Forte dei Marmi, grazie ai privati arriveranno 20 vigili urbani in più per l'estate

Sta avendo successo la "colletta" organizzata dal Comune di Forte dei Marmi per reperire i fondi necessari ad assumere più vigili per la stagione estiva. Servono 160mila euro, per ora siamo a quota 90mila

Forte dei Marmi, grazie ai privati arriveranno 20 vigili urbani in più per l'estate

Troppi pochi vigili a Forte dei Marmi, specie d'estate, quando la cittadina versiliese è invasa dai turisti. Il Comune ha pensato di correre ai ripari assumendo 20 vigili tra giugno e settembre, cheandranno a sommarsi ai 22 già in servizio e agli 8 che ogni stagione sono assunti per la stagione. Per farlo servono 160mila euro e, di questi tempi, non è poca cosa. Anche perché con il "patto di stabilità" il Comune non può fare assunzioni. Ma con una norma inserita nell'ultimo decreto legge sugli enti locali (articolo 50 del decreto legislativo 50 del 2017) i Comuni possono assumere a tempo determinato, a patto che gli stipendi li paghi un privato (aziende o cittadini). E così Forte dei Marmi, dopo aver fatto due conti, ha iniziato a chiedere contributi, non solo ai residenti e agli imprenditori ma anche a tutti i villegianti che possiedono una casa.

Il progetto è del sindaco Bruno Murzi, un medico che è stato eletto nel 2017 con una lista civica che ha riunito varie anime (dalla sinistra alla destra), anche se era stato l’ex sindaco, Umberto Buratti (Pd), a suggerire al parlamento una legge che permettesse ai Comuni di assumere personale con fondi privati. Proposta che poi è stata recepita e inserita nel decreto sugli enti locali. Sono partiti gli incontri tra il Comune e gli albergatori, i commercianti e i gestori degli stabilimenti balneari, allargando poi anche ad altre categorie di persone.
L’obiettivo è di raccogliere almeno 160mila euro: dopo dieci giorni di colletta erano entrati in cassa 65mila euro, ora siamo a quota 90mila.

Ancora uno sforzo, dunque, e l'obiettivo di arrivare a 50 vigili urbani sarà raggiunto. Un numero considerato adeguato per coprire un territorio di circa 9 km quadrati, con meno di ottomila abitanti che però d'estate si impennano fino a quarantacinquemila. "Questo è indubbiamente un territorio sicuro – dice il sindaco Murzi al quotidiano Il Tirreno – però ci sono due tipi di
problemi: non c’è mai stato un servizio notturno perché le pattuglie dei vigili urbani terminano alle due di notte. Poi c’è l’attività di prevenzione e di controllo contro l’abusivismo di commerciale. I nuovi agenti verranno quindi impiegati per servizi integrativi in spiaggia di notte per le strade del paese".

Ma i cittadini quanto hanno sborsato per avere questi vigili urbani in più? Non c'erano limiti, ognuno ha dato e dà ciò che può e vuole. In media si va dagli 800 euro dei balneari ai 400 degli albergatori, fino ai 100 pagati dagli ambulanti. Una volta tirate le somme, ad aprile, si aprirà il bando per assumere i vigili. Anche i normali cittadini e i proprietari di seconde case sono stati contattati, con una lettera. Chi vuole ha versato un contributo, dai cento euro in su.

Commenti