Strage a Nizza

Nizza, i primi morti confermati sono padre e figlio in vacanza

Sono 84 le vittime dell'attacco di Nizza. Dai social network arrivano la prime conferme sulla vittime. Due di queste erano padre e figlio del Texas che si trovavano in Costa Azzurra per le vacanze

Nizza, i primi morti confermati sono padre e figlio in vacanza

Sean Copeland, 51 anni, e suo figlio di 11 annim, Brodie sono tra i primi morti confermati dell'attacco avvenuto ieri sera a Nizza. I due si trovavano sulla riviera francese per le vacanze estive.

Il dramma dei famigliari

La loro morte è stata confermata da amici e parenti tramite i principali social network. "Sono in stato di shock completo! - scrive un amico di famiglia - Alcune delle persone migliori che ho avuto il privilegio di conoscere. Sono in stato di shock completo!", ripete incredulo. Poi si rivolge alla madre e alla moglie dei due: "Kim, non ho le parole, né so cosa stai attraversando. Sono davvero dispiaciuto per la sua perdita. A nome di Gio e il resto della mia famiglia, ti vogliamo bene!"

Il giovane, ucciso durante l'attentato di Nizza, era un giocatore della Hill Country baseball. Anche la società ricorda il ragazzo con un messaggio lasciato sulla pagina Facebook: "Questo pomeriggio la nostra stessa Brodie Copeland, così come suo padre Sean Copeland, sono stati uccisi durante l'attacco terroristico a Nizza, Francia". E ancora: "Nessuno merita questo tipo di destino, soprattutto non un tale meravigliosa famiglia. Sei nei nostri cuori, i pensieri e le preghiere. Riposa in pace, Brodie e Sean, si sarà ricordato da molti".

Commenti