Negozi, bar, ristoranti, sport: cosa accadrà dopo Pasqua

Le misure di contenimento rimaranno in vigore fino a metà aprile. Poi potrebbe iniziare la graduale riapertura delle imprese. Per negozi e bar ci vorranno settimane. Sileri: "Difficile dare una data"

Anche quando passerà l'emergenza coronavirus, bisognerà osservare alcune misure di contenimento. E le riaperture di aziende, negozi, pub e ristoranti non potranno avvenire tutte insieme. Sono queste le indicazioni date dagli esperti, per la gestione del post emergenza, per cui serviranno ancora settimane.

Italia blindata fino a Pasqua

Fino a Pasqua, infatti, dovrebbero rimanere in vigore le misure attuare finora, senza nessun cambiamento. Qualcosa si potrà modificare solo quando la curva calerà, facendo arrivare i contagi a zero. Su questo punto, il ministro della Salute, Roberto Speranza è stato chiaro: "Nella riunione del comitato tecnico scientifico svoltasi stamattina è emersa la valutazione di prorogare tutte le misure di contenimento almeno fino a Pasqua. Il governo si muoverà in questa direzione". Per questo ci si aspetta che il prossimo Consiglio dei ministri decida una serrata almeno fino al 12 aprile, magari indicando i possibili scenari per il post emergenza, sempre che i numeri calino nelle prossime settimane. Come ricorda il Corriere della Sera, il nuovo provvedimento entrerà in vigore sabato prossimo e dovrebbe durare fino al 18 aprile. Anche il presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, aveva annunciato il mantenimento delle misure attuali fino a metà aprile.

Il post emergenza

Ma con la fine dell'emergenza non tornerà immediatamente tutto come prima. Lo ha anticipato Brusaferro, spiegando: "Anche quando i casi di coronavirus scenderanno a zero, la vita non tornerà come prima per un bel po' di tempo". Dello stesso parere anche Achille Vairati, sottosegretario Pd al ministero dell'Interno: "Non ci sarà una data X in cui tutto tornerà come prima. Non sarà così nè a livello territoriale, nè per tutte le attività lavorative". E sulle modalità di azione, si stanno valutando diversi scenari, per garantire "che la curva non torni a crescere": per questo, aveva annunciato l'Iss, "le aperture avverranno in modo graduale" e si sta valutando anche la possibilità di usare lo "stop and go" degli inglesi.

Con l'attenuarsi delle misure, le prime a riaprire potrebbero essere le attività imprenditoriali collegate alla filiera alimentare e farmaceutica. In fondo alla lista, invece, ci sarebbero i luoghi che creano affollamento, come pub, discoteche e sale eventi, e anche bar e ristoranti. In ogni caso, quando ristoranti e bar verranno riaperti, è probabile che dovranno seguire le norme delle distanze di sicurezza: un metro di distanza tra i clienti e servizio al tavolo. Norme severe potrebbero essere introdotte anche per ditte, negozi e palestre. Tra i locali che dovranno aspettare più di altri per riaprire ci sono anche parrucchieri e centri estetici, data la vicinanza tra il cliente e il lavoratore, che alza il rischio di nuovi malati.

Le previsioni

"Difficile dare una data" riguardo alla riapertura di aziende e attività, aveva avvisato il viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri. Ma, aveva aggiunto, "abbiamo dati incoraggianti. Le misure prese le settimane scorse stanno dando l'effetto desiderato": il picco potrebbe arrivare in questi giorni e, di conseguenza, la curva dovrebbe iniziare a calare a breve, ma per raggiungere quota zero potrebbe volerci ancora qualche settimana. Solo allora si potranno valutare le misure del post emergenza. "Il comitato scientifico sta già studiando una modalità di riapertura- annuncia Vairati- ma sarà una modalità complessa. Non illudiamoci che nel giro di poche settimane avremo concluso questa cosa. Secondo me non ci daremo la mano per 6-8 mesi". Per la riapertura delle aziende ci sono diversi fattori da considerare. Il tutto è rimandato a dopo Pasqua, quando i dati ci diranno se la diffusione del virus ha rallentato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

antonmessina

Mar, 31/03/2020 - 10:10

la gatta furiosa fa micini ciechi.. non avere fretta è indispensabile guarire le isole e poi isolarle con cordone sanitario e poi per ultimo fra due anni si apriranno i luoghi di aggregazione come bar ristoranti cinema sale giochi e via dicendo dovremo per due anni mantenere mascherine (ammesso ce le diano gratis) e distanze di sicurezza . forse succedera come con la spagnola ovvero che dopo due anni si spegne tutto

Ritratto di nando49

nando49

Mar, 31/03/2020 - 10:14

Continuo a leggere che dopo il virus "nulla sarà come prima". Cosa cambierà? E chi farà cambiare tutto? I cittadini? Credo di NO. Chi ha impostato questa società farà in modo tale da farci credere che saremo noi a cambiare le cose ma in realtà la società cambierà secondo i soliti poteri forti che oggi ci condizionano.

