"Milano la città con più smog". Guida la classifica delle peggiori

Legambiente anticipa i dati sulla concentrazione di polveri sottili. Torino, Napoli e Roma nelle prime posizioni

Trentacinque giorni l'anno con concentrazioni di polveri sottili PM10 superiori a 50 microgrammi al metro cubo. È questo il limite previsto dalla legge, che molte tra le principali città italiane hanno superato negli ultimi dodici mesi.

Ad anticipare la mesta classifica dei luoghi dove è più rivelante il problema dell'inquinamento è Legambiente, secondo cui in cima alla classifica c'è Milano, dove per 86 giorni si sono superati i limiti. Viene subito dopo Torino, con 73 giorni, e in terza posizione la prima al sud, Napoli, con 59 giorni. Quarta Roma, dove per 49 giorni le polveri sottili hanno superato i limiti.

In totale le città che hanno avuto problemi per più di trentacinque giorni nell'ultimo anno sono state diciotto. Il dato preliminare arriva dall'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), che sottolinea come siano comprese gran parte delle città del bacino padano, ma pure Palermo e Benevento. Ventisette aree urbane hanno invece superato i 50 microgrammi al metro cubo per un totale di giorni tra i 10 e i 35.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Ven, 18/12/2015 - 19:00

..azzz e allora Torino, dove il sindaco sottile ed il chiampa ,con la scusa dell'inquinamento,aumentano il bollo delle moto,motorini,etc, e lo mettono anche sulle auto gpl?E cominciare a bloccare la flotta delle auto blu che vanno allegramente nelle ztl e nei luoghi proibiti ai comuni cittadini???

pasqino

Ven, 18/12/2015 - 20:30

86 giorni su 35 consentiti? come cambiano i tempi... con altra amministrazione saremmo stati informati per ogni minuto superiore...

claudioarmc

Sab, 19/12/2015 - 02:04

Ai tempi della Moratti partivano inchieste rigurdanti la mancata tutela della salute di noi milanesi ora la sempre sollecita procura di Milano è forse in vacanza o questo è solo l' ennesimo caso di doppiopesismo