Nordafricano lancia sassi sulla A1: finisce in ospedale la deputata della Lega

Un 22enne egiziano è stato fermato dalla polizia perché lanciava oggetti contro le auto in transito sull'autostrada A1. L’uomo, in stato di alterazione, è stato portato in un centro di igiene mentale di Codogno

Nordafricano lancia sassi sulla A1: finisce in ospedale la deputata della Lega

Un 22enne di origini egiziane è stato fermato dalla Polizia perché stava lanciando sassi e segnaletica stradale contro le auto che transitavano sull'autostrada A1 nel tratto tra Lodi e Casalpusterlengo. L’uomo, in stato di alterazione, è stato bloccato dagli agenti con il taser. Il lancio sarebbe avvenuto, secondo quanto è stato riferito all'AGI, dal bordo della strada. Sul posto è intervenuto il personale del 118 che si è occupato di valutare la presenza di eventuali feriti.

Ferita la deputata leghista

Alla fine sono state 31 le persone soccorse, tre delle quali, tra cui una donna ferita da alcune schegge di vetro, sono state trasportate in ospedale per accertamenti ma non sarebbero in condizioni preoccupanti. I feriti sono due uomini di 22 e 65 anni e una donna di 35 anni, la deputata della Lega Claudia Gobbato, che è rimasta ferita a un occhio dalla polvere di vetro del parabrezza frantumato. La leghista stava partendo per le vacanze estive insieme al marito, vicesindaco di Agnadello, e ai due figli piccoli.La circolazione dei mezzi sull'autostrada A1 nel tratto di strada interessato è stata bloccata.

Pesanti ritardi per i treni

L'allarme è scattato verso le 9,30 di oggi, venerdì 12 agosto, quando sono arrivate le segnalazioni riguardanti un pedone che lanciava oggetti sulle vetture in transito sull’Autostrada del Sole, vicino al cavalcavia di Borghetto Lodigiano. L’uomo, di origini nordafricane, secondo una prima ricostruzione sarebbe sceso dal treno dell’Alta velocità Reggio Calabria-Milano attivando il freno di emergenza e, dopo essere riuscito a raggiungere lo spartitraffico fra le due carreggiate dell'A1 fra Lodi e Casalpusterlengo, avrebbe iniziato a lanciare oggetti e sassi. In precedenza sembra avesse anche lanciato un sasso contro un treno Italo sulla linea che, in questo tratto, viaggia parallela all'autostrada. Proprio per questo motivo la circolazione dei convogli sulla linea Milano-Bologna è stata rallentata per sette treni fino alle 10:20 con ritardi che sono arrivati fino a 50 minuti.

Ha minacciato di uccidersi

In seguito l’uomo, secondo una prima ricostruzione, sarebbe andato al centro dell'autostrada e avrebbe iniziato a lanciare oggetti e cartelli della segnaletica stradale sulle auto, rompendo il parabrezza di una vettura e ferendo una donna con le schegge del vetro. Quando sono arrivati sul posto gli agenti della Questura di Lodi, l'uomo ha minacciato di tagliarsi la gola con un taglierino ma, una volta immobilizzato con il taser, è stato portato via sotto scorta a bordo di una ambulanza. Sarebbero almeno una ventina i veicoli coinvolti dopo il primo impatto.

Come comunicato da Rfi, al momento il traffico ferroviario sulla linea AV è ritornato a essere regolare. Pesanti conseguenze per il traffico sono state registrate sull’Autostrada del Sole che, in un primo momento, era stata chiusa in entrambe le direzioni nel tratto lodigiano, e dove fino a mezzogiorno la circolazione è rimasta comunque fortemente rallentata. Gli inquirenti non escludono per il momento che si possa essere trattato di un gesto premeditato dall’uomo che ora si trova piantonato in un centro di igiene mentale di Codogno, in attesa di essere ascoltato dall'autorità giudiziaria. Il procuratore di Lodi Domenico Chiaro, contattato dall'Adnkronos, ha fatto sapere che il 22enne "è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e sarà processato per direttissima anche per i reati di attentato alla sicurezza dei trasporti ed interruzione di pubblico servizio".

Commenti