Istat, rapporto debito-pil al 132 per cento

Migliora il rapporto pil-debito. A rilevarlo è l'Istat che sottolinea come nel 2016 il rapporto debito-pil è infatti arrivato al 132%

Migliora il rapporto pil-debito. A rilevarlo è l'Istat che sottolinea come nel 2016 il rapporto debito-pil è infatti arrivato al 132%. In discesa rispetto al 132,6 per cento registrato invece nel 2015. L'Istituto di statistica inoltre ha riportato le stime per il Pil. Nel 2016 è cresciuto dello 0,9 per cento posizionandosi appena sopra i livelli del 2000. Nel 2016, spiega l’Istat, "il Pil ai prezzi di mercato risulta pari a 1.680.523 milioni di euro correnti, con una revisione al rialzo di 8.085 milioni rispetto alla stima precedente. Per il 2015 il livello del Pil risulta rivisto verso l’alto di 6.714 milioni di euro". Nel 2016 l’incremento del Pil in volume è pari a 0,9%, con un risultato invariato rispetto alla stima preliminare di marzo. Sulla base dei nuovi dati, il Pil in volume è cresciuto nel 2015 dell’1,0%, con una revisione al rialzo di 0,2 punti percentuali rispetto alla stima di marzo (+0,8%). Inoltre va sottolineato che nel 2016 gli investimenti fissi lordi hanno registrato una crescita di volume del 2,8 per cento, mentre i consumi finali sono cresciuti dell'1,3 per cento e le importazioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ilbelga

Ven, 22/09/2017 - 12:25

sai che notizia, nel 2002 prima dell'euro era attorno ai 98 - 100 punti. ora è a 132 come mai. dove sono gli economisti che abbiamo avuto con Monti???

onurb

Ven, 22/09/2017 - 12:30

Posso finalmente tirare un bel sospirone di sollievo. Mi rimane un unico dubbio. In casa mia, se ho un debito di 100.000 euro e un pil di 200.000, posso saldare il debito. Estendendo il concetto all'Italia, non capisco (per modo di dire) perché il debito è aumentato, arrivando a toccare 1.300 miliardi, se il PIL è aumentato.

VittorioMar

Ven, 22/09/2017 - 12:38

...QUESTA SI E' UNA BELLA NOTIZIA PER CHI DESIDERA LA CITTADINANZA ITALIANA ..: IL DEBITO PRO CAPITE E' SCESO DI QUALCHE EURO !!

jaguar

Ven, 22/09/2017 - 12:50

I soliti dati pre elettorali e farlocchi dell'Istat.

Celcap

Ven, 22/09/2017 - 13:23

Dice in discesa rispetto allo scorso anno da 132,6 a 132. Si parla comunque sempre di enormitá e per spaventarvi ancora di più bisognerebbe prendere la cifra del pareggio moltiplicarla per il 132% e il risultato cambiarlo in lire italiane. (se non avete una calcolatrice capiente é un numero che non ci sta nel display). Spaventatevi. Probabilnente con le lire quella cifra ci bastava per tirare avanti per diversi anni.

antipifferaio

Ven, 22/09/2017 - 13:23

Ahahahah...ancora con le balle di stato!!! Evvai...Aummmh abboccateci tutti ai "dati" dati da chi detiene il potere. Ovvio che tutto va a favore del mantenimento...Numeri in libertà...quelli veri sono un optional per pochi intimi...

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 22/09/2017 - 13:36

Tutto merito delle RISORSE!!!lol lol. Buenos dìas dal Nicaragua.

PAOLINA2

Ven, 22/09/2017 - 14:11

Sono dati farlocchi solo quando sono positivi, vero mercedes?

PAOLINA2

Ven, 22/09/2017 - 14:14

Dal 2002 al 2010 abbiamo avuti altri governi e altri ministri dell'economia e la situazione e' andata peggiorando caro ilfrancese.

PAOLINA2

Ven, 22/09/2017 - 14:50

Tutto merito della Lega caro Hernando45.Salutos dall'Oltrepo'Pavese.

unz

Ven, 22/09/2017 - 15:04

con Berlusconi era al 100%. Poi la sequela di geni.

Ritratto di ilmax

ilmax

Ven, 22/09/2017 - 15:38

ma come?!?!....15 settembre 2017 - Il debito pubblico sfonda quota 2300 miliardi - Il debito pubblico mette a segno un nuovo record: a luglio ha raggiunto i 2.300 miliardi, in aumento di 18,6 miliardi rispetto al mese precedente. Lo comunica la Banca d'Italia spiegando che l'incremento ha riflesso l'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro (per 32,9 miliardi, a 85,6; erano pari a 101,0 miliardi a luglio 2016), in parte compensato dall'avanzo di cassa delle Amministrazioni pubbliche (13,3 miliardi). Il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 19 miliardi, in calo di 400 milioni quello delle amministrazioni locali. fonte "La Repubblica"

Ritratto di giordano

giordano

Ven, 22/09/2017 - 15:40

SIAMORICCHIIIIIIIII !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

carpa1

Ven, 22/09/2017 - 15:41

Sinistra senza pudore. Fa pubblicare dati, fra l'altro sicuramente farlocchi, con cui si pavoneggiano di aver migliorato PIL e debito pubblico di uno 0,0qualcosa a fronte di una crescita molto negativa degli ultimi anni ed un debito che è salito, sempre negli ultimi anni, di diversi punti percentuali. Il tutto per far credere gli allocchi, appena prima delle elezioni, che "tutto va bene". E fate ben attenzione, perché nei prossimi mesi questo tato sarà sempre più all'ordine del giorno.

PAOLINA2

Ven, 22/09/2017 - 16:16

Gli allocchi come lei la pensano diversamente quando fa' comodo, nei prossimi mesi questo TATO sara' ancora migliore, caro cefalo1.

VittorioMar

Ven, 22/09/2017 - 16:32

..DEBITO PUBBLICO "2011"..1900miliardi di euro !..2017... 2300 miliardidi euro!..DIFFERENZA NEGATIVA 400miliardidi euro!...GOVERNI IMPOSTI DA NAPOLITANO : MONTI ..LETTA..RENZI..GENTILONI : COSA C'ENTRA LA LEGA ??

jaguar

Ven, 22/09/2017 - 17:07

Paolina2, oggi sei scatenata, comunque i dati dell'Istat sono sempre farlocchi, nel bene e nel male.

onurb

Ven, 22/09/2017 - 18:47

Io faccio un ragionamento terra terra. A dicembre 2016 il debito italiano era di 2.218 mld, mentre ora è di 2.300 mld. Ciò significa che, considerando i dati riferiti, ossia il rapporto debito/PIL variato in un anno da 136 a 132, e applicando semplici operazioni imparate alle elementari e alle medie (moltiplicazioni, divisioni e proporzioni), il PIL dovrebbe essere aumentato, rispetto all'anno scorso, del 6%. Qui ci prendono per i fondelli.