Ma i soldi sono veri solo quando arrivano

Dopo giorni di guerra tra alleati il governo ha approvato ieri sera, con grave ritardo, la manovra da cinquantacinque miliardi per fronteggiare la crisi economica

Dopo giorni di guerra tra alleati il governo ha approvato ieri sera, con grave ritardo, la manovra da cinquantacinque miliardi per fronteggiare la crisi economica. Gli squilli di tromba con cui è stata annunciata appaiono stonati, parliamo infatti del minimo sindacale che ci si poteva aspettare da chi guida il Paese. Speriamo non sia troppo tardi per salvare il salvabile, che la sospensione della rata Irpef di giugno prevista nel decreto per le piccole e medie aziende serva a evitare o limitare la moria che è alle porte.

Oggi capiremo meglio ma, detto che la coperta era corta, alcune cose lasciano perplessi. Per esempio il fatto che il punto più caldo della discussione sia stata la sanatoria per gli immigrati, ma si siano dimenticati di compensare economicamente - come promesso solennemente - lo sforzo di medici e infermieri che sono stati tre mesi in trincea pagando un non indifferente tributo in vite umane, ben definisce quali siano le priorità di questo governo. In serata, dopo un'ondata di proteste, Palazzo Chigi ha fatto sapere che troveranno il modo di onorare l'impegno, ma avremmo preferito non per populismo, ma per senso di giustizia e riconoscenza - l'inverso: prima i nostri infermieri, poi gli immigrati da regolarizzare.

Comunque attenzione, non è tutto oro quello che luccica. I miliardi sulla carta non interessano, quelli buoni sono quelli che arrivano velocemente nelle casse delle imprese e nelle tasche delle famiglie. E qui i dubbi sono tanti, scottati come siamo dai recenti precedenti della cassa integrazione straordinaria che non arriva, dei bonus per i lavoratori autonomi impantanati nella burocrazia e dei prestiti bancari di fatto irraggiungibili, delle mascherine introvabili e dei tamponi con il contagocce. In altre parole, scottati da un governo lento a prendere le decisioni e incapace a metterle in pratica.

Altra cosa ancora è il dato politico. Le lacerazioni che questo decreto oltre il macchinoso piano di riapertura - ha provocato tra i partiti della maggioranza, dentro i Cinque Stelle, tra il premier in persona e i suoi soci e tra il governo e il Paese in tutte le sue articolazioni sono tali da non lasciare ben sperare per la tenuta dell'esecutivo.

Al punto che, secondo alcuni ben informati, questo potrebbe essere anche l'ultimo atto della sciagurata era Conte.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Mr Blonde

Gio, 14/05/2020 - 17:25

questo è il vero tema: le chiacchiere vanno bene, a mio avviso molti provvedimenti ci aiutano, ma troppe le incognite sulla tempistica: la medicina o ora o il paziente muore. Le stesse misure di liquidità con garanzie statale ad oggi sono un flop

Cheyenne

Gio, 14/05/2020 - 17:42

Direttore ma che si aspettava da un governo di scalcagnati ignoranti amanti solo delle prebende e delle poltrone. Ma come dissi due anni fa la colpa è del sig. mattarella che doveva ab initio dare l'incarico al centrodx

Venditore

Gio, 14/05/2020 - 18:54

Dico solo che quando un governo si sente minacciato di cadere e non intravvede più concrete vie d'uscita per salvarsi suo malgrado, lascia intenzionalmente palle avvelenate per i suoi avversari che lo succederanno, sperando di essere almeno rimpianto per quello che andava dicendo di fare. E' la prassi. Quindi segnali positivi all'orizzonte per il centro destra?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 14/05/2020 - 19:05

quando si tratta di soldi, i comunisti sono i peggiori! spendono senza criterio, non hanno rispetto per le persone in difficoltà, e non hanno rispetto per altri che lavorano e pagano per tenere in piedi un sistema sociale! fanno entrare in italia gente che non ha lavoro, e vengono messi a carico dello stato, oltre a lasciarli completamente liberi di fare violenze! i soldi bisogna darli a chi sa gestire BENE! berlusconi è uno di questi, perchè con i soldi ha saputo creare dal nulla imprese , ha creato società ,dato lavoro, pagato tasse lui stesso, ecc.... vergognatevi, babbei comunisti grulli!!!!!!!!!!!!!!!!!

