Foggia, esplode palazzo: due morti e quattro feriti, un bimbo estratto vivo

Estratto vivo un bambino, figlio delle vittime. Sgomberate 20 famiglie

Foggia, esplode palazzo: due morti e quattro feriti, un bimbo estratto vivo

Un'esplosione causata da una fuga di gas ha provocato due vittime nel centro storico di Foggia. La deflagrazione è avvenuta questa notte in due appartamenti al piano terra di una palazzina di sei piani in via Edmondo De Amicis.

Dalle macerie sono stati estratti vivi Antonio Morelli (85 anni) e un bambino di tre o quattro anni, immediatamente trasportati in ospedale. Niente da fare per i genitori del piccolo, Giuseppina Fiore (29 anni) e Luigi Veneziano (37), che sono stati trovati morti. Secondo le prime notizie, la famiglia si era trasferita da poco, forse da meno di un mese, nell’appartamento, dopo aver fatto effettuare all’interno dell’abitazione alcuni lavori di ristrutturazione. L'esplosione sarebbe avvenuta però nell'appartamento di Morelli Ferita anche una coppia di coniugi che abita al primo piano del palazzo. Secondo le forze dell'ordine e i vigili del fuoco non ci sarebbero altre persone sotto le macerie.

"Avevamo dato l’allarme ieri. Intorno alle 19.30 ho telefonato all’Amgas dicendo che si sentiva un forte odore di gas, quando sono venuti i tecnici hanno fatto alcuni controlli e hanno detto di stare tranquilli che non c’era nessuna fuga di gas", racconta un inquilino del quinto piano. Circa 20 le famiglie sono state sgomberate.

Commenti