Ora tra gli arrestati spunta Luigi Aronica: chi è l'ex Nar

Non solo Roberto Fiore e Giuliano Castellino: tra le decine di fermi, c'è anche quello di Luigi Aronica. Chi è l'ex Nar

Ora tra gli arrestati spunta Luigi Aronica: chi è l'ex Nar

Emergono ulteriori dettagli sulle persone fermate dalle forze dell'ordine per le violenze che ieri hanno avuto luogo a Roma: oltre al leader di Forza Nuova Roberto Fiore ed a Giuliano Castellino, infatti, è spuntato il nome di Luigi Aronica, che risulta essere un ex appartenente ai Nuceli armati rivoluzionari.

La notizia dell'arresto da parte della Digos è stata riportata dall'Agi. Nel caso di Aronica, le informazioni che circolano in queste ore riguardano soprattutto il soprannome: viene riportato che il nomignolo associato all'ex Nar è "er pantera". Aronica, peraltro, dovrebbe avere sessantacinque anni.

Le informazioni che circolano

La piazza di ieri è stata animata dallo squadrismo: su questo punto la politica è stata unanime. La violenza dei no pass condita dall'assalto alla Cgil ha dunque visto come protagonisti sia vertici delle organizzazioni contemporanee, sia almeno una persona che era balzata alle cronache del passato per vicende realtive agli anni in cui questa nazione è stata messa a ferro e fuoco dallo spontaneismo armato, dal terrorismo e dalla contrapposizione ideologica. In questo articolo di Famiglia Cristiana relativo alla "galassia nera" della capitale, Luigi Aronica era stato chiamato in causa per non perdere "una manifestazione di "Roma ai romani", schierato al fianco di Castellino". Era il settembre del 2007.

Nel frattempo, su Twitter, alcuni giornalisti stanno sottolineando come Aronica fosse conosciuto per essere uno dei fondatori dei Nuclei armati rivoluzionari. L'obiettivo degli addetti ai lavori è anche quello di dipanare qualunque dubbio su quale sia l'origine ideologica delle scene cui siamos tati costretti ad assistere nel corso della giornata di ieri. Tornando al contemporaneo, in questo altro approfondimento di Repubblica che risale al 2020, il nome di Luigi Aronica viene fatto in relazione ai frequentatori del pub romano di Forza Nuova. E pure in questa circostanza viene presentatio un riferimento alla passata appartenenza della persona arrestata in queste ore ai Nar di Valerio Fioravanti e di Francesca Mambro. Il Corriere della Sera, ancora, cita Luigi Aronica in relazione ad un'informativa sul caso dell'omicidio di Diabolik.

Cos'erano i Nar

NAR - com'è noto - è stata la sigla di una delle organizzazioni terroristiche e neofasciste che hanno animato gli Anni di piombo. Se non la più violenta, di sicuro tra le più violente di quella tragica fase storica del Belpaese. Difficile presentare una classifica. In questo caso, parliamo di un movimento che si è reso responsabile numerosi omicidi.

I NAR sono sorti attorno alla fine degli anni settanta, cioè quando una parte dell'estrema destra giovanile ha iniziato a ragionare su come il Movimento sociale italiano fosse troppo appiattito sulle logiche partitiche e su quelle parlamentari. Due le sezioni romane nelle quali si è iniziato, all'epoca, a costruire un'organizzazione che poi sarebbe stata chiamata in causa a livello processuale pure per la strage di Bologna; quella di via Siena, storica sede in prossimità dell'Università La Sapienza, e quella dell'Eur-Monteverde. Sembrerebbe che Aronica frequentasse durante gli Anni di Piombo la seconda di queste due realtà.

Vale la pena sottolineare come i leader dei NAR, ossia Valerio Fioravanti e Francesca Mambro, siano tra coloro che sono stati ritenuti colpevoli per la strage della stazione di Bologna che è avvenuta all'inizio dell'agosto degli anni ottanta. Gli altri due condannati sono Luigi Ciavardini e Gilberto Cavallini.

Commenti