Così festeggiano soltanto le mafie

Oggi si riparte ma, come scrivevamo alcune settimane fa, la riapertura sarà più dura e difficile della chiusura

Oggi si riparte ma, come scrivevamo alcune settimane fa, la riapertura sarà più dura e difficile della chiusura. Il tutto aggravato dall'indecisione del governo che solo ieri sera ha varato vaghe direttive, molte delle quali tecnicamente inconciliabili con una attività economica o commerciale, tanto che non pochi esercizi resteranno chiusi perché alle condizioni date non è conveniente rialzare le serrande.

E dire che ci sono stati tre mesi di tempo per organizzare qualche cosa che conciliasse le esigenze sanitarie e quelle economiche. Il problema è che Conte si è affidato a professori invece che a imprenditori, e i professori, come noto, sanno spiegare, ma meno fare, altrimenti, invece che insegnare agli altri come fare soldi, li farebbero loro. Sta di fatto che oggi molti italiani prenderanno atto di avere perso il posto di lavoro, e quelli che lo ritroveranno non hanno alcuna certezza per il futuro, stante la precarietà della situazione.

E questo, soprattutto in alcune parti d'Italia, è un grosso regalo alle mafie che non vedono l'ora di andare incontro a bisognosi e disperati per ampliare il proprio raggio di azione e il proprio business. Per esempio - secondo rapporti in mano alla Guardia di Finanza - c'è il concreto rischio che una buona fetta dell'industria turistica e alberghiera e di quella della ristorazione finisca sotto il controllo delle organizzazioni criminali che si stanno già proponendo, contanti alla mano, come salvatrici, a imprenditori lasciati soli dallo Stato, piuttosto che impauriti da assurde responsabilità penali e civili in caso di contagi nei loro locali.

In questo il governo, con i suoi ritardi, strettoie burocratiche e carenze di mezzi, si è rivelato un grande alleato dei clan che, ovviamente, non guardano tanto per il sottile e dispongono di grandi quantità di denaro liquido. Hai voglia a controllare tutto e tutti, quando uno non vede vie d'uscita e fatica a mettere insieme il pranzo con la cena o è costretto a dilapidare il gruzzolo messo da parte è disposto a tutto, e al diavolo le remore etiche. Possiamo biasimare simili comportamenti? Sì, se la legalità offrisse una alternativa, non se - come purtroppo sta avvenendo - lo Stato appare lontano e sordo.

Mi auguro di sbagliare, ma purtroppo penso di non dire cose lontane dalla realtà: a festeggiare la riapertura oggi sono soprattutto le mafie, e lo fanno non per loro bravura, ma per l'ennesima prova di incapacità dell'avversario che gli sta offrendo la ghiotta occasione su un vassoio d'argento. Proprio non ci voleva.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enne58

Lun, 18/05/2020 - 17:16

Ma tanto la responsabilità è degli altri (vedi i governatori che hanno seguito le sue "direttive"

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 18/05/2020 - 17:23

purtroppo è vero! ma queste cose accadono perchè questo paese è in mano alla sinistra da ANNI! dal 2013! e si prende il potere con le buone o con le cattive (vedasi imbrogli elettorali, cattiva comunicazione, gente squallida, alleanze impossibili, ricatti morali e politici, scambi di favori e di influenze politiche, ecc) ! questa, signori e signore, è la SINISTRA e comprende anche il M5S! per questo vi invito a DIMENTICARLI! prendete il centrodestra come un punto di riferimento!

marzo94

Lun, 18/05/2020 - 17:43

Caro Sallusti, altro editoriale fuori tema, mi dispiace ma non ci siamo più. C'è un governo che a Roma manda l'esercito contro 200 manifestanti pacifici (più carabinieri e celerini che manifestanti), non riesce a portare a termine nulla, sta affossando il futuro dei nostri figli e nipoti, e tu mi tiri fuori la mafia che lucra? Resettati un po' .

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Lun, 18/05/2020 - 18:08

Mi sembra che l'articoletto di Sallusti sia ancora meno pragmatico di cio` che hanno indicato "i professori che non sanno fare". Che cosa propone esattamente, praticamente Sallusti? Se la prende gratuitamente col Governo, e solo perche' Salvini (che c'era) e Berlusconi e Meloni (che non ci sono mai stati) non ne fanno parte. Ottimo, Sallusti, Servitore di tre Padroni, la loro linea e` salva. Ma gli italiani?

