Cronache

Il pilota si autodirotta: "Sono troppo stanco, atterro a Manchester"

Aveva raggiunto la quota massima di ore di volo e ha deciso di rispettare il riposo obbligatorio. E invece di atterrare a Parigi si è fermato a Manchester

Il pilota si autodirotta: "Sono troppo stanco, atterro a Manchester"

Aveva raggiunto la quota massima di ore di volo e ha deciso di rispettare il riposo obbligatorio. Così un pilota di un super-jumbo, Airbus A380, dell’Air France diretto da New York a Parigi ha deciso di "dirottare" l'aereo a Manchester in Gran Bretagna. Dopo aver già subito sei ore di ritardo nella Grande Mela per colpa della neve, i passeggeri inferociti hanno dovuto attendere fino a dodici ore nello scalo britannico per un rimpiazzo che li portasse nella capitale francese. Sul volo, ha riferito Le Figaro, volava anche il deputato del partito di centro-destra Ump, Bruno Le Maire. "Appena atterrati a Charles De Gaulle (l’aeroporto di Parigi)...un viaggio di 20 ore tra il decollo e il parcheggio...whaooo!", ha scritto un ironico passeggero.

Commenti