Opel finisce sotto accusa: i sospetti sulla Zafira

L'associazione tedesca per l'ambiente e la tutela dei consumatori Deutsche Umwelthilfe (Duh) ha accusato Opel per le emissioni inquinanti della Zafira, che sarebbero significativamente sopra al livello consentito

Opel finisce sotto accusa: i sospetti sulla Zafira

L'associazione tedesca per l'ambiente e la tutela dei consumatori Deutsche Umwelthilfe (Duh) ha accusato Opel per le emissioni inquinanti della Zafira, che sarebbero significativamente sopra al livello consentito. Come riposta lo Spiegel onilne, il test è stato commissionato dall'associazione a un laboratorio indipendente in Svizzera, che ha provato un Zafira con motore 1.6 litri diesel. Dalla prova emergerebbe che, a seconda del metodo di misurazione di ossido di azoto, le emissioni possono arrivare fino a 17 volte il limite consentito per un Euro 6.

A darne notizia è stato il responsabile nazionale di Duh, Juergen Resch, in conferenza stampa. I risultati mostrerebbero parallelismi con il caso Volkswagen. "Le accuse sono chiaramente false e infondate", ha detto un portavoce della società. Opel, a cui non sono stati resi disponibili i risultati dei test, ha detto di aver effettuato lo stesso test dopo la prima richiesta dell'organizzazione non governativa, ottenendo risultati conformi alla legge. Ma General Motors ha negato di violare i limiti Ue sulle emissioni. Lo spettro Volkswagen (il gruppo tedesco travolto il 18 settembre scorso da uno scandalo sulle emissioni) aleggia anche sulla rivale americana.

Commenti