Nave quarantena per i migranti: ma non può fermare l'assalto alla Sicilia

La nave quarantena si fermerà in rada a Porto Empedocle, potrà ospitare circa 250 migranti. Nella prima decade di maggio però gli arrivi autonomi hanno fatto registrare numeri superiori. La nave non potrebbe bastare

L'arrivo della nave quarantena a Porto Empedocle potrebbe non spegnere le polemiche relative all'immigrazione in Sicilia. Si tratta della Moby Zara dell’armatore “Onorato” che, con i suoi circa 250 posti, dovrebbe consentire ai migranti di trascorrere al suo interno la quarantena dopo lo sbarco sulle coste dell’isola maggiore delle Pelagie e nelle coste agrigentine in generale.

Era l’8 aprile scorso quando, di fronte ai primi numerosi sbarchi iniziati dopo la fase clou dell’emergenza sanitaria, il sindaco di Lampedusa Salvatore Martello aveva rivolto un appello al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese affinché potesse dotare l’isola di un’apposita nave dove far trascorrere ai migranti un periodo di quarantena onde evitare che si diffondessero casi di contagio da coronavirus. Da allora, gli sbarchi non si sono più fermati facendo registrare numeri difficili da gestire soprattutto in assenza dei mezzi necessari richiesti. I migranti sono arrivati a tutte le ore: di notte, all’alba, in pieno giorno e, ogni volta, si è creato il problema di come dare soccorso a tutti garantendo il rispetto dei protocolli di sicurezza sia per gli stessi ospiti che per gli abitanti del territorio.

Di fronte all’escalation dei numeri, all’appello del primo cittadino di Lampedusa si è unito anche quello del suo collega di Pozzallo Roberto Ammatuna. Come si ricorderà, nell’hotspot del porto ragusano si è registrato fra i migranti un caso di positività al virus. Dopo quell’episodio, la procura di Ragusa ha aperto un’inchiesta contro ignoti. Le ipotesi di reato sono quelle di epidemia colposa e omissione di atti d’ufficio. Anche da parte dello stesso sindaco di Pozzallo sono state diverse le richieste affinché si istituisse la nave quarantena. All’appello dei sindaci si è unito prima quello del governatore siciliano Nello Musumeci e, in seguito, anche una lettera da parte dei sindaci dei comuni dell’agrigentino avente come destinatario il presidente del consiglio dei ministri Giuseppe Conte. Nel frattempo, l’emergenza caratterizzata dagli sbarchi autonomi sulle coste di Lampedusa non ha mai accennato ad arrestasi.

A questi arrivi si è aggiunto anche lo sbarco fantasma di una cinquantina di migranti a Torre Salsa, nell’agrigentino, quest’ultimo episodio ha contribuito a fare crescere l’allarme. Dal mese di marzo ad ora sono circa mille i migranti giunti nelle coste agrigentine e la maggiore concentrazione è stata registrata in questa prima decade di maggio. In particolare, sono stati circa 350 i migranti approdati in questi primi giorni del mese e questo non lascia presagire nulla di buono in considerazione del fatto che, con l’avvicinarsi della stagione estiva, questi numeri, come ci spiega l’esperienza, aumenteranno notevolmente. A questo punto una domanda sorge spontanea: la nave quarantena con 250 posti, riuscirà ad essere sufficiente a fronteggiare il numero dei prossimi arrivi?

Da Lampedusa e Pozzallo i rispettivi primi cittadini hanno espresso soddisfazione per l’arrivo della nave, ma ad esempio lo stesso Roberto Ammatuna, raggiunto telefonicamente, ha parlato anche della possibilità di un’altra unità navale: “Il prefetto Michele Di Bari – ha dichiarato il sindaco di Pozzallo – ha annunciato che in casi di emergenza si potrebbe ipotizzare anche un’altra nave di supporto”.

Ad Agrigento il sindaco Lillo Firetto ha affidato a Facebook il suo commento: “Se confermato l'arrivo della nave-quarantena a Porto Empedocle per la gestione sanitaria dei migranti che giungono sulle nostre coste, l'appello di noi sindaci di un corridoio umanitario e sanitario per questa ulteriore emergenza è stato parzialmente ascoltato”. Una frase quest’ultima, che non nasconde una certa perplessità non solo dello stesso primo cittadino ma, in generale, dei vari amministratori del territorio.