Lucmar

Mar, 31/03/2020 - 10:17

Ah, state cominciando a cambiare regisstro. Bene. Perché fino a ieri sembrava, a quel che dicevate, meno contagi c'erano e più bisognava prolungare gli arresti domiciliari; con la prospettiva con l'azzeramento dei contagi, di avere gli arresti a vita: l'ergastolo domiciliare!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 31/03/2020 - 10:17

E certo, fino ad ora hanno risparmiato sui bar e ristoranti, e quando riapriranno le cicale si butteranno a far festa. Tanto poi se dovesse andare male c'è Davide Faraone che ha promesso anche 800 euro al mese. Incredibile, come hanno in mano quattro soldi, se li sentono bruciare.

madrud

Mar, 31/03/2020 - 10:18

Speranza: basta guardarlo in faccia. Brusaferro e Locatelli pure. Ma vogliamo affidare il futuro dell'Italia a questi "esperti"? Di test di massa per liberare gli "immuni" manco se lo immaginano. Qualche politico raccoglie una proposta di buon senso?

Sempreverde

Mar, 31/03/2020 - 10:25

Stato vergognoso tutti i bonus e cassa integrazione sono soggetti a TASSAZIONE

POKER70

Mar, 31/03/2020 - 10:25

Bar, discoteche, negozi, se non ci saranno importanti aiuti economici o sgravi fiscali, prevedo fallimenti a catena per le suddette attività, con conseguenti licenziamenti. Spero che i politicanti con lo stipendio assicurato dai contribuenti se ne rendano conto.

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Mar, 31/03/2020 - 10:31

nando49 - Non credo che bisognerà scomodare i poteri forti (cosa mai sono?), dopo, secondo me, ci saranno le categorie forti che si arricchiranno in fretta e le categorie deboli che staranno sempre peggio. Nella periferia della mia città, dopo la seconda guerra mondiale, erano usciti tutti con le ossa rotte. Dopo alcuni anni si fecero nuovi e belli palazzi dove chi potè acquistò degli appartamenti. Quei palazzi vennero nominati i palazzi dei ladri.

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mar, 31/03/2020 - 10:35

Ma perchè non riapriamo tra 3 anni così siamo sicuri? Non tutti hanno stipendi assicurati reddito di cittadinanza e sono dipendenti statali o hanno bei conti in banca da utilizzare a piacimento. Oltretutto l'età media dei morti è 79 anni (!) molti dei quali con malattie pregresse. è molto dubbio che chiudere fabbriche frequentate da 30/40enni faccia calare il numero dei morti

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 31/03/2020 - 10:36

Speriamo che la precoce apertura non comporti il ritorno del virus. Non ce lo possiamo permettere. Come all'inizio sarebbero bastate due settimane di chiusura totale tempestive per evitare questo disastro, ma abbiamo snobbato i tempi, non facciamoci prendere mano dalla fretta, la pagheremmo cara. Dobbiamo avere la massima certezza, per non cadere in una ecatombe.

Calipsos

Mar, 31/03/2020 - 10:37

@ antonmessina, lei la fa facile con l'approccio graduale. A parte il fatto che in due anni di inattività le imprese saranno morte e sepolte, lo Stato nel frattempo come si manterrebbe in piedi? Con i prelievi forzosi dai conti correnti e con le patrimoniali...?

steluc

Mar, 31/03/2020 - 10:41

Tutto come prima, e quando mai? Il Rubicone è stato passato, test positivo, gli italiani le libertà individuali non sanno manco cosa sono, la Costituzione? Un paravento, la prossima volta soldati in strada e passaporto interno perché piove. Un non eletto può fare tutto questo è tutti muti. Tanti poveri? Un humus perfetto.....

jaguar

Mar, 31/03/2020 - 10:43

Quello che accadrà dopo Pasqua non lo sa nessuno, mi sembra inutile creare illusioni di riapertura.