Rugantino49

Gio, 14/05/2020 - 19:12

In attesa di riuscire a leggere il testo pubblicato in G.U., ho sentito dire che nel decreto "Rilancio" sarebbe compreso anche un articolo che prevederebbe l'anticipazione del pagamento a favore dei partiti del 2 per mille. Sarebbe previsto dall'art. 133. Qualcuno ne sa niente. Se sì, qualcuno ha qualcosa da ridire?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 14/05/2020 - 20:01

Clamoroso, il senatore Monti che di soldi ce ne ha tolti parecchi in nome dell'Europa ed in veste di Troika rischia di essere non peggiore di Conte che di soldi ne ha promessi tanti e non ne ha dato nessuno. Di soldi non ne ha e chi ce l'ha (le nostre banche coi nostri soldi) non li sgancia per timore di non rivederli più da un governo che chiacchiera ma non sa quel che fa.

giovanni951

Ven, 15/05/2020 - 10:17

l’importante che non arrivino i soldi del Mes che pagheremmo a caro prezzo. Spagna, Portogallo e Grecia ha giá declinato l’invito. Non vi chiedete il perché? per il resto vedremo se alle parole seguono i fatti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 15/05/2020 - 10:33

A parole sono fenomeni, nei fatti però....

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Ven, 15/05/2020 - 10:57

I paesi "virtuosi" della UE fanno bene a imporre condizioni per l'erogazione di somme. L'italia politica e governativa hanno dimostrato ampiamente di meritarsi tali ed ulteriori condizioni. Con l'aggravante della coglioneria. Si, perchè il volersi aggregare ad ogni costo ad una UE disciplinata e germanocentrica fu un atto autolesionista. Che la gente comune ed il sistema privato italiano pagarono ed ancor oggi continuano a pagare. Prima l'italia attuale va a bocconi e meglio sarà.

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 15/05/2020 - 14:02

Fosse vero! Non ci credo ma un cero l'ho messo anch'io. Il collante è forte, fortissimo. Più forte delle sollecitazioni destabilizzanti che squassano i 5stelle, i quali sembrano ormai abituati ad ingoiare il rospo e tutto lo stagno. Ormai hanno capitolato su tutti i fronti, perdendo tutte le battaglie, appiattendosi sull'agenda del PD...e vorrei proprio capire come fanno ad essere accreditati di quel 15% dei consensi che i sondaggi gli attribuiscono.

angryant

Ven, 15/05/2020 - 15:02

basta, ha ragione de luca!ci dessero la possibilita' di arrangiarci da soli ,e' l'unica via per sopravvivere a questo governo che ci spara addosso e dall'inconsistenza di meloni e salvini.vogliamo la liberta'.dal virus ci sappiamo proteggere non abbiamo bisogno di "scienziati"(e l'hanno dimostrato in tanti dal commercio alla ristorazione).liberta'!!via lo stato di polizia!!manifestazioni dai balconi!!!!!!!

angryant

Ven, 15/05/2020 - 15:08

in spagna ,nella stessa situazione italiana,manifestano.in tutti gli altri paesi non c'e' "sospensione della democrazia", non c'e' repressione.vogliamo il diritto di rischiare il contagio(non siamo deficienti). diventiamo tutti "bellanova" e lottiamo per i nostri diritti, soprattutto per il diritto al lavoro! le "misure" paranoiche che passa il governo ci affossano tutti.

flgio

Ven, 15/05/2020 - 16:34

Lo stesso contributo a fondo perduto è in sostanza un "gratta e vinci". Basato sostanzialmente sul fatturato di Aprile 2019; numero che può essere di qualsiasi importo, teoricamente anche uguale a zero. Insomma più è alto quello del 2019 e più è basso quello del 2020 si determinano la differenza e l'entità del contributo stesso che rimane una tantum ed è una percentuale molto bassa. In genere sarà al massimo qualche decina di migliaia di euro per quelle medie e qualche migliaia di euro per le piccole e individuali. Un pannicello tiepido.

Massimocubo53

Ven, 15/05/2020 - 16:58

Io vendo IMPIANTI DI CONFEZIONAMENTO di prodotti alimentari da oltre 40anni con velocità tra 300pezzi/minuto fino a 1750pezzi/minuto . Sono linee molto complesse e quando succede un problema si procede per fasi successive . E' esattamente come doveva muoversi il Governo per la Crisi COVID-19 ma essendo tutti diciamo "INCAPACI" non sanno come fare e quindi fanno solo casini . Dovevano fare 1 decreto per l'aiuto agli autonomi , i famosi 600€ per Marzo ed Aprile e forse Maggio , 1 decreto per le attività costrette a chiudere , come i ristoranti i bar le discoteche i negozi etc , 1 decreto per etc etc , 1 decreto per etc etc , invece di fare un enorme casino con un decreto di oltre 500pagine con tutti i provvedimenti dentro dove non si capisce assolutamente niente. Per fortuna io sono pensionato perchè il fatturato fino ad oggi del 2020 è di appena 258€ (fattura che non mi hanno ancora pagato) .