La sensazione infatti, è che dal Viminale abbiano voluto lanciare per l’appunto un segnale parziale, volto forse più a provare a placare le polemiche che a risolvere definitivamente la situazione. La pressione da parte del territorio del resto, soprattutto durante la fase più acuta dell’emergenza coronavirus, è stata molto forte. E spesso da Roma non sono arrivate precise indicazioni, acuendo maggiormente l’insofferenza da parte dei cittadini.

Tanto a Lampedusa, quanto in altre parti della provincia di Agrigento, non sono mancate manifestazioni e proteste per via dell’arrivo di sempre più migranti in alcuni centri di accoglienza. Ed ora sono in pochi a credere che la presenza di una nave per le quarantene possa far tornare la situazione alla normalità. Sui social sono in tanti a ritenere che anche le prossime settimane saranno contrassegnate dall’arrivo di migranti e dalla difficile gestione delle varie strutture di accoglienza, molte delle quali ubicate all’interno dei centri abitati.

Difficile ad esempio far credere ai cittadini di Porto Empedocle, che fino alle scorse ore hanno assistito allo sbarco di 79 migranti da una nave cargo in un porto che nei giorni scorsi il sindaco aveva inibito all’approdo di mezzi con persone soccorse in mare, che il posizionamento in rada della Moby Zaza sia in grado di appianare l’emergenza. Stesso discorso potrebbe valere per altri cittadini di altri comuni dell’agrigentino, quali ad esempio Grotte e Siculiana, i quali si sono visti arrivare decine di migranti in centri di accoglienza situati all’interno dei centri abitati.

Anche perché se già i dati prima citati potrebbero da soli ben mostrare come già ad oggi la nave risulti inadeguata alle attuali esigenze, occorre anche considerare che con l’avvicinarsi della bella stagione i numeri sono destinati prepotentemente ad aumentare. Così come scritto nei giorni scorsi su IlGiornale.it, anche per gli scafisti è iniziata una sorta di vera e propria “Fase 2”, con le organizzazioni criminali operanti tra Tunisia e Libia pronte a riversare decine di barconi nel Mediterraneo.

Gli sbarchi di queste settimane dunque, altro non sarebbero che una mera anticipazione di quello che potrebbe attendere la Sicilia e l’Italia intera durante i mesi estivi. E se già negli anni scorsi l’aumento del flusso migratorio durante la bella stagione ha destato allarme sociale nei territori più esposti al fenomeno, in tempi di coronavirus la situazione potrebbe farsi ben presto ancora più incandescente. L’emergenza migratoria dunque sembra correre inesorabilmente verso scenari più critici, mentre dal governo al contrario per adesso sono arrivate risposte lente e, molto probabilmente, non adeguate ad appianare da subito quella che si presenta come una delle situazioni più critiche da quanto l’Italia fa i conti con il fenomeno migratorio.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

detto-fra-noi

Dom, 10/05/2020 - 12:46

porte, porti e aeroporti chiusi invece che spalancati, in nome di una malintesa solidarietà, che serve a celare business milionari e la malcelata intenzione di alcuni stati di affossare l'Italia.

Brutio63

Dom, 10/05/2020 - 12:46

Ma non avevano raccontato la tavoletta degli accordi di Malta che prima di sbarcare erano già redistribuiti in altri paesi UE? Ci hanno riempito di chiacchiere amplificare dai media allineati e scodinzolanti! Questo è un palese incentivo all’arrivo indiscriminato di stranieri in Italia per continuare l’invasione e la sostituzione etnica degli italiani! Basta con l’Italia campo profughi dell’europa e le sue meravigliose città d’arte trasformate in suk e centrali di spaccio e prostituzione a cielo aperto!

machimo

Dom, 10/05/2020 - 13:09

Con tutti i problemi che abbiamo non sono chiusi i porti? Che bel governo. Giusto, i droni e tutto il resto per controllare sono per frustare il popolo!!! Grazie mattarella

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 10/05/2020 - 13:19

ancora parole, parole, parole, mentre gli schiavisti compagno clericali fanno fatti,senza problemi arrivano qui a Lampedusa e sulla costa agrigentina,mentre le autorità preposte non vedono, non ,sento,non fanno nulla, se non multare inerti cittadini, che solitari cercano un poco di aria, e la chiamano libera democrazia, (comunista )

agosvac

Dom, 10/05/2020 - 13:29

L'unica speranza è che prima dell'inizio ufficiale dell'Estate questo Governo dannoso possa essere sostituito e che la signora Lamorgese possa essere messa sotto inchiesta per i danni fatti all'Italia con le sue dissennate decisioni sui fasulli, che, si badi bene , non sono migranti ma soltanto clandestini.

