Prato, dopo rissa pesta agenti e danneggia volanti: fermato magrebino

Gli uomini della questura erano intervenuti in seguito alla segnalazione di una rissa fra stranieri nella frazione di Galciana. Durante le pratiche di identificazione, il marocchino ha dato in escandescenze, aggredendo gli agenti e danneggiando entrambe le auto d'ordinanza

Prato, dopo rissa pesta agenti e danneggia volanti: fermato magrebino

Arriva da Prato la notizia dell'ennesima aggressione commessa da un cittadino straniero nei confronti dei rappresentati delle forze dell'ordine. L'episodio si è verificato durante la notte fra mercoledì e giovedì nella frazione di Galciana.

Tutto ha avuto inizio quando, intorno alle 3:00, i residenti hanno richiesto l'intervento delle autorità locali per una violenta rissa scoppiata fra alcuni extracomunitari in via Matteo degli Organi. Sul posto sono sopraggiunte due volanti della questura, inviate per mettere fine alla colluttazione. Scesi dalle vetture, i poliziotti hanno radunato i partecipanti alla rissa, tutti cittadini stranieri, per procedere con le pratiche di identificazione. Durante queste fasi, uno dei fermati ha letteralmente perso il controllo, rivoltandosi contro gli uomini in divisa.

Il soggetto ha aggredito i poliziotti, prendendoli a calci ed a pugni prima di essere immobilizzato. Non solo. Durante la colluttazione con gli agenti, la violenza dell'extracomunitario non ha risparmiato neppure la portiera di una volante, rimasta visibilmente ammaccata.

Caricato infine su una delle auto d'ordinanza per essere trasportato in questura, lo straniero ha comunque proseguito con il suo comportamente aggressivo, danneggiando l'interno del veicolo. Per lui è scattato l'arresto per resistenza, lesioni, minacce a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato.

Finalmente identificato, lo straniero è risultato essere un pregiudicato marocchino di 35 anni, e si trova ora dietro le sbarre a disposizione dell'autorità giudiziaria. In seguito alla violenta colluttazione, due agenti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso, ricevendo 5 giorni di prognosi per le lesioni riportate.

Negli uffici della questura di Prato sono finiti anche altri due partecipanti alla rissa, entrambi marocchini. I giovani nordafricani, di 18 e 26 anni sono stati a loro volta identificati.

Commenti