Pratica autoerotismo nel parco davanti a due 15enni: denunciato

A Lodi, un uomo originario del Pavese è stato colto il flagranza di reato mentre praticava autoerotismo nel parco frequentato da famiglie e bambini

Pratica autoerotismo davanti a due ragazze di quindici anni e viene fermato. Così, un 34enne incensurato, della provincia di Pavia, è stato denunciato dai carabinieri per atti osceni in luogo pubblico.

I fatti risalgono a sabato pomeriggio, all'interno del parco urbano Isola Carolina, a Lodi. Stando a quanto si apprende dalla testata giornalista online Il Giornale di Lodi, l'uomo avrebbe cominciato a toccarsi nelle parti intime alla presenza di due giovani, malcapitate ragazze. Ma non solo. Incurante della presenza dei bambini che, soprattutto durante il weekend, affollano l'area giochi del parco, si sarebbe seduto su una panchina e, con molta nonchalance, avrebbe esibito le sue pudenda. Senza alcun freno inibitorio avrebbe poi, praticato autoerotismo sotto lo sguardo esterrefatto dei passanti.

A darne segnalazione ai militari dell'Arma, sarebbe stata proprio una delle persone astanti la disdicevole e turpe performance. Presa nota del misfatto, alcune pattuglie si sono mobilitate per intercettare l'uomo all'interno della riserva verde dell'Ente Adda Sud. Neanche il tempo di cercare tra le fronde erbose che, i militari lo hanno colto in flagranza di reato. Lo sconosciuto, infatti, continuava a sedere sulla panchina con i pantaloni slacciati, per nulla intimorito dalla presenza delle Forze dell'Ordine. A quel punto, è stato fermato e condotto presso la Stazione dei Carabinieri di Via San Giacomo per tutti gli accertamenti di rito con relativa identificazione.

Si tratta di V.N., 34 anni, cittadino incensurato residente nella provincia Pavia. L'uomo è stato denunciato in stato di libertà per compimento di atti osceni in luogo pubblico. Per il reato commesso, rischia fino a quattro anni e mezzo di reclusione.