Il figlio di Massimo Ghini grave per il Covid. Ma l'attore viene offeso

L'attore ha raccontato della positività del figlio 25enne, ricoverato per una polmonite bilaterale dopo essersi contagiato con gli amici, e sul web è scoppiata la polemica

Il figlio di Massimo Ghini grave per il Covid. Ma l'attore viene offeso

Una cena, una partita alla playstation, una giornata insieme agli amici per ritrovare quella spensieratezza che i giovani hanno perduto per colpa della pandemia. E poi ecco arrivare il contagio da Covid-19, l'insorgere della polmonite e il ricovero in ospedale a soli 25 anni. È il racconto di quanto vissuto dal figlio di Massimo Ghini, popolare attore italiano, che nelle scorse ore ha svelato l'odissea vissuta dalla sua famiglia. Il monito rivolto ai genitori di prestare attenzione ai loro figli ha però scatenato una pesante polemica nei confronti dell'attore, che oggi si sfoga su Corriere della Sera.

Lorenzo Ghini, 25 anni, il più grande dei quattro figli dell'attore, ora è fuori pericolo, isolato in un hotel-Covid in attesa di negativizzarsi. Ma i giorni trascorsi in ospedale con una brutta polmonite bilaterale hanno lasciato il segno e Massimo Ghini non lo nasconde. "Il virus è pericoloso e ora colpisce anche i giovani, bisogna stare attenti - ha dichiarato Ghini nelle scorse ore - Lorenzo vive in casa con me, ma aveva affittato un appartamento con altri amici per cercare un po' di libertà. Avevano fatto tutti il tampone ed era negativo. Non uscivano per aperitivi o assembramenti ma si è contagiato comunque".

Il 25enne ha contratto il coronavirus ed è stato costretto al ricovero per l'insorgere di una polmonite bilaterale: "All'inizio, quando ha scoperto di essere positivo diceva di sentirsi bene poi dopo aver consultato il nostro medico di fiducia è stato portato di corsa in ospedale dove gli è stata diagnosticata una polmonite bilaterale". Oggi il 25enne ha superato la fase critica. Lorenzo Ghini è ancora positivo, ma è stato dimesso dall'ospedale e ora sta facendo la quarantena in un Covid hotel in attesa di poter rientrare a casa. La brutta avventura vissuta dalla famiglia ha spinto, però, Massimo Ghini a lanciare un grido d'allarme ai genitori: "Credo giusto dire loro di tenere alto il livello di attenzione e controllo, perché non è vero che i giovani sono immuni e, nonostante le precauzioni, a tutti può succedere quello accaduto a noi. Non è un invito a tenerli chiusi, ma a prestare attenzione e a sbrigarci con i vaccini".

Le parole di Massimo Ghini hanno scatenato, però, una pesante polemica sul web. Lo ha raccontato lui stesso al Corriere: "Il mio era solo un avvertimento non pensavo si scatenasse questo. Sono stato preso di mira sui social. Sono arrivati a dire che sono il solito pazzo, che pur di farsi pubblicità tira fuori la storia del figlio!Roba da matti. Un tizio mi ha addirittura detto che sono un padre che abbandona i figli e che Lorenzo dovevo 'educatamente incatenarlo a casa'. La gente non sa quello che dice".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento