Fermo, pitbull azzanna alla testa bimba di 6 mesi. La piccola è grave

La piccina è stata portata immediatamente al pronto soccorso dai genitori. Da lì i sanitari hanno disposto il trasferimento d'urgenza all'ospedale pediatrico di Ancona, dove si trova tutt'ora ricoverata in condizioni disperate nel reparto di rianimazione

Una giornata che sembrava come tante altre si è tramutata in tragedia per una famiglia di Fermo, nelle Marche. Poco prima dell'ora di pranzo infatti il pitbull di casa, all'improvviso e senza nessun motivo apparente, si è avventato contro una piccina di appena 6 mesi che stava aspettando che arrivasse la pappa e l'ha letteralmente azzannata al capo, stringendolo in una morsa terrificante.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Il Resto del Carlino il papà della bimba ha tentato disperatamente di allontanare le fauci dell'animale dalla figlioletta, riuscendoci dopo tanti disperati tentativi. Allontanato il cane i genitori hanno prestato i primi soccorsi alla loro bambina, la quale è apparsa immediatamente in condizioni disperate: i morsi potenti come quelli di un pitbull su di un cranio ancora molto delicato come può esserlo quello di un bambino così piccolo sono stati devastanti: i genitori hanno infatti assistito a versamenti copiosi di sangue e di materia provenire dalla testa della piccola.

I genitori hanno così deciso di portare con la propria auto la figlia al pronto soccorso dell'ospedale di Fermo, in modo da accelerare le operazioni di salvataggio. Qui i medici hanno capito immediatamente che la situazione era ancora più seria di quanto non fosse già noto ed hanno optato per il trasferimento urgente della neonata all'ospedale pediatrico "Salesi" di Ancona. La piccola paziente si trova tutt'ora presso il reparto di rianimazione e sta lottando fra la vita e la morte: le sue condizioni purtroppo sono disperate. Nel frattempo la polizia sta indagando sull'accaduto, cercando di capire se qualcosa in particolare ha scatenato la furia del pitbull di casa o se si è trattato di un'aggressione dal nulla.

Appena pochi mesi fa c'è stata un'altra aggressione di un pitbull nei confronti di una bambina piccola, stavolta nel napoletano: anche in quel caso l'animale aveva azzannato la giovanissima vittima al capo ma fortunatamente al termine di una lunga e delicata operazione chirurgica la giovanissima era stata salvata dai medici.

Troppi i casi di cronaca nera con protagoniste in negativo determinate razze dei nostri amici a quattrozampe: per tentare di porvi un freno il consiglio comunale di Milano il mese scorso ha approvato l'obbligo di ottenimento di un patentino per i proprietari di determinati cani appartenenti a razze ritenute pericolose (fra queste, oltre ai già citati pitbull, compaiono anche i Cani Lupo, i Rotweiller, i Bull terrier, gli American Staffordshire Terrier, gli Amstaff, i Corsi e i Doghi argentini).

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Dom, 08/03/2020 - 16:06

I cani soffrono di gelosia e questo li porta ad aggredire chi viene ritenuto da loro un " rivale". Bisogna scegliere,o figli o molossi, ma la gente questo non lo capisce, perché vuole considerare i cani come umani

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 08/03/2020 - 16:28

Questi cani sono pericolosi! Vanno banditi una volta per tutte

venco

Dom, 08/03/2020 - 16:34

Colpa del cane, vero?

killkoms

Dom, 08/03/2020 - 17:23

abbatetelo!