L'Aeronautica presenta il nuovo calendario per il progetto "Un dono dal cielo"

L'Aeronautica Militare ha lanciato, in concomitanza col Giubileo Lauretano, il progetto "Un dono dal cielo" che devolverà in beneficenza parte dei proventi del nuovo calendario 2020

Lo scorso 10 dicembre, durante la serata denominata “Volando con le stelle”, ed in concomitanza con le celebrazioni della Madonna di Loreto, “patrona degli aeronauti”, è stato presentato il nuovo calendario dell'Aeronautica Militare, i cui proventi andranno in parte in beneficenza. La ricorrenza apre anche quello che è il Giubileo Lauretano, in occasione del centenario della Beata Vergine Lauretana quale santa patrona, che vedrà numerose iniziative celebrative: il Giubileo avrà termine il 10 dicembre 2020, dopo un anno pieno di iniziative religiose e di beneficenza, di eventi e di manifestazioni che la Forza Armata promuoverà in tutti i suoi enti sul territorio italiano.

La serata “Volando con le stelle”

La serata di presentazione del calendario e delle attività connesse al Giubileo Lauretano che durerà per tutto l'anno 2020, si è tenuta presso l'auditorium Parco della Musica di Roma. L'evento è stato caratterizzato da uno spettacolo teatrale e comunicativo accompagnato dalle note della banda musicale dell'Aeronautica Militare e dal Coro Petrassi.

All'evento erano presenti il sottosegretario di Stato alla Difesa, Angelo Tofalo, il capo di Stato maggiore dell'Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Alberto Rosso, e numerose autorità religiose, civili e militari. Ospite d'eccezione anche il colonnello pilota Luca Parmitano: l’astronauta dell’Esa ha parlato attraverso un breve video realizzato sulla Stazione Spaziale Internazionale (Iss) di cui è comandante dallo scorso ottobre.

Il calendario dell'Aeronautica Militare

Il calendario 2020 dell’Am, come riferisce l' “Arma Azzurra”, è un viaggio attraverso le bellezze naturali, i monumenti e le città del Paese, fotografate dalla troupe della Forza Armata da una prospettiva privilegiata, insieme ai velivoli militari che ogni giorno sono in volo per garantire la sicurezza dei cieli italiani ed assicurare svariati servizi alla collettività, dai trasporti sanitari di urgenza, alla ricerca e soccorso, all'intervento in caso di calamità, al pattugliamento marittimo, alla difesa aerea.

I bellissimi scatti sono stati effettuati, infatti, lungo tutto lo Stivale: si ricorda infatti il sorvolo, da parte di due Tornado e un C-130 dell'Am, della città di Milano avvenuto lo scorso primo agosto che ha prodotto l'immagine del cacciabombardiere in volo sul centro cittadino con lo sfondo la splendida cornice di Piazza del Duomo.

Particolare attenzione è stata anche data alla Sicilia: lo scatto dedicato al mese di dicembre immortala un P-72A del 41esimo stormo di Sigonella, con sullo sfondo l'Etna, il più alto vulcano attivo d'Europa. Spazio anche al nostro patrimonio archeologico, unico al mondo: il tempio greco di Segesta è ritratto sorvolato da una coppia di Eurofighter F2000 del 37esimo stormo di Trapani. Ed ancora, dall’alto, viene immortalato l’avamposto sud dell’Am: il centro radar di Lampedusa, con le sue coste alte e frastagliate che ne fanno una vera e propria perla nel blu del mare Mediterraneo.

Un modo per sottolineare il legame speciale tra il territorio e i vari reparti dell’Aeronautica, che con il proprio patrimonio di valori e competenze costituiscono una presenza viva e attiva lungo tutta la Penisola e, come riferito dal Csm Aeronautica, generale Alberto Rosso, una "risorsa strategica e capillare, che opera per la gente e con la gente e sulla quale ogni comunità sa di poter contare in ogni circostanza”.

La beneficenza

Come già accennato, in occasione del Giubileo Lauretano, l'Aeronautica Militare sarà impegnata in attività di beneficenza e proprio in quest'ottica parte del ricavato della vendita del calendario, che è possibile acquistare connettendosi al sito della Forza Armata oppure andando presso il punto vendita promozionale di Palazzo Aeronautica a Roma, sarà devoluto al progetto “Un dono dal cielo” in sostegno degli ospedali pediatrici Gaslini di Genova, Santobono Pausilipon di Napoli e Bambino Gesù di Roma. Allo stesso progetto è abbinata anche una raccolta fondi volontaria tra il personale dell'Am tesa a devolvere il corrispettivo di una o più ore di lavoro.