Antonio Chichierchia

Mar, 31/03/2020 - 10:46

Il problema di Renzi è che arriva sempre troppo presto alle soluzioni giuste, vedi il referendum che ci avrebbe permesso di NON essere governati dai perdenti, ma la gente lo prende per megalomane. A Roma il 2 Marzo i positivi ricoverati allo Spallanzani erano 7, oggi sono 216.E’ giusto distruggere l’economia di una città di cinque milioni di abitanti con questo livello di rischio?Forse da noi non ci sono stati aperitivi di massa, partite di Champion e li eviteremo ancora per molto. Del resto se questa è una GUERRA..dopo Caporetto, Diaz schierò i soldati sulla linea del Piave e nella battaglia di Vittorio Veneto morirono 90 mila soldati, ma il Paese si salvò.Meglio sarebbe stato capitolare ?

antonioarezzo

Mar, 31/03/2020 - 10:47

iniziare a riaprire dopo il 18 aprile, sarà come spararsi un colpo in testa.

AjejeBrazow

Mar, 31/03/2020 - 10:51

Ecco...è partito il nuovo ottuso mantra dei giornalai che hanno cominciato a ripetere ossessivamente (evidentemente comandati dai loro padroni) che nulla sarà più lo stesso.Se è una specie di lavaggio del cervello o un messaggio subliminale,dando ad intendere dovremmo stare buoni e rassegnarci ad un'ulteriore peggioramento delle condizioni di vita,ve lo potere scordare.Se intendete che salta tutto,ci potete giurare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 31/03/2020 - 10:54

Riconvertiamo molti posti di lavoro, incentiviamo l'allevamento bestiame, basta con l'importare carne dall'estero. Ma soprattutto copiare dall'estero con nuove tecnologie su come si produce con la pastorizia. Smettiamola di essere il terzo mondo. Non si può ancora vedere mani che raccolgono i pomodori e vedere gente che percepisce un reddito stando seduti al bar e magari giocando alle macchinette e poi lamentarsi che hanno fame.

cecco61

Mar, 31/03/2020 - 10:55

Troppo bello se tutto non tornasse come prima ma, ahimè, ci credo poco. Solo questione di tempo perché il Governo di incapaci si mostrerà come il salvatore dell'Italia per mantenere la poltrona (e già hanno iniziato addebitando tutte le responsabilità a Fontana, Zaia e quindi alla Lega). Da Mattarella a tutta la sinistra avremo la fila per genuflettersi di fronte a Francia e Germania e ai diktat della UE che sfrutterà le problematiche dovute al virus per sottomettere definitivamente l'Italia. Con buona pace di tutti i sinistrati buonisti nostrani, Papa compreso, veri traditori della Patria.

DRAGONI

Mar, 31/03/2020 - 11:03

RALLENTARE E' UN SEGNO POSITIVO DELL'EVOLVERSI DELLA PANDEMIA MA DOVREMMO PER PRIMA COSA AUMENTARE E BLINDARE FISICAMENTE LE NOSTRE FRONTIERE MARITTIME , OVVERO NON PERMETTERE CHE ARRIVI INDISCRIMINATAMENTE PERSONE E COSE CHE POSSANO RIACCENDERE E PEGGIORARE LA SITUAZIONE. IN ALTRE PAROLE ADOTTARE LE MEDESIME "ACCORTEZZE" DELLO STATAO CITTA' DEL VATICANO!!

tremendo2

Mar, 31/03/2020 - 11:07

l'Italia non sarà più la stessa, ma i privilegi dei privilegiati e dei politici rimarranno uguali.

amicomuffo

Mar, 31/03/2020 - 11:15

aggiungerei io....e l'importante anche tornare a vedere i divini calciatori correre dietro ad un pallone.....poi se l'Italia affonda, chi se ne frega! ( Gassman nel film i mostri, docet!)

maxfan74

Mar, 31/03/2020 - 11:17

Non si deve avere fretta, meglio aspettare di avere un grado di sicurezza sostenibile. Dobbiamo correre verso la vita e non dall'altra parte...

alox

Mar, 31/03/2020 - 11:19

E' normale che fino a quando non si avra' in vaccino le cose non torneranno alla normalita'...in US sono in ritardo, cosi' la Francia il Sud america...evitare che turisti di questi Paesi entrano a casaccio e' fondamentale...la normalita' e' lontana

giovanni951

Mar, 31/03/2020 - 11:24

il comitato tecnico scientifico? quello che non tollera chi la pensa diversamente da loro? che pure non hanno le idee chiare.