Nicola48ino

Lun, 18/05/2020 - 18:17

Egregio Direttore come sempre ha centrato il nocciolo della questione. Però una lancia in favore del governo la spezzo:|Direttore come si fa a preparare tutto in tre mesi con una Taskforce di solo 450 persone più 2 super commissari e più 4 500 di senatori e deputati spingi bottone. Non sanno che cos'è la vergogna, vivono la giornata tanto santa e benvenuta pandemia a cambiare regime neanche se ne parla. Saluti Egregio.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 18/05/2020 - 18:37

Come al solito il Direttore Sallusti la dice giusta, da corretto giornalista che interpretai fatti e non le chiacchiere.

Happy1937

Lun, 18/05/2020 - 18:53

Perfetta analisi. D’altronde e’ noto che «  chi sa, fa; chi non sa Insegna agli altri « . Il Professore Avvocato e’ un esempio calzante.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 18/05/2020 - 19:43

La malavita si organizza quando lo Stato organizzato non lo è. E quello italiano lo è sempre meno. Oggi tocca il livello più basso di sempre in fatto di efficienza perché la politica è stata distrutta insieme a politici ritenuti corrotti come ce ne sono da sempre in ogni parte del mondo. Gli italiani han fatto le loro scelte ed oggi le paghiamo a caro prezzo. Niente è peggiore che gli incapaci comandino qualcosa. Se poi vengono eletti con consensi bulgari allora ogni disgrazia è strameritata. E' la democrazia, non ci si può far niente.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Mar, 19/05/2020 - 10:19

Taiwan vicinissimo alla Cina e con continui contatti con Wuhan è rimasta praticamente immune dal contagio adottando misure serie immediate (mascherine, tamponi, quarantene), ma senza chiudere un solo giorno alcunché. Noi con qualche migliaio di contagiati abbiamo fatto il "lock down" (orribile parola che in italiano ha efficaci sinonimi tipo serrata) ma dopo 3 mesi abbiamo centinaia di migliaia di infetti ... e riapriamo adottando la "fase 2". Ergo: 1. nonostante la serrata ci siamo continuati ad ammalare, 2. se si può adottare la "fase 2" con 100'000 infetti, perchè non si poteva farlo con 5'000? Non è che siamo stati a casa per nulla?

Sabino GALLO

Mar, 19/05/2020 - 14:15

Caro Direttore, il coronavirus ha focalizzato l'attenzione di tutto il Mondo sui suoi crudeli ed odiosi "omicidi" e sul grande numero di ammalati in cura in ospedali, con la fondata speranza di salvarli ! A tutto questo si aggiunge una ripresa economica incerta e ,comunqua, molto lenta! Ma altri problemi sono trascurati ! Alcuni dei quali, anche se "influenzati" dallo stesso assassino, introducono la probabilità di modificare anche qualche situazione negativa creata dall'"animale uomo"!

ilrompiballe

Mar, 19/05/2020 - 15:52

Peccato Originale: Gli italiani? Chiusi in casa, terrorizzati da una sarabanda di sapienti che nulla sapevano, privati del diritto di accompagnare i propri defunti per un estremo saluto, mentre il virus faceva quello che ha sempre fatto (e sempre farà): colpire i più deboli per poi eclissarsi. Un po' come fanno i terroristi. Non si rinchiudono 60 milioni di persone per NON salvarne 30 mila. E'orribile dirlo, ma è la realtà, che spesso è molto amara, come ben sa chi in altre occasioni l'ha vissuta. E non è finita perché ci ritroveremo presto le conseguenze economiche di questa disgrazia nazionale mal gestita.

Cheyenne

Mar, 19/05/2020 - 16:57

Se questo governo dura ancora tre mesi l'Italia non si riprenderà mai

Giorgio Mandozzi

Mar, 19/05/2020 - 18:11

Sa, direttore, dopo avere maledetto per anni le varie mafie mi viene la tentazione di fare il tifo per loro. Comincio a convincermi che siano largamente più efficaci dello stato e molto meno disattente alla gestione dei propri accoliti. In più non mi sembrano inclini a governi di coalizione e risolvono radicalmente le dispute interne. Lei dice che penso male? Forse ma il pandemonio di dichiarazioni, di intenzioni seguite da folli dpcm e/o pseudo decreti ha gettato i cittadini italiani nella prostrazione più assoluta. E' tutto voluto?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 19/05/2020 - 19:51

@Cheyenne - esatto, concordo.

sparviero51

Mer, 20/05/2020 - 17:18

PURTROPPO QUANDO UN POPOLO CONTINUA A SOPPORTARE E SUPPORTARE UNA TALE MASSA DI POLITICANTI INCAPACI È GIUNTA L’ORA DI VENDERE TUTTO E SCAPPARE . È L’APOCALISSE DI UNA CIVILTÀ RICEVUTA IN EREDITÀ E DISSIPATA IN MODO MIOPE E TAPINO !!!