No Tav, Erri De Luca: "Caselli esagera"

Lo scrittore risponde alle accuse mosse da Caselli: "Le cesoie servono a tagliare le reti"

No Tav, Erri De Luca: "Caselli esagera"

All'indomani del duro attacco mosso dal procuratore di Torino Gian Carlo Caselli nei confronti degli intellettuali che a sinistra "sottovalutano pericolosamente l'allarme terrorismo” in Val di Susa, la risposta di uno dei diretti interessati arriva a stretto giro di posta. "La Tav va sabotata”. Erri De Luca, intervistato dall'HuffPost, commenta così le dichiarazioni del magistrato.

De Luca, che insieme al filosofo Gianni Vattimo ha manifestato pubblicamente il suo supporto agli attivisti No Tav finiti in galera per sabotaggio, sostiene che Caselli esagera. Le molotov? "Pericoloso materiale da ferramenta. Proprio quello che normalmente viene dato in dotazione ai terroristi. Mi spiego meglio: la Tav va sabotata. Ecco perché le cesoie servivano: sono utili a tagliare le reti. Nessun terrorismo", ha dichiarato De Luca.

Che poi ha aggiunto: "Mi arrogo una profezia: la Tav non verrà mai costruita. Ora l'intera valle è militarizzata, l'esercito presidia i cantieri mentre i residenti devono esibire i documenti se vogliono andare a lavorare la vigna. Hanno fallito i tavoli del governo, hanno fallito le mediazioni: il sabotaggio è l'unica alternativa".

Commenti

Grazie per il tuo commento