Ilsabbatico

Dom, 10/05/2020 - 13:35

Non deve fermarsi a Porto Empedocle, se proprio la volete utilizzare allora che riporti i CLANDESTINI in Libia! Ma siete capaci di salvaguardare i confini o no? Ma volete trattare queste persone da clandestini o no? Il modello perfetto di gestione è quello Australiano...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 10/05/2020 - 13:37

E gli accordi con Malta che fine hanno fatto? Evidentemente la redistribuzione era solo una messinscena con la stessa Malta con lo scopo di depistare l'opinione pubblica.

Ilsabbatico

Dom, 10/05/2020 - 13:48

STATE PRENDENDO IN GIRO GLI ITALIANI!!! VERGOGNA!!!

maxfan74

Dom, 10/05/2020 - 14:16

Mi dicono dalla regia che il Governo è caduto...

DRAGONI

Dom, 10/05/2020 - 14:18

IL BUSSINESS SI ALLARGA E CONTINUA!!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 10/05/2020 - 14:18

L'assalto non si ferma perché i liberali piddoleghisti sottoscrivono il progetto demografico voluto dai padri fondatori dell'UE, quel meticciamento eurafricano noto in molti ambienti come "piano Kalergi". Votare piddoleghista è un sicuro modo per accelerare il genocidio delle nazioni europee. "ONG" governative, finte opposizioni che si fanno calpestare impunemente da figli di papà con rasta e yacht intestati, capri espiatori come Soros... Sono tutte cortine fumogene per distrarre dal fatto che la colonizzazione africana è approvata ai più alti livelli governativi, in ossequio all'ideale massonico della "Weltrepublik".

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 10/05/2020 - 14:57

Quintus_Sertorius Dom, 10/05/2020 - 14:18 Ma per quale recondito motivo al presente continui a chiamare i fautori dell'immigrazione clandestina piddoleghisti? I danni sono stati fatti dai precedenti governi,d'accordo! Ma a sostenere questa continua invasione ,oggi,mi risultano i pidioti e a seguire i 5s per paura di perdere le poltrone,non ti pare?

ITA_Chris

Dom, 10/05/2020 - 15:18

Non è accogliendo tutta l Africa in Italia o Europa che si risolve il problema. Sono anni che non si sta facendo niente o comunque non abbastanza. Gli scafisti ridono di noi.

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Dom, 10/05/2020 - 15:21

@giùalnord Lega e FdI sono alleati al partito più europeista e migrazionista dopo il PD, Forza Italia. La Lega ha installato il primo senatore africano nella storia della repubblica in questa legislatura. Nel programma odierno di Lega e FdI non c'è più traccia di espulsioni e riforme della legge su asilo, cittadinanza e quote, che sono scomparse persino dalla retorica dei rispettivi leader. I leghisti non fanno mistero di essere favorevoli all'arrivo di milioni di stranieri "purché regolari", ignorando volutamente gli effetti demografici a lungo termine della colonizzazione africana. Sì, PD e M5S importano clandestini. Ma i leghisti non solo lo hanno fatto in passato e hanno intenzione di farlo in futuro, ma soprattutto mancano della volontà politica necessaria a impedirlo. Sono i leghisti che piddizzano, io mi limito a constatarlo.

gianf54

Dom, 10/05/2020 - 15:22

La sindaca di Porto Empedocle (5stalle) aveva dichiarato il porto CHIUSO. Si vede come sta finendo; africani a gogò e tutti zitti!!

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Dom, 10/05/2020 - 15:59

Molti clandestini arrivano dalla Tunisia e in Tunisia (basta guardare molti video sui giornali tunisini) la quarantena é stata applicata poco e male. Si vedono infatti a Tunisi, a Beja, a Biserta, a Sousse etc. nei mercati alimentari un sacco di gente gomito a gomito senza mascherina!!!

Ritratto di Mario96

Mario96

Dom, 10/05/2020 - 16:07

Gli Italiani hanno votato i M5s? E adesso si tengano il PD... i profughi... i mafiosi scarcerati e la crisi economica inclusa quarantena demenziale.

