolafalana

Sab, 14/11/2020 - 16:43

Perchè quella ignorante che aveva detto la stupidaggine dei parenti di primo grado non si dimette, almeno per dignità e non va a nascondersi...?

polonio210

Sab, 14/11/2020 - 17:05

Festeggiare il Natale? Non sia mai.Ma che siete pazzi?Natale senza amici e parenti a parte genitori o figli,sempre che gli abbiate.Natale senza luci che inviterebbero ad uscire,vero?Natale senza albero nelle piazze per lo stesso motivo precedente,vero?Natale senza regali perchè un buona fetta degli italiani non conosce o non sa usare un personal computer e Amazon è un nome ignoto.Ma non esiste solo il Natale:vogliamo parlare del Capodanno?Nessun cenone in casa o fuori,nessuna festa,nessuna esplosione di gioia.A questo punto inviterei tutti i negozianti,massacrati da decisioni folli,e le loro associazioni a tenere le vetrine prive di luminarie ed i cittadini a non esporle alle finestre ed ai balconi in segno di protesta.Facciamo calare il buio su questo governo che ci sta portando sull'orlo di un baratro finanziario e sociale senza fondo.

fabioerre64

Sab, 14/11/2020 - 17:06

Nessuno può dirmi cosa fare a Natale, tantomeno Pinocchio, farò quello che mi pare.

Ritratto di faman

faman

Sab, 14/11/2020 - 17:15

tersicore-Sab, 14/11/2020 - 12:52: ma basta con questa coglionata della dittatura, quando sarà finito tutto questo sarà ricordato solo come una grossa rottura di scatole.

Ritratto di faman

faman

Sab, 14/11/2020 - 17:20

sulle regole che si susseguono incalzanti e creano solo confusione sono pienamente d'accordo. Poche precise e mirate, non alle volte assurdamente generalizzate.

polonio210

Sab, 14/11/2020 - 17:24

Seconda proposta:se proprio si volessero esporre delle luci basterebbe usare pochi chiodi ed un'asse di legno per formare la parola libertà con le luminarie di Natale.Dieci minuti di lavoro per fare sapere a chi ci tiranneggia che ne abbiamo le tasche piene di essere considerati degli schiavi.Dimostriamo civilmente il nostro disprezzo,verso chi ci affama e ci nega i nostri diritti costituzionali,con una breve parola multicolore:LIBERTA'

Giorgio5819

Sab, 14/11/2020 - 17:47

trasparente- 15:27,...purtroppo Lei ha perfettamente ragione. Il degrado sociale programmato e progettato da questi soggetti si sta realizzando in pieno. Svegliamoci.

maurizio-macold

Sab, 14/11/2020 - 18:04

Finira' cosi': per salvaguardare l'economia si fara' di tutto per salvare Natale e capodanno, e poi saranno "cavoli amarissimi" perche' ci sara' la terza e piu' forte impennata del covid.