Morto Larry King, storico volto della Cnn. Aveva contratto il Covid

Lo storico volto della Cnn aveva 87 anni e per 25 anni aveva condotto il "Larry King Live" intervistando migliaia di personaggi famosi. Nel 2020 aveva perso due figli e si era ammalato gravemente

Non ce l'ha fatta Larry King. Il popolare volto televisivo d'America è morto nelle scorse ore al Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles, dove era ricoverato dagli inizi di gennaio. Il giornalista, anchorman della CNN, si è spento a 87 anni a causa di complicanze dovute al contagio da Covid-19.

Larry King aveva contratto il coronavirus a metà dicembre ed era stato ricoverato in gravi condizioni in ospedale a Los Angeles a fine anno. La notizia delle sue condizioni erano trapelate, però, solo il 3 gennaio quando Roger Friedman, critico cinematografico e amico di King, attraverso il sito Showbiz411 ne aveva annunciato il ricovero. Il suo fisico, seppur provato da altre patologie pregresse, ha resistito oltre due settimane lottando con tutte le sue forze, ma alla fine Larry King si è spento.

Gli ultimi due anni erano stati molto difficili per il popolare volto televisivo americano. Prima il tumore alla prostata e l'ictus che lo aveva colpito nel 2019 e poi la morte di due figli. Nell'estate del 2020 Larry King, infatti, era stato colpito dal devastante lutto per la morte di due dei suoi cinque figli, morti a 51 e 65 anni l'uno a pochi mesi di distanza dall'altra.

Nato a New York nel novembre del 1933, Lawrence Harvey Zeiger aveva scelto Larry King come nome d'arte per intraprendere la sua carriera come conduttore radiofonico negli anni '50. Il suo estro e la sua professionalità lo fecero approdare ben presto in televisione, dove ottenne la conduzione del suo primo show "Larry King Live" nel 1985. Un programma durato venticinque anni, con oltre 50 mila personaggi famosi intervistati e passati dalla sua poltrona e ascolti record, che lo hanno reso uno dei volti più amati degli Stati Uniti. Da Marlon Brando a Barbra Streisand, da Frank Sinatra a Barack Obama e Lady Gaga sono migliaia i volti noti che hanno affrontato le domande insidiose di Larry King, l'uomo che con le sue immancabili bretelle e gli occhiali grandi teneva incollati agli schermi milioni di americani. Nel 2010 aveva chiuso il suo storico talk show sulla Cnn ma non aveva rinunciato ai suoi incontri ed era tornato poco dopo con una versione online del suo programma "Larry King Now".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Sab, 23/01/2021 - 16:48

se ne andato un grande maestro di talk show, ti incollava davvero alla poltrona, quando trovavo CNN cercavo sempre di non perdermi una puntata. È morto A CAUSA covid, per altri solo patologie pregresse, però piacerebbe chiedere vis-a-vis a questi altri se togliessero loro anni, ma anche solo giorni di vita, come si sentirebbero.

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Sab, 23/01/2021 - 17:03

Tumore alla prostata, ictus, e la morte di due figli che l'avranno ridotto un vegetale psicologicamente. Però ad ucciderlo è stato il coronavirus. Certamente.

antonmessina

Dom, 24/01/2021 - 10:41

ditemi dove si firma per arrivare a 87 anni

ruggerobarretti

Dom, 24/01/2021 - 12:09

solo se avesse ricevuto il liquido sperimentale si sarebbe stabilita la reale causa del decesso.