Ritratto di Mario96

Mario96

Dom, 10/05/2020 - 16:09

Refugee welcome in Italialand.

aldoroma

Dom, 10/05/2020 - 16:12

E noi PAGHIAMO

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 10/05/2020 - 16:20

Scappano dall'atroce guerra in Tunisia poverini

giancristi

Dom, 10/05/2020 - 16:32

I "migranti" non li vuole NESSUNO STATO! Sono una zavorra di cui nessuno vuole caricarsi. Usare maniere spicce con gli stati africani. O si riprendono i loro concittadini o, se no, stop a qualunque invio di denaro. E interruzioni dei rapporti diplomatici.

robertino

Dom, 10/05/2020 - 16:39

Questo Governo con il beneplacito del Presidente della Repubblica sta uccidendo l'Italia. TUTTI i Paesi del Mondo, e ripeto TUTTI, hanno chiuse le frontiere e non lasciano entrare NESSUNO, se non per permesso speciale e ovviamente regolare, figuriamoci a far enrare dei clandestini in cerca di fortuna. Invece noi gli lasciamo tranquillamente entrare, spendendo inoltre fior di millioni, mentre gli italiani devono star chiusi in casa, soffrebdo una crisi economica mai vista dal dopoguerra, e perdippiu' non seguondo le regole rischiando pure centinaia di Euro di multa. MA CI VOGLIAMO FINALMENTE RENDERE CONTO, porca miseria ?! Quest'andazzo e' di fatto un attentato contro la popolazione italiana ! Non se ne puo veramente piu' !!! BASTA

Ritratto di moshe

moshe

Dom, 10/05/2020 - 16:46

e Mattarella cosa fa, paga in proprio le spese o le scarica come sempre sugli italiani ?

ESILIATO

Dom, 10/05/2020 - 16:53

Siamo sicuri che per proteggere l'equipaggio della nave mandiamo i carabinieri del "tuscania" a bordo.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 10/05/2020 - 16:55

PIANTATELA COL CHIAMARLI MIGRANTI! Sono CLANDESTINI, e ve lo dice uno che l'emigrante lo ha fatto; ma avevo in tasca PASSAPORTO e CONTRATTO DI LAVORO!

Ritratto di gianky53

gianky53

Dom, 10/05/2020 - 16:59

Salvini ha il merito di aver combattuto l'invasione dei clandestini, che Frottolo Renzi aveva silentemente posto in cima alla lista dei suoi piani. Questo governo di abusivi, invece, ha appena approvato una sanatoria per 600 mila clandestini già presenti, con la scusa che ci sono i pomodori da raccogliere, ed ora ne sta approntando altrettanti per per avere sempre un carnet di clandestini da regolarizzare. I piemontesi disoccupati che volevano poter lavorare nei campi sono stati rifiutati, per loro niente lavoro, ci sono i regolarizzati da occupare.

Sabino GALLO

Dom, 10/05/2020 - 17:25

Ma non ci sono mica problemi ! Di navi-crociera ferme ce ne sono, per una utilizzazione buona e meritevole di benedizione ! Purché il servizio a bordo resti uguale !

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Dom, 10/05/2020 - 17:30

Beh, adesso che l'ospedale covid di Lecce chiude, possono essere trasferiti lì. Emiliano, da buon comunista, sarà contento di poterli accogliere nella sua regione.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/05/2020 - 17:35

250 ci stann osulal nave? I soprannumerari ? Rimandateli indietro, tutti.

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Dom, 10/05/2020 - 17:42

Tutto procede bene con questo governo: mafiosi liberi; clandestini a carico nostro; 600.000 prossimi alla regolarizzazione; altri con il solito business ne arriveranno; la rapita recuperata che torna musulmana probabilmente dietro pagamento.....e noi italiani "allocchi". Ma si andrà a votare prima poi!

MarcoDN

Dom, 10/05/2020 - 17:51

Vorrei sapere perché il governatore Musumeci, che è di destra, non si ribella a questa continua umiliazione della sua regione. Aumentano gli sbarchi e la nuova ricetta quale sarebbe? Una bellissima nave turistica per 14 giorni e poi tutti liberi, come sempre? Viene il sospetto (molto sgradevole) che in Italia il business dell'immigrazione abbia sempre fatto comodo a tutti i partiti, basta rileggersi la storia pazzesca del CARA di Mineo e tante altre inchieste giornalistiche...