Lutto nell'industria italiana. ​Morto Michele Ferrero

È morto oggi pomeriggio a Montecarlo, dopo mesi di malattia

L’industria italiana piange uno dei suoi grandi protagonisti. È morto oggi pomeriggio a Montecarlo, dopo mesi di malattia, Michele Ferrero, 89 anni, proprietario dell’omonimo gruppo dolciario. Ad annunciarlo è la stessa azienda di Alba, dove verrà allestita la camera ardente. Non è ancora stata resa nota la data dei funerali. Nato a Dogliani il 26 aprile 1925, Michele Ferrero è stato l’artefice dello sviluppo - in Italia e all’estero - dell’azienda fondata dal padre Pietro nel 1946. Sotto la sua direzione l’azienda della Nutella è infatti diventata uno dei principali gruppi dolciari a livello mondiale, presente in 53 Paesi con oltre 34.000 collaboratori e 20 stabilimenti produttivi e 9 aziende agricole. E sempre per suo volere nasce, nel 1983, la Fondazione Ferrero, che oltre ad occuparsi degli ex dipendenti promuove iniziative culturali e artistiche.

"Lavorare, creare, donare", le tre parole che compaiono nel logo della Fondazione del Gruppo, nel Dna del quale è impressa la responsabilità sociale, un valore su cui Michele Ferrero ha insistito per tutta la vita. Fino all’ultimo Michele è stato assistito dalla moglie, Maria Franca, e dal figlio Giovanni, al vertice del Gruppo come unico amministratore delegato dopo la morte nel 2011 del fratello Pietro.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

giottin

Sab, 14/02/2015 - 18:54

Questo sì che è stato un grande uomo, altro che mattarella!!!!!

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Sab, 14/02/2015 - 19:14

ciao nutella

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Sab, 14/02/2015 - 19:14

Onore a Michele Ferrero, uno dei tanti VERI ITALIANI che, con il lavoro e non con le chiacchiere, è stato vicino ai lavoratori e alle loro famiglie.

chicolatino

Sab, 14/02/2015 - 19:19

concordo, ha sempre tenuto basso profilo, fuori dai salotti buoni dei finanzieri vicini alla politica...eh infatti, Ferrero ha avuto successo in italia e all'estero solo e soltanto per enormi meriti suoi...un grandissimo

alkt90

Sab, 14/02/2015 - 19:23

concordo con giottin

pastello

Sab, 14/02/2015 - 19:24

Imparate politici del cxxxo che in tutta la vostra miserabile esistenza non siete stati capaci di guadagnarvi un euro col vostro lavoro. E adesso un complimento: fate schifo a tutti.

Holmert

Sab, 14/02/2015 - 19:25

Ricordo che quando frequentavo le elementari, prima di entrare a scuola ,compravo i panetti di cioccolato a forma di formaggino della Ferrero e chiedevo: "mi dia un formaggino di cioccolata". Altri tempi. Era da lì che poi sarebbe partita la Nutella, frutto dell'ingegno di quest'uomo. Gente così non se ne trova più. Poi arrivano i sindacati e sfasciano tutto, come se a creare il tutto fosse dipeso da loro.

Massimo Bocci

Sab, 14/02/2015 - 19:32

Le condoglianze più sincere alla famiglia di questo grande Italiano, che nonostante la feccia dei ladri comunista e il loro bolscevico regime coop., e' riuscito da grande imprenditore a creare, una realtà imprenditoriale di vanto per l'Italia,che da da vivere a migliaia di famiglie che spero vivamente,siano tutte Italiane, onore!!!!

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 14/02/2015 - 19:35

I Bravi se ne vanno, le mummie parassite restano.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 14/02/2015 - 19:49

Grandissimo O N O R E va tributato ad una persona come Michele Ferrero. Grazie per tutto quello che ha fatto per questo Paese e per moltissimi italiani.

pilandi

Sab, 14/02/2015 - 20:19

Ha elevato il livello medio del colesterolo nella razza umana

Ritratto di scandalo

scandalo

Sab, 14/02/2015 - 20:41

IMMENSO COME I PIEMONTESI DI UNA VOLTA..IL FASCINO DISCRETO DELLA RICCHEZZA !!

hectorre

Sab, 14/02/2015 - 23:33

grazie, per aver regalato a milioni di persone una dolcezza inimitabile...

Roberto Casnati

Dom, 15/02/2015 - 01:35

Michele Ferrero: un grande uomo, un grandissimo imprenditore, anche lui, come Luigi Einaudi, un vero liberale! Purtroppo ai tempi attuali uomini così non ne nascono più.

Iacobellig

Dom, 15/02/2015 - 06:40

PRENDANO ESEMPIO LE ALTRE AZIENDE CHE PAGANO MILIONI DI EURO AI PROPRI AMMINISTRATORI E DIRETTORI GENERALI SENZA CHE QUESTI CAPISCANO GRANCHÈ, ARRIVANDO A QUEI LIVELLI SOLO PER RACCOMANDAZIONI!

FRANZJOSEFF

Dom, 15/02/2015 - 06:52

VERO ITALIANO VERO INDUSTRIALE E SOPRATUTTO NON HA MAI RUBATO PER INGRANDIERE LA SUA INDUSTRIA CON L'AIUTO DELLA POLITICA. FORSE UNO DEGLI ULTIMI VERI ITALIANI CHE HANNO CREATO LA PARTE MIGLIORE DELL'ITALIA NEL MONDO. LO PARAGONO AL FONDATORE DELL'ESSELUNGA GRANDI ITALIANI. CERTAMENTE NON UN INDUSTRIALE CHE HA FONDATO LA PROPRIA FORTUNA ECONOMICA SFRUTTANDO LE CONOSCENZE POLITICHE A ROMA. FERRERO NO. SPERIAMO CHE GLI EREDI NON DISTRUGGONO QUANTO DA LUI CREATO