baio57

Mar, 31/03/2020 - 11:30

@ amicomuffo Se cosi sarà vuol dire che ne stiamo venendo fuori,quindi ben vengano i ritorni del calcio ,basket,ciclismo,atletica,pallanuoto,pallavolo,nuoto,ginnastica,sci,triathlon,baseball,hockey,canotaggio,pugilato,ritmica,sci di fondo,salto con gli sci,motocross,motoGp,automobilismo,rally,pallamano,rugby.....ti basta no o devo continuare ?

lavitaebreve

Mar, 31/03/2020 - 11:37

SECONDO ME QUESTO VIRUS È STATO CREATO IN LABORATORIO, OVVIAMENTE IN CINA. LO HANNO CHIAMATO CORONAVIRUS PER LA SUA FORMA DI UNA CORONA. PER QUESTO MOTIVO LA CINA NON DICE LA VERITÀ SULLA CAUSA CHE HA SCATENATO IL VIRUS. SE I MOTIVI FOSSERO ALTRI, FORSE, AVREBBERO GIA' DETTO LA VERITÀ. FORSE.

bernardo47

Mar, 31/03/2020 - 11:37

Serve calma. Chi ha fretta si avvii da solo. Non si scherza con queste cose caro Renzi e soci.

ambidestro

Mar, 31/03/2020 - 11:37

"le prime a riaprire potrebbero essere le attività imprenditoriali collegate alla filiera alimentare e farmaceutica." - FORSE VI E' SFUGGITO CHE SONO GIA' APERTE

Ritratto di faman

faman

Mar, 31/03/2020 - 11:52

Antonio Chichierchia-Mar, 31/03/2020 - 10:46: Vittorio Veneto fu un inutile massacro, l'esercito austriaco era oramai allo sbando ma occorreva mostrare al mondo una vittoria sul campo.

TIRATARDI

Mar, 31/03/2020 - 11:55

Cosa accadra' dopo Pasqua?...nulla.

libertyfighter2

Mar, 31/03/2020 - 11:55

Grazie che non sarà più la stessa. E' stata distrutta dalle politiche idiote del governo con l'applauso dei media.

mbrambilla

Mar, 31/03/2020 - 12:04

se riaprono le scuole e i centri di aggregazione sarà come la seconda ondata della "spagnola" la più devastante.

Sempreverde

Mar, 31/03/2020 - 12:05

Beh ormai sembra chiarissimo: Italia divisa in due, da una parte il lavoro che produce PIL martoriato da disoccupazione povertà e nel caso migliore da forte diminuzione del reddito, dall'altra la massa dei mantenuti della pubblica amministrazione super garantiti a vita il cui tenore di vita aumenterà in relazione all' impoverimento degli altri. Ricordatevi che come in Grecia prima o poi toccherà anche a voi una volta che noi partite iva saremo tutti morti.

Ritratto di italiain

italiain

Mar, 31/03/2020 - 12:31

Non vorrei che la cura fosse peggio della malattia. Credo che da settimana prossima si dovrebbe permettere alla gente di uscire ma con obbligo di mascherine.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 31/03/2020 - 12:39

RITIRATEVI I SOLDI IN BANCA CONTE ED I SUOI AMICI NEOLIBERISTI VI PRENDERANNO QUELLI PER PRIMA E POI IL RESTO. CON GUANTI E MASCHERINE TUTTI SI POSSONO LAVORARE ED USCIRE DI CASA.

Iacobellig

Mar, 31/03/2020 - 13:04

Basta stare SEQUESTRATI in casa, chi non è positivo con adeguati dispositivi (mascherina), perché nessuno è cretino di contagiare ed essere contagiato, può uscire liberamente così come vanno riaperte le attività commerciali, bar ristoranti ecc. ecc. governo di incapaci e improvvisati a cominciare da Conte di maio speranza de Micheli Patuanelli faraone, la inutile Lezzi e altri ancora.

