Un terremoto tra i magistrati: altri 20 nel mirino con le chat

Avviate una ventina di istruttorie preliminari. Se confermata l’inopportunità può venirne proposta la rimozione

Il caso Palamara continua inesorabile a coinvolgere i magistrati, adesso sarebbero una ventina i nomi di quelli nelle chat esaminate dal Consiglio superiore della magistratura. Ormai la vicenda si sta allargando a macchia d’olio. Secondo quanto riportato dal Corriere, la prima commissione del Csm, per intenderci quella che deve decidere in merito alla sanzione para-disciplinare del trasferimento d’ufficio “per incompatibilità ambientale”, ha iniziato circa una ventina di istruttorie preliminari, avviate per valutare le posizioni dei magistrati che appaiono nelle chat di Luca Palamara.

L'avvio delle indagini

Da accertare adesso se le conversazioni e gli argomenti affrontati in queste chat superino le soglie di inopportunità e imbarazzo tanto da creare problemi al ruolo ricoperto. Senza ovviamente il rischio di perdere prestigio e credibilità. In caso contrario potrebbe essere proposta la rimozione, che dovrà essere sottoposta al plenum dell’organo di autogoverno. Esattamente come avvenuto con il sostituto procuratore della Direzione nazionale antimafia Cesare Sirignano, per il quale è scattato il trasferimento d’ufficio perché finito nelle intercettazioni dell’ex pubblico ministero che è stato accusato di corruzione.

Sirignano è stato allontanato perché ritenuto coinvolto “nelle intenzioni e nelle strategie” di Luca Palamara, tra queste il condizionamento della nomina del nuovo procuratore di Perugia. Oltre a valutazioni e giudizi relativi a colleghi che hanno portato a un “appannamento dell’immagine di indipendenza ed imparzialità” che cozzavano con il suo rimanere nel ruolo ricoperto in quell’ufficio. Sul tavolo del procuratore generale Giovanni Salvi tutte le conversazioni telefoniche e via chat di Palamara, sia quando ancora era al Csm che dopo. Intanto, il nuovo Csm, rinnovato per circa un quarto proprio dopo il caso Palamara, si è dato nuove norme per quanto riguarda le nomine.

Almeno 20 i magistrati coinvolti

Sarebbero quindi 20 i magistrati che sono finiti nel mirino delle indagini del Csm. Una crisi che rischia di allargarsi ancora, e molto anche. L’ex presidente dell’Anm, dopo la sua cacciata, ha iniziato a fare i nomi di vari colleghi che avrebbero preso parte al mercato delle toghe. E non sarebbero neanche gli unici, secondo quanto affermato dallo stesso Palamara, ce ne sarebbero altri. Ovviamente, i magistrati in questione hanno già promesso querele. "Tutti gli organi che hanno delle loro specifiche competenze stanno esaminando atto per atto, chat per chat, intercettazione per intercettazione, tutto quello che è accaduto" ha reso noto David Ermini, vicepresidente del Csm, ai microfoni de “Il mattino di Radio 1”.

Ermini ha poi continuato: “Abbiamo, a parte la vicenda penale che è in capo alla procura di Perugia, il procuratore generale presso la Corte di Cassazione che ha istituito un gruppo di lavoro per esaminare tutti gli atti e verificare se ci siano illeciti disciplinari su tanti magistrati che compaiono sulle intercettazioni, negli atti e nelle chat. In più, dentro il Csm, la prima Commissione del Consiglio sta esaminando se ci siano questioni che possano creare situazioni di incompatibilità ambientale o professionale per i vari consiglieri che compaiono nelle chat e nelle intercettazioni per eventualmente disporre anche dei trasferimenti".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

claudioarmc

Lun, 22/06/2020 - 10:16

C'è ancora chi sostiene di avere fiducia nella magistratura? Che non sia un malato di mente ovviamente

Ritratto di HARIES

HARIES

Lun, 22/06/2020 - 10:17

Premetto che è sempre valido il detto: "Non è l'abito che fa il monaco", ma dalla foto che c'è in questo articolo, il Palamara mi sembra un po' trasandato. E' questo il modo di presentarsi di un magistrato? Ma anche i signori fotografi non potevano avvertirlo di curarsi un po'?

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 22/06/2020 - 10:19

Magistrati che hanno confuso il loro “servizio” con la politica. Tale abuso di potere, contro la logica, ma soprattutto contro la Costituzione, richiede che essi siano sollevati dalla carica. Gli Italiani veri aspettano la sentenza.

giovanni235

Lun, 22/06/2020 - 10:37

Un titolo della Verità online dice:VOLANO GLI STRACCI,ANZI LE TOGHE.Francamente non riesco a capire quale differenza ci sia tra stracci e toghe.

uberalles

Lun, 22/06/2020 - 10:43

Tanti eufemismi, Anm, magistratura democratica, per definire semplicemente la MASSONERIA COMUNISTA! Se la chiamiamo con il suo vero nome, sarà più comprensibile per tutti, no?

DRAGONI

Lun, 22/06/2020 - 10:44

ALTRO CHE P2! QUESTA ASSOCIAZIONE , NON DA FATEBENEFRATELLI, HA MINATO DALLE FONDAMENTA LA REPUBBLICA POICHE' HA FATTO VENIRE MENO LA DOVUTA E CIECA FIDUCIA NELLA GIUSTIZIA ......POICHE' LA MERITOCRAZIA , LA TRASPARENZA NELL'OPERARE SONO STATE SEGRETAMENTE , SEPPURE NON TOTALMENTE, ABOLITE.

isolalta

Lun, 22/06/2020 - 10:56

RICONTROLLARE TUTTI I PROCESSI

Duka

Lun, 22/06/2020 - 11:06

Ciò perchè tutti sappiano e Nessuno dimentichi che di “palamari” la magistratura è piena zeppa.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 22/06/2020 - 11:10

i magistrati dovrebbero chiedere la grazia a berlusconi, se vogliono vendicarsi di chi non ha voluto attuare le necessarie riforme giudiziarie :-)

Giorgio Rubiu

Lun, 22/06/2020 - 11:17

Non ci sono dubbi sul fatto che la magistratura (almeno una parte) abbia congiurato più di 30 anni fa per impossessarsi del potere e comandare la Nazione ammantata nella sua intoccabilità.L'imprudenza di Palamara ha rivelato che quelli che erano legittimi dubbi oggi,sono certezza.Per raggiungere il proprio scopo,la magistratura aveva bisogno della complicità di un Partito consistente ed il Partito ne avrebbe beneficiato.La domanda è: Era la magistratura al servizio del partito o il partito al servizio della magistratura? Ma,se fossero stati conniventi e la cosa fosse dimostrabile,oggi quel partito non dovrebbe essere sulla griglia esattamente come lo è la magistratura? Si indaghi e si scopra quale era il Partito in questione e chi sono stati i suoi maggiorenti negli ultimi 30 anni! Palamara,faccia anche i nomi dei politici, per favore!

Luca66

Lun, 22/06/2020 - 11:31

Dev'essere abolita la loro intoccabilità. Chi sbaglia deve finalmente pagare, dev'essere buttato fuori da tutto e costretto a lasciare lo stipendio ed il posto ad altri più onesti. Basta insabbiamenti e decisioni processuali che di giustizia non profumano ma puzzano come un "tonno" avariato!!!

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 22/06/2020 - 11:40

e siamo solo agli inizi!!

silvano45

Lun, 22/06/2020 - 11:45

Diciamo la verità Cossiga nel 2008 diceva delle verità e oggi è venuto alla ribalta solo una piccola parte delle malefatte di questa arrogante supponente casta.

Calmapiatta

Lun, 22/06/2020 - 11:47

Intanto, il Presidente continua a tacere e per la sx sembra che nulla sia accaduto....Bah!

ItaliaSvegliati

Lun, 22/06/2020 - 11:53

Adesso sotto anche con i partiti collusi....nomi e cognomi prima delle prossime elezioni!!!!

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 22/06/2020 - 12:00

Dove sono i "professorini" sempre pronti a commentare sulle malefatte della destra= Dormono e sognano?

uberalles

Lun, 22/06/2020 - 12:07

Se sgarra un biscugino del cognato di un politico di terz'ordine, iscritto in un partito di destra, si istruisce un'inchiesta che dura anni. In questo caso, kompagni komunisti tutto OK?

GINO_59

Lun, 22/06/2020 - 12:08

Mi sovviene una domanda: quando i giudici hanno riscontrato il marcio nella politica, hanno fatto un repulisti senza guardare in faccia a nessuno (a parte il piccì e i suoi discendenti e affini), ora bisogna fare ancora di più, il repulisti e la riforma della giustizia controllata dal POPOLO.

sparviero51

Lun, 22/06/2020 - 12:10

MA SE IL SISTEMA DI NOMINE È MARCIO DA DECENNI ,CON QUALE AUTORITÀ GLI ATTUALI VERTICI GIUDICANO E SANZIONANO I LORO COLLEGHI .NELLA MIGLIORE DELLE IPOTESI DOVREBBERO DIMETTERSI ,E VERGOGNARSI ,TUTTI !!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 22/06/2020 - 12:54

Palamara fai il bel gesto per gli italiani onesti, fai i nomi soprattutto dei politici.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 22/06/2020 - 13:09

Palamara, Palamara, aspettiamo la conferma dei nomi dei politici che vi gestivano come pupi. Il marcio deve finire in una discarica, sperando che ne esista una abbastanza capiente.

papik40

Lun, 22/06/2020 - 13:16

Visto il risultato ottenuto con un sol trojan sarebbe opportuno continuare a perseverare estraendo a sorte chi mettere sotto controllo. Son certo ke in questa maniera questi "intoccabili" si sentiranno meno intoccabili e piu' uguali a tutti gli italiani

Nes

Lun, 22/06/2020 - 13:18

L'Italia va riformata e non si sa come fare. La sinistra ha ormai il suo potere occulto, le destre fatto le vittime e il popolo ci rimette tutto. Non é ammissibile che quando vi é al potere la destra mette tutto a destra (nel senso che mette uomini di destra nei poteri dello Stato), quando la sinistra sale idem e ogni volta che ciò avviene perdono solo tempo prezioso per i loro fini politici e si dimenticano delle esigenze del popolo. Così non va. Dal presidente della Repubblica all'ultimo titolare a capo di una istituzione, vanno eletti a sorteggio o direttamente dal popolo, altro é solo potere della politica di turno.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Lun, 22/06/2020 - 13:21

Palamara apri le cateratte..

Iacobellig

Lun, 22/06/2020 - 13:24

I coinvolti, anche per problematiche diverse da quelle denunciate da Palamara vanno espulsi dalla magistratura subito.

Iacobellig

Lun, 22/06/2020 - 13:47

Palamara non può aver fatto tutto da solo, quindi tutti fuori. Tra i primi ad uscire dev’essere Patronaggio che aveva confermato di aver ricevuto la telefonata di Legnini all’anticipazione di Palamara, contro Salvini.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Lun, 22/06/2020 - 14:02

HARIES Lun, 22/06/2020 - 10:17 Questo magistrato sembra tutto tranne che essere un magistrato onorabile,non fa trasparire alcun imbarazzo,per il prestigio dallo stesso ricoperto.

agosvac

Lun, 22/06/2020 - 14:09

Non ho capito bene questa barzelletta del trasferimento per "incompatibilità ambientale". Se un magistrato sbaglia non è che trasferendolo non sbaglierebbe più, o mi sbaglio ed è l'ufficio e l'ambiente che fa sbagliare il magistrato e non la sua appartenenza politica??????? Secondo me vale la vecchia legge che chi sbaglia deve pagare, ma non col trasferimento bensì con l'espulsione!!!

ROUTE66

Lun, 22/06/2020 - 14:53

ED ECCO LA PAROLA MAGICA,TRASFERIMENTO. Se un magistrato si è comportato male a poniamo NOVARA,lo trasferiamo poniamo a BUSTO ARSIZIO,e tutto si sistema. NO NON SI SISTEMA UN BEL NIENTE,se ha sbagliato va LICENZIATO. NON MI VERRETE A DIRE CHE BASTA CAMBIARE SEDE PER CAMBIARE TESTA O IDEE

ROUTE66

Lun, 22/06/2020 - 15:02

Ma l"avete sentito Palamara stamane sulla7,era la prassi in magistratura (facevan tutti così). NON UNA PAROLA SU,SALVINI NON FA NIENTE DI MALE MA BISOGNA FERMARLO. Se è prassi normale in magistratura fare così,DOVE STà LA GIUSTIZIA. Si attendono risposte

lawless

Lun, 22/06/2020 - 15:34

l'intreccio ignobile tra una certa magistratura e certi politicanti hanno fatto saltare la bilancia della giustizia. "Alcuni magistrati" con la connivenza di politici senza scrupoli hanno svenduto, affossato e creato danni generazionali al paese mettendo in sofferenza il popolo italiano. Da anni si parla delle leggi non applicate ma interpretate, da anni la giustizia in italia è stata stravolta, da anni si dice che certi magistrati hanno agito per pura ideologia sostituendosi al "padreterno", chi politicamente non è intervenuto ma ha avallato tale comportamento lo sanno tutti, un trojan ha svelato il gioco sporco. Chi ha remato contro il paese "deve" pagare perchè non stiamo parlando di ladri di galline!

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Lun, 22/06/2020 - 15:44

Personalmente ritengo che tutti devono essere sanzionati se viene provato il coinvolgimento!

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Lun, 22/06/2020 - 16:07

'a Mattaré.... Come dicono dalle tue parti, " se ci 'stai', BATTI un colpo!"... presidente anche del CSM, deve anche controllare che cosa stanno combinando e facendo i propri "sottoposto", oppure no?...

silvano45

Lun, 22/06/2020 - 16:13

Intreccio vergognoso illegale immorale da parte di un organo dello stato che ha sempre difeso la propria indipendenza e ora si scopre solo per interessi personali.Che ha inquisito delegittimato rappresentanti eletti dal popolo solo per interessi politici di parte guarda caso sempre a sinistra. Sorge il sospetto per ricevere in cambio stipendi privilegi, che sono inversamente proporzionali alla scarsissima qualità e qualità del lavoro svolto.Mi domando con quale coraggio da oggi possono emettere una sola sentenza avendo disatteso così la costituzione.

onurb

Lun, 22/06/2020 - 16:23

Ho letto la lettera di Palamara, pubblicata nell'edizione di ieri del Giornale. Ne ho dedotto che io e il Dott. Palamara abbiano due concetti opposti relativamente all'imparzialità che un magistrato deve avere e al rispetto della deontologia professionale. Come ha detto nel Giornale l'avvocato Franco Coppi in un'intervista di qualche giorno fa, c'è da avere paura a farsi giudicare da questa magistratura. L'articolo odierno di Minzolini, poi, è molto istruttivo al riguardo.

TitoPullo

Lun, 22/06/2020 - 16:40

Roba da repubblica Sudamericana!!

EFISIOPIRAS

Lun, 22/06/2020 - 17:19

La carriera di un magistrato deve essere chiusa all'interno della stessa Magistratura, senza alcuna possibilità di ricoprire RUOLI esterni, proprio come è quella dei sacerdoti, che non potranno mai diventare presidenti di banche o di altri Enti prestigiosi e ricchi:DEVONO obbedienza solo alla Costituzione ed alle leggi del Parlamento, con separazione totale tra magistratura inquirente e magistratura giudicante.Fuori da questa semplice regola, c'è solo il malaffare delle CORRENTI , pronte a prostituirsi ai partiti politici per avere più facili carriere e soprattutto più soldi!!!

SemprePiùBasito

Lun, 22/06/2020 - 17:46

Siamo fermi ad appena venti, forse questa è la prima sfornata. Piano piano arriveremo anche a colui che più in alto ha gestito questo mall'affare in quanto da solo sicuramente non ci sarebbe riuscito e purtroppo c'è il vago sospetto che ai buoni intenditori è abbastanza palese.

giancristi

Lun, 22/06/2020 - 18:33

La Magistratura è una struttura autoreferenziale. Eccoli i risultati. Intrallazzano indisturbati.

andy57

Gio, 25/06/2020 - 18:46

credo che in Italia che lavorino ci siano poco piu' di 50 magistrati se quasi la meta' viene coinvolta siamo messi bene

andy57

Gio, 25/06/2020 - 18:50

sorry sbagliato sono molti di piu' comunque 20 rimane un bel numero