Lamezia, morto il terzo operaio colpito dall'esplosione di un silo

Ricoverato in condizioni disperate, non è sopravvissuto. Sale a tre il numero delle vittime del grave incidente

Lamezia, morto il terzo operaio colpito dall'esplosione di un silo

È morto in ospedale l'operaio rimasto ferito ieri nell'esplosione di un silo a Lamezia Terme. L'uomo, che stava lavorando alla manutenzione degli impianti della Ilsap Biopro, azienda che si occupa di trasformazione degli oli combustibili, era rimasto gravemente ferito. Due colleghi, Daniele Gasbarrone e Alessandro Panella, erano morti sul colpo.

La terza vittima del grave incidente sul lavoro era Enrico Amati, 47enne di Sinalunga, in provincia di Siena. Non è sopravvissuto alle ustioni, che coprivano il 90% del suo corpo. Non era stato portato al Centro grandi ustionati per l'impossibilità di trasportarlo nelle condizioni disperate in cui era arrivato in ospedale.