Antonio Chichierchia

Mar, 31/03/2020 - 13:08

@ Faman Mar, 31/03/2020 - 11:52.Da Wikipedia:La prima battaglia del Piave....Le truppe italiane, credute vinte e moralmente distrutte anche dagli stessi vertici militari dopo la battaglia di Caporetto, opposero invece una tenace resistenza nei dintorni del monte Grappa tra le rive del Brenta e del Piave, permettendo così alla linea difensiva impostata lungo quest'ultimo fiume di continuare a resistere all'offensiva nemica ...L'alternativa a combattere(e anche morire) sarà il Default modello Argentina o Grecia.Supermercati svaligiate, assalto alle banche ....Io posso anche morire (70 anni), ma mi preoccupo per figli, nipoti etc.

buonaparte

Mar, 31/03/2020 - 13:18

fino a quando non ci sarà il vaccino o l'immunità di gregge si dovrà andare in giro con la mascherina guanti e distanze. si potrà fare tutto tranne ritrovi di qualsiasi genere soprattutto nel tempo libero. quello che non dicono è che i contagi si sono verificati nel tempo,libero,discoteche,bar,pizzerie,stadio, balli cene e ecc. dopo si potranno fare ad esempio le partite ,ma senza pubblico solo alla tv e cosi per il resto dello sport. il grosso problema sarà quello legato al turimso di varie genere dai ristoranti ,alberghi spiagge e ecc.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 31/03/2020 - 13:21

se le tasse si fermano per un anno, allora riaprire è possibile. altrimenti , meglio passare direttamente al fallimento concordato, e amen! questo però dipende dalla sinistra e dal governo: se vogliono capire, devono fare solo questo :-)

Frankdav

Mar, 31/03/2020 - 14:24

Prima non hanno valutato adeguatamente il rischio (non dico di chiudere tutto e subito ma magari dotare medici e ospedali di mascherine e indumenti protettivi andava fatto per tempo) adesso ci vengono a dire che per 6-8 mesi ci dobbiamo scordare una vita normale? Già che ci siamo riconvertiamo l’intera industria nella produzione di mascherine, gel e materiale sanitario e l’altra metà della popolazione la mandiamo a lavorare negli ospedali

Calmapiatta

Mar, 31/03/2020 - 14:38

Chi pensa che, un giorno, Conte andrà in Tv a dire, "amici, abbiamo scherzato, tutto come prima", sogna. La situazione rimarrà grave per tutto aprile e, se Dio ce la manda buona, forse a maggio potremo rivedere la luce. I danni collaterali di COVID saranno pesanti da gestire e dureranno a lungo, almeno che i nostri governanti (ma la vedo dura) dimostrino, per la prima volta, di tenere più al paese che ai c...i propri.

Ritratto di faman

faman

Mar, 31/03/2020 - 14:42

Antonio Chichierchia-Mar, 31/03/2020 - 13:08: ho solo fatto un appunto sulla battaglia di Vittorio Veneto, prima della quale tanti reparti austriaci si rifiutarono di combattere e vennero fatti prigionieri, senza assolutamente volere fare paragoni con la situazioned attuale.

Ritratto di faman

faman

Mar, 31/03/2020 - 14:44

buonaparte-Mar, 31/03/2020 - 13:18: l'immunità di gregge si conseguirà quando saremo vaccinati.

baio57

Mar, 31/03/2020 - 15:01

@ Faman ,il nuovo logo con bandiere di (e)uropa ed Italia calza proprio a pennello....mi vien quasi da piangere ..... per non dire qualcos'altro....

Frankdav

Mar, 31/03/2020 - 15:21

A proposito di “vita normale” sabato e domanica scorsa a Milano sono stati superati per 2 giorni i valori consentiti per le emissioni dei gas di scarico (e non di poco)... qualcuno mi sa spiegare come sia possibile dato che la colpa era tutta dei veicoli inquinanti? Non è che era tutta una presa in giro?

SPADINO

Mar, 31/03/2020 - 15:56

DOPO PASQUA SI CONTINUERA' CON LE CHIUSURE FINO A GIUGNO...MINIMO

Savoiardo

Mar, 31/03/2020 - 16:01

Cosi' sono anche da prevedere centri di accoglienza per Italiani incapienti divenuti tali per la follia delle misure governative.

baio57

Mar, 31/03/2020 - 16:05

@ Frankdav Studi scientifici ormai consolidati ,hanno evidenziato che l'inquinamento dovuto alle emissioni delle auto incide per il 15% . Non diciamolo troppo in giro ,altrimenti i seguaci della EcoPippicalzelunghe la prendono male...

Frankdav

Mar, 31/03/2020 - 17:05

@baio57 Infatti, gli unici che non lo sanno (o fanno finta di non saperlo) sono i sindaci di tutta Italia che fino all’altro ieri passavano il tempo a gingillarsi con divieti, blocchi e sanzioni rendendo la vita impossibile ai cittadini (senza peraltro risolvere il problema) A Stoccarda hanno dimezzato la presenza di polveri sottili triplicando il lavaggio delle strade. Morale ci prendono per i fondelli da tempo ormai