Polemica Slow Food-McDonald's: "Petrini fa retorica terzomondista"

Il gigante del fast food replica alle critiche sollevate. "Non rispetta la libertà di scelta delle persone"

Carlo Petrini alla presentazione del Parco della Biodiversità al Padiglione Slow Food
Carlo Petrini alla presentazione del Parco della Biodiversità al Padiglione Slow Food

Un'inaugurazione con contorno di polemica quella del padiglione di Slow Food a Expo. Il numero uno dell'organizzazione, Carlo Petrini, ieri non ha perso l'occasione per lanciare una stoccata all'organizzazione, criticando la presenza all'Esposizione di McDonald's.

Una stoccata che il gigante del fast food non ha gradito e a cui ha replicato. "Ci domandiamo perché chi proclama l’importanza della biodiversità non accetti poi l’idea della diversità dell’offerta e soprattutto non dimostri rispetto per la libertà e la capacità di scelta delle persone", ha scritto la società in una nota, accusando Petrini di "retorica terzomondista".

"Siamo orgogliosi - ha aggiunto McDonald's - di servire in Expo 6000 pasti giornalieri di qualità e a un prezzo accessibile, con ingredienti che provengono dagli agricoltori italiani".

Commenti