Quell'errore sui banchi-girello: altra gaffe della Azzolina

A scuole ormai riaperte, abbiamo chiesto alla preside dell'Istituto Comprensivo "Ognissanti" di Codogno la sua opinione sui banchi con le rotelle

Gli alunni troppo alti non riescono a starci, quelli corpulenti hanno maggiori difficoltà a trovare la posizione ma c'è un altro gravissimo problema che incide sulla funzionalità dei nuovi banchi con le rotelle scelti da Lucia Azzolina per le scuole italiane: l'impiego da parte dei mancini. I ragazzi che utilizzano la mano sinistra per scrivere sono forse i più penalizzati dalla decisione di impiegare nelle classi i banchi con le rotelle. Questo perché il piccolo tavolino sul quale dovrebbero prendere appunti e svolgere i loro compiti si trova sulla destra e non sempre è ribaltabile dalla parte opposta.

Una grave mancanza per delle sedute che, formalmente, non possono definirsi banchi scolastici. È lo stesso commissario Domenico Arcuri a specificarlo nell'allegato 2 del bando d'acquisto, dove vengono definiti "prodotti non ancora classificati, ai fini della normativa UNI EN, nella categoria dei banchi scolastici". Alla luce di questo, non stupisce che tra le qualità apprezzate (non obbligatorie) di queste sedute ci siano l'appoggio su ruote, il fermo ruote, la variabilità dell’altezza della seduta e del piano di lavoro e la disponibilità in più colori pastello, ma non venga richiesta la clausola per mancini.

Questo aspetto, non considerato dal ministro dell'Istruzione al momento della scelta dei nuovi arredi scolastici, è stato evidenziato da più parti. Sono stati soprattutto i ragazzi, diretti interessati di una scelta fatta da chi conosce poco la scuola, a sottolineare le oggettive difficoltà nell'uso dei banchi a rotelle. Abbiamo contattatato telefonicamente l'Istituto Comprensivo Statale "Ognissanti" di Codogno, una delle città simbolo dell'emergenza Covid. Anche per questo motivo è stata una delle prime a ricevere i famigerati banchi con le rotelle. "Sono arrivati il giorno 28 agosto. Sono arrivati già montati e pronti per essere utilizzati. Sono di plastica dura, di quella plastica presumo tutta a norma e hanno una ribaltina con un braccio montato a destra", spiega la dirigente scolastica Cecilia Cugini. A lei abbiamo espressamente chiesto le funzionalità di questi banchi anche per l'utilizzo dei ragazzi mancini: "Non può essere spostato a sinistra, la ribaltina può essere spostata fino al centro. Anche io sono mancina, quindi l'ho provato anche io. Il mancino ha non troppi disagi, però qualcuno non lo posso escludere".

Anche sulla questione rotelle, la dirigente scolastica esprime perplessità sull'utilizzo in classe per ciò per cui sono stati acquistati: "Le rotelle non sono state pensate per venire incontro all'emergenza Covid. Queste sedute vengono chiamate 'sedute didattiche innovative', cioè un domani che l'emergenza sarà passata e che non sarà più necessario rispettare il distanziamento fisico di almeno un metro tra un alunno e l'altro, effetivamente questi banchi potrebbero venire comodi per essere spostati per fare i lavori di gruppo, per fare tutte le attività di apprendimento cooperativo".

Come scritto nel bando, il fermo ruota risulta essere un elemento apprezzato ma non vincolante, pertanto sono state accettate proposte di fornitura di banchi che non lo posseggono, come quelli di Codogno: "Al momento attuale sono posizionati a una distanza di almeno 1 metro l'uno dall'altro e, siccome le rotelle non si possono fermare, abbiamo messo dei segni per terra per delimitare lo spazio di manovra di questi banchi". La dottessa Cugini, poi, aggiunge: "La misura è standard, sono banchi che noi abbiamo pensato per la scuola secondaria di primo grado, quindi i ragazzi di una scuola media". Quando le chiediamo se ci potrebbero essere difficoltà per ragazzi "fuori standard" per quanto riguarda l'altezza, Cecilia Cugini ammette che "si devono abituare un po' effettivamente". Opinioni simili giungono da un istituto di Cagliari, dove i banchi a rotelle sono arrivati in alcuni istituti superiori. "Sono piccoli e fragili", riferisce il personale scolastico. Nell'Istituto Comprensivo Ognissanti di Codogno i banchi con le rotelle sono stati richiesti per un numero ridotto di classi, "su 24 classi che abbiamo li abbiamo ordinati per 9, gli altri usano i banchi monoposto, laddove avevamo la possibilità di mantenere gli spazi e le distanze li abbiamo confermati".

Le parole della dirigente scolastica dell'istuto comprensivo di Codogno, semmai ce ne fosse bisogno, trovano conferma nella lettera di una studentessa pubblicata da La Stampa: "All' inizio non ho pensato al fatto che sarebbe stato scomodo. Per capirlo è bastato dover prendere un appunto con un piccolo quaderno. Una volta appoggiato, c' era spazio giusto per la penna e la mascherina. Non so come farò quando dovrò tenere sul banco mobile un libro o il dizionario". Anche lei, si sofferma sul problema dei mancini e delle ruote senza il freno: "La mia amica mancina sta ancora più scomoda di me. Le ruote della postazione si muovono liberamente, e la cosa è fastidiosa. Ovviamente al primo cambio dell' ora alcuni miei compagni maschi hanno fatto una gara di autoscontri".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Helter_Skelter

Gio, 17/09/2020 - 18:39

Ahahahah. Dopo il Recovery Fund ottenuto, l'apertura a rivedere