Orrore nel Casertano: figlio uccide la mamma fracassandole il volto

In un’abitazione nel Casertano è stato ritrovato il cadavere di una anziana donna. A compiere il delitto sarebbe stato il figlio al culmine di una lite

Orrore nel Casertano: figlio uccide la mamma fracassandole il volto

Una macabra scoperta è stata effettuata questa mattina all’interno di un appartamento di via Filangieri ad Orta di Atella, comune del Casertano. Nella casa, infatti, è stato ritrovato il cadavere di una donna di 70 anni, Filomena Servillo, con il volto completamente fracassato.

Nonostante il pronto intervento dei sanitari del 118, per l’anziana non c’è stato nulla da fare. Sul luogo del delitto sono giunti anche i carabinieri e la scientifica che stanno indagando su quanto avvenuto.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dai militari, risulta che ad uccidere la donna sia stato il figlio di 40 anni, Marco Mattiello. Quest’ultimo, che da tempo conviveva con la madre, è stato trovato in casa quando sono arrivati i carabinieri della Compagnia di Marcianise, nel Casertano, guidati da Luca D'Alessandro.

Gli inquirenti hanno stabilito che l’orribile omicidio si sia consumato al culmine di una violenta lite, quando l’uomo ha afferrato l'anziana per i capelli e ha ripetutamente sbattuto il suo volto sul pavimento. Mattiello ha, poi, chiamato immediatamente uno zio dicendo di aver fatto una sciocchezza.

Secondo quanto emerso, l'omicida avrebbe precedenti per droga ed assumerebbe psico-farmaci. In passato era stato destinatario di un ordine giudiziario di allontanamento dalla casa familiare per maltrattamenti commessi proprio ai danni della mamma. Il provvedimento, successivamente, era stato revocato.

Nella casa dove si è verificato il brutale assassinio è arrivato anche il magistrato di turno che ha disposto il trasferimento del cadavere all'obitorio dove, nelle prossime ore, sarà eseguita un'autopsia che dovrebbe chiarire le esatte cause della morte. L'indagine è stata affidata ai magistrati della Procura della Repubblica di Napoli Nord.

Commenti