Tutte le ambiguità di Conte che lascia i porti aperti

Mentre gli italiani stanno in casa per evitare i contagi da coronavirus, i migranti continuano ad arrivare per poi fuggire dai centri di accoglienza. Un pericolo per la sanità pubblica

Ripiombata nella morsa del coronavirus e con tanti problemi da affrontare sul fronte dell’immigrazione. È questa la fotografia dell’Italia che da una parte, impreparata a gestire la ripresa della pandemia, chiede ai cittadini di stare a casa il più possibile, mentre dall’altra continua a lasciare aperte le porte ai migranti che arrivano in massa con tutti i rischi che ne derivano.

Due pesi due misure

Con l’impennata veloce dei livelli di contagio da coronavirus, l’autunno ha bussato presto alle porte degli italiani chiedendo nuovamente prudenza e restrizioni. Per far fronte alla forte ondata il governo ha colorato la Nazione in giallo, arancione e rosso, limitando al massimo le uscite di casa. Ai forti sacrifici richiesti ai cittadini, cui ha fatto seguito come risposta un grande senso di responsabilità, non appare proporzionata la tollerabilità del comportamento dei migranti che arrivano sulle coste partendo dall’altra parte del Mediterraneo. Il fenomeno dell’arrivo degli stranieri, dopo il picco raggiunto durante la stagione estiva, non ha mai mollato la presa continuando a mettere in crisi il sistema di accoglienza. Le città che si sono ritrovate a gestire direttamente gli sbarchi sono entrate in sofferenza, non solo per la grave situazione sanitaria in corso ma anche per l’atteggiamento degli arrivati. Sono diversi gli episodi di fuga dai centri di accoglienza contati negli ultimi giorni. Stranieri in quarantena che fuggono e gironzolano per le città mettendo a rischio la salute pubblica al contrario dei residenti delle zone interessate che sono costretti a stare nella propria abitazione il più possibile. Multe per chi esce di casa senza una valida giustificazione e migranti che stanno in giro come potenziali mine vaganti, capaci di aggredire anche le forze dell’ordine una volta richiamati a rispettare l’obbligo della quarantena.

L’accordo con la Francia non risolve il problema

Dopo l’attentato di Nizza dello scorso 30 ottobre a opera di un tunisino sbarcato a Lampedusa un mese prima, in un incontro tra il ministro dell’Interno francese Gérald Darmanin e la collega italiana Luciana Lamorgese si è deciso di rafforzare il sistema dei controlli lungo il confine franco-italiano. Per far fronte alla minaccia terroristica sono state istituite le brigate miste per il pattugliamento dei confini. Un mezzo di difesa in via sperimentale che partirà a breve e che vede dislocate su quell’asse le forze dell’ordine di entrambe le Nazioni. Una misura che consentirà di individuare chi, arrivando dall’Italia, abbia intenzioni di oltrepassare il confine per compiere atti terroristici in Francia. Un metodo che non risolve il problema alla base per l’Italia dal momento che, dalla parte opposta del confine, i migranti e con essi i possibili terroristi continuano ad arrivare senza filtro.

Quell'idea mai tramontata del blocco navale

Esiste un modo per controllare anche i confini marittimi? Su questo fronte più volte è stata evocata l'idea del blocco navale. Anche perché c'è il precedente del 1997, quando l'allora governo Prodi ha blindato il canale d'Otranto in risposta ai numerosi sbarchi provenienti dall'Albania. Un'esperienza però irripetibile oggi nel canale di Sicilia in quanto sono molto diverse le condizioni. Circostanza confermata su IlGiornale.it da un ammiraglio della Guardia Costiera: “L'Italia violerebbe in tal modo il diritto internazionale – ha dichiarato – l'Albania non è un precedente da prendere in considerazione. Semplicemente non possiamo andare contro una nave straniera al di fuori delle nostre acque territoriali”.

Tuttavia uno Stato ha la possibilità di controllare un dato tratto di mare. Soprattutto tramite azioni cosiddette di “interdizione”: persuadere cioè navi non desiderate a non varcare un determinato limite. Come? Malta ad esempio invia proprie motovedette per “convincere” (donando carburante e cibo per effettuare il viaggio) i barconi a tornare in Libia oppure a sbarcare in Italia. Una mossa unilaterale che a lungo termine però presenta molti rischi. L'Italia, nel suo caso, potrebbe invece schierare mezzi lungo una determinata linea, intimando ai barconi di non passare: “È fondamentale però l'accordo con gli Stati dirimpettai”, ha sottolineato la fonte della Guardia Costiera interpellata. In questa fattispecie è vitale un accordo con Tunisi.

Lontano ogni accordo con la Tunisia

A parlare della possibilità di schierare mezzi navali e aerei nel canale di Sicilia, previo accordo con le autorità tunisine, è stato lo stesso ministro dell'Interno Luciana Lamorgese: “Dovrebbe essere previsto il posizionamento di assetti navali o aerei che possano avvertire le autorità tunisine di eventuali partenze da quei territori – ha dichiarato la titolare del Viminale – in modo che possano intervenire in autonomia nelle loro acque territoriali”. È l'ammissione che, di fronte all'incessante aumento del flusso migratorio dalla Tunisia, è possibile prendere contromisure. Al momento però quella del ministro è solo un'idea. Di concreto non c'è nulla.

L'impressione è che il governo stia temporeggiando, anche per le note beghe interne sul tema migratorio. Eppure di motivi per rendere prioritario un accordo con Tunisi ce ne sarebbero. Ridimensionare il numero degli sbarchi oggi è più che mai vitale. In ballo c'è la sicurezza sul fronte sanitario, visto che la pandemia da coronavirus è ancora in atto, così come la sicurezza sul fronte terrorismo. Le ultime vicende lo hanno ricordato fin troppo bene. Al momento però i confini marittimi rimangono esposti a ulteriori nuovi incontrollati ingressi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Malacappa

Dom, 22/11/2020 - 14:44

Casa sua e di tutti i buoni e' aperta????

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 22/11/2020 - 14:50

Conte .. "Non c'è più niente da faaare, è stato bello sognare.." In barese direbbero "Ce ‘nge n’am’á sscí, sciamanínne, ce non ‘nge n’am’á sscí, non ‘nge ne sime scénne!" Prendi la prima opzione e mettila in campo, coraggio..

PANDORINO62

Dom, 22/11/2020 - 14:59

Si potrebbe discutere inutilmente del perché noi non possiamo passare da un comune all'altro mentre loro passano da un continente all'altro. ...la realtà è che il rischio di morire per loro è molto alto e l'Europa da sempre sta solo a guardare....e prima se la prendevano solo con Salvini....mentre adesso i "buonisti "tacciono vergognosamente e colpevolmente....ma si muore sempre in mare....

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 22/11/2020 - 15:03

Finchè i porti saranno aperti, per cani e porci, per delinquenti e stupratori, gli Italiani devono ANULLARE tutti i veti che il governo sta facendo con il Corona virus!!! PERCHÈ??? """Perchè come i rapresentanti della giustizia agiscono pesando i processi con due bilance, lo stesso fanno i balordi di questo infame governo, penalizzando gli Italiani, con multe salate, ma lasciando libera circolazione ai migranti e allo spaccio di stupefacenti"""!!!

romabene

Dom, 22/11/2020 - 15:03

Ci sarebbero metodi legali per contrastare il fenomeno, in particolare quello dei tunisini irregolari. 1) Adottare o minacciare di adottare sanzioni contro la Tunisia: blocco del commercio, blocco del traffico commerciale e turistico. 2) Dichiarare l'isola di Lampedusa area di transito internazionale. Chi vi arriva illegalmente puo' essere respinto senza poter presentare domanda di asilo. La cosa avviene quotidianamente negli aereoporti internzionali. 3) Non spostare i clandestini dai siti di arrivo, organizzando l'accoglienza con campi profughi gestiti dall'esercito, sino alla definizione del loro status. 4) Attivare i consolati nei paesi a rischio per accogliere le domande di asilo dei veri profughi bisognosi di assistenza.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 22/11/2020 - 15:09

Questi sarebbero coloro che scapperebbero da guerre e carestie, coloro che lasciano genitori, mogli e figli alla mercè di dittatori, dei VIGLIACCHI che vengono nel nostro paese, per spacciare stupefacenti dentro e fuori le scuole e per stuprare le nostre donne??? """PERCHÈ ABBIAMO I CONSOLATI E LE AMBASCIATE??? SOLAMENTE PER PROTEGGERE I VENDITORI DI ARMI!!!

gigi0000

Dom, 22/11/2020 - 15:11

Non intendo assolutamente giudicare l'operato di tutti i governi che si sono susseguiti negli ultimi anni, ma di certo so che la mancanza di serie politiche sui flussi rappresentino importante concausa della situazione. Non si può frenare il fenomeno in tempi brevi, nemmeno colle sparate del malrasato e donzelletta, che conteggiavano solo gli sbarchi delle ONG e non i barchini e gli arrivi via terra. Altre nazioni, più liberali e meglio governate, permettono gli ingressi regolari ed hanno numeri ben inferiori ai nostri, col perfetto controllo degli immigrati. BASTANO € 1500 PER UN VISTO D'INGRESSO VALIDO 1 ANNO:

Enne58

Dom, 22/11/2020 - 15:12

Non si tratta solo di due pesi e due misure, ma di complicità

Ritratto di cicopico

cicopico

Dom, 22/11/2020 - 15:13

noi in casa e i clandestini liberi di girare e infettarci,sono da prendere a calci nel sedere questo governo e ora di scendere in piazza.sono arroganti ma perche nessuno degli italiani fa niente,chi pecora si fa il lupo se lo mangia,e loro lo hanno capito benissimo.

michelemichelino

Dom, 22/11/2020 - 15:15

L'élite globalista vuole schiavi a costo ancora più basso per l'intero continente europeo, e seconda cosa, vuole che tutti i costi di accoglienza iniziali se li accolli esclusivamente l'Italia, paese che le altre nazioni vedono con invidia (sopratutto i membri di questa cupola di potere internazionale) perché sanno che gli italiani sono il nuovo popolo prescelto da Dio, un po' come migliaia di anni fa lo furono gli ebrei i quali invece Dio lo tradirono.

Junger

Dom, 22/11/2020 - 15:18

I nostri demo"cristiani" con la pancia perennemente piena si credono buoni e accoglienti. In realtà sono corresponsabili della morte in mare di decine di migliaia di questi poveretti.

Giorgio Mandozzi

Dom, 22/11/2020 - 15:24

Ritengo non ci sia alcuna ambiguità ma semplicemente l'esecuzione dell'accordo tra UE, Vaticano e questo scellerato governo che ha accettato di riempire, silenziosamente, l'Italia di diseredati ai quali dovremo provvedere non avendone i mezzi e quindi mettendo a rischio la stabilità sociale del nostro paese. Altro che "risorse"; quando ci sveglieremo dall'ipnosi covid19 e ci ritroveremo infinitamente più poveri e con milioni di disoccupati e fallimenti aziendali dovremo fare i conti anche con tutti i clandestini che nel frattempo hanno riempito le nostre strade e le nostre città. Saranno anno durissimi visto il crollo dell'economia e del necessario e storico cambio di nuovi lavori e la scomparsa di altri. Non ci sarà europa che potrà evitarci il disastro sociale!

Santorredisantarosa

Dom, 22/11/2020 - 15:33

IL CAVOLO AMBIGUITA' QUESTA E' PURA E SEMPLICE COMPLICITA' POLITICA.

IlCazzaroNero4949

Dom, 22/11/2020 - 15:33

gigi000000000, ilmalrasato come lo definisci tu aveva quasi azzerato gli sbarchi, (senza dimenticare che magistratura, ciurmaglia di sinistra e parte dei 5stelle remavano contro) e le OnG in quel periodo si tenevano a distanza. Per i barchini ci avrebbe pensato dopo

Giallone

Dom, 22/11/2020 - 15:38

Ciccopicco, ti ricordo che il capitone aveva promesso in campagna elettorale di rispedire a casa 650 mila clandestini in 6 mesi. In realtà in un anno ne ha rimpatriati circa 1000. Ricordatevi che i destri non mantengono mai le promesse.

Nes

Dom, 22/11/2020 - 15:40

Più Clandestini = Più aiutini EU

Happy1937

Dom, 22/11/2020 - 15:42

Giallone: informati i tuoi giallorossi quest'anno hanno fatto entrare in Italia il quadruplo dei clandestini dell'anno precedente. È vero, hanno mantenuto la preomessa di mettere gli ita

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 22/11/2020 - 15:44

tante chiacchere e niente fatti, mentre l' ORDA silenzio e vorace ISLAMICA, prende posizione ,pronta ad agire quando sarà in grado di capirne il momento, non molto lontano, con la complicità dei cattocomunisti, allora ci saranno solo lacrime amare e cocenti dolori per i non musulmani

Happy1937

Dom, 22/11/2020 - 15:44

Giallone, informati. Gli sciagurati giallorossi, che sembrano piacerti tanto, quest'anno hanno fatto entrare in Italia il quadruplo di clandestini dell'anno precedente. È vero sta

AjejeBrazow

Dom, 22/11/2020 - 15:50

Ma quali "ambiguità".Ci vuole tanto a capire che un simile smidollato è solo un burattino che sta eseguendo ordini dall'estero ?

ilbelga

Dom, 22/11/2020 - 16:00

ho visto sulla foto dei migranti nella barca: due saldatori specializzati, tre tornitori, quattro meccanici, quindici muratori, diciassette imbianchini, cinque periti elettronici, sei periti industriali, quattro architetti, quattro ingegneri elettronici, tre idraulici ecc, ecc. ho chiesto loro se volevano venire a lavorare in fabbrica a ciclo continuo sui tre turni compresi i festivi: mi hanno risposto: non siamo mica qui per il lavoro, noi baldi giovanotti fuggiamo dalla guerra, non siamo qui a elemosinare lavoro, vogliamo vito e allogio e possibilmente RdC. Grazie governo dei miei ....

Ritratto di adri3r

adri3r

Dom, 22/11/2020 - 16:01

INTANTO NOI PENSIAMO A COSE PIù SERIE, SE RIUSCIAMO A FARCI IL NATALE ED IL CAPODANNO CON I PARENTI CHE SFANCULIAMO TUTTO L'ANNO!!!!! #PORTISPALANCATI

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/11/2020 - 16:02

@Giallone - visto c he fai i lcomunsita a dire che le porte degli alrti devono stare aperta, lascia aperta la tua che veniamo a divertirci. Come regalo ti portiamo anche delle risosrse.

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 22/11/2020 - 16:11

Comincio a credere che non vi sarà una sostituzione etnica. L’80% sono uomini giovani che vogliono essere mantenuti e non vogliono lavorare. Vogliono solo delinquere, stuprare, spacciare ed accumulare ricchezza a sbafo. Mi sembra che stia avvenendo il sacco d’Italia come quello fatto dai visigoti nel 410 e quello fatto dai lanzichenecchi nel 1527. Quando non vi sarà più nulla di nulla, se ne andranno la sciando dietro di loro morte, desolazione e deserto. Spetta a noi patrioti ed ai sinistri compresi, far si che questo non accada.

Ritratto di emo

emo

Dom, 22/11/2020 - 16:14

per Giallone; è troppo facile continuare a criticare Salvini se non ha rimpatriato 600.000 "risosrse boldriniane" come ventilato,Non riesco neppure a pensare che casino avreste fatto voi buonisti di Sx se solo fosse arrivato arimpatriarne la metà. In compenso però voi in accordo con i negriewrei trafficanti riuscite ad importarne a migliaia nonostante la contrarietà del popolo e senza nessuna vergogna.

Giorgio5819

Dom, 22/11/2020 - 16:19

E' la sporcizia della politica sinistra di questi soggetti al governo. E' l'affronto continuo agli ITALIANI, frutto dell'ideologia malata comunista di appoggiare l'illegalità e fingere buonismo riempiendo l'Italia di soggetti che non hanno NESSUN diritto di entrare in Italia. E' lo squallore comunista.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 22/11/2020 - 16:48

Giallone (che pero mi sembri piu un ROSSONE) carissimo 15e38. Salvini in campagna elettorale era convinto (come tanti) che avendo il CDX avuto la maggioranza dei voti, avrebbe potuto governare!!! Ma un certo Mattarella, NON ha voluto conferirgli l'incarico di andare in parlamento a cercarsi i pochi voti PARLAMENTARI mancanti!! E quindi ha dovuto cercare l'appoggio dei 5s, pensando che l'avrebbero "AIUTATO" a mandare indietro quei 600 mila!!! Ma poi si e dovuto ahime ricredere tanto da "rompere" quel governo INUTILE, dimostrando pero nel contempo di aver sensibilmente ridotto gli arrivi!! Tutto il resto e NOOIAAA come cantava il Califfo!!! AUGH.

leopard73

Dom, 22/11/2020 - 16:49

Mai visto una politica COSÌ da SCHIFO noi al chiuso ed i CLANDESTINI liberi per volere KOMUNISTA!!!!

ItaliaSvegliati

Dom, 22/11/2020 - 17:06

Porti aperti per CLANDESTNI mentre per gli italioti TSO obbligatorio multe da 400€ in su e sanzioni penali, per i CLANDESTINI liberi di circolare e infettare...agli eroi degli infermieri aumento di 2€ per i CLANDESTINI 5 miliardi....votate ancora komunista....

Nauseato60

Dom, 22/11/2020 - 17:35

al diavolo il diritto internazionale. cosa fanno ci bombardano per punizione?Io chiamerei l'ambasciatore tunisino a Roma e gli direi che li carichiamo su nave militare e loro se li vengano a riprendere al confine delle acque territoriali e le spese siano messe a carico del loro governo

Surfer67

Dom, 22/11/2020 - 17:56

Ed a tv e radio private 50mln di bonus per propagandare le invettive del governo invece che spenderli in sanità. Complimenti conte e succubi aprofittatori vari. E ci silamenta pet titti quelli che fuggono da questo paese? Tea poco saremmo in minoranza dopodiché auguri.

Ritratto di pulicit

pulicit

Dom, 22/11/2020 - 18:00

Il belga: Condivido.Regards