Potenza, aggredisce la fidanzata e l'amante: arrestato

Il fatto è accaduto in provincia, a Pignola. L'aggressore ha colpito la donna con calci e pugni e poi ha cercato di colpire il rivale in amore con un coltello

Potenza, aggredisce la fidanzata e l'amante: arrestato

Sarebbe potuta finire in tragedia una lite scoppiata per motivi di gelosia. Un uomo di notte si è introdotto nell'abitazione della fidanzata aggredendo lei e un altro uomo che si trovava in casa.

Il fatto è accaduto a Pignola, un Comune di appena 6mila abitanti in provincia di Potenza alle ore 3 di ieri notte. Sul posto, in seguito ad una segnalazione giunta al numero unico di emergenza 112, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Pignola insieme ai militari della sezione radiomobile della compagnia di Potenza che hanno arrestato in flagranza di reato l'aggressore, un uomo di 38 anni del posto.

Ora il 38enne dovrà rispondere delle accuse di tentato omicidio e lesioni personali aggravate. L'uomo, una volta in casa della fidanzata, avrebbe in un primo momento colpito lei (una donna di 33 anni) con calci e pugni e, in un secondo momento, si sarebbe scagliato, armato di un coltello nel frattempo preso in cucina, contro un altro giovane che, come detto, era presente in quel momento. Il presunto amante della 33enne, alla vista del coltello, resosi conto che l’aggressore stava tentando di colpirlo all’addome, ha tentato di difendersi afferrando un bastone ed è riuscito a fuggire dall'appartamento.

I carabinieri intervenuti sul posto sono riusciti a riportare la calma dopo aver bloccato le tre persone coinvolte al fine di ricostruire l’intera vicenda. In casa della donna sono giunti anche i sanitari del 118 che hanno medicato alcune ferite alla mano dell'aggressore e hanno accompagnato la donna all'ospedale "San Carlo" di Potenza per alcune lesioni lievi. Intanto il 38enne, dopo le formalità di rito è stato tratto in arresto, come detto, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Ora l'uomo si trova nel carcere di Potenza.

Purtroppo non è l'unico caso di violenza tra le mura domestiche in cui a farla da padrona è la gelosia. Pochi giorni fa un caso simile è accaduto a Isola di Capo Rizzuto, un Comune in provincia di Crotone. I carabinieri hanno arrestato un uomo di 31 anni accusato di violazione di domicilio aggravata, maltrattamenti contro i familiari, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. L'uomo è stato sorpreso dai militari mentre litigava coi familiari dell'ex convivente. In un primo momento si è allontanato, ma subito dopo ha raggiunto la casa dell'ex compagna per poi sfondare la porta e aggredire la donna e i familiari. E quando i carabinieri sono nuovamente intervenuti sul posto, l'uomo ha tentato di opporre resistenza. I militari lo hanno immobilizzato e arrestato.