Napoli, stranieri provano a rubare le armi a due militari

Due cittadini georgiani fermati dai soldati dell'operazione Strade sicure

Si sono avvicinati ai militari intorno alle nove della mattina, chiedendo in un italiano piuttosto raffazzonato dove fossero i bagni della stazione. Un breve colloquio con i militari impegnati alla stazione di Napoli Centrale, con l'operazione Strade sicure, che poteva però finire malissimo.

I due uomini che hanno avvicinato i soldati, entrambi stranieri, hanno finto di allontanarsi dopo il breve colloquio, ma sono rimasti per diversi minuti poco lontano dai militari, tenendoli d'occhio. Una situazione che non ha immediatamente destato sospetti visto il grande numero di stranieri che ogni giorno affollano la stazione.

È stato a quel punto che uno dei due si è avvicinato di nuovo ai militari e ha cercato di sottrargli la pistola, senza riuscirci perché l'arma era saldamente assicurata alla fondina. I due stranieri, risultati entrambi georgiani e identificati come A.A (38 anni) e G.V. (24), sono poi stati arrestati per tentata rapina dopo essere stati fermati prima dai soldati e poi dagli uomini della Polizia ferroviaria.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Divoll

Sab, 07/07/2018 - 22:04

Addirittura i georgiani abbiamo, adesso... A quando gli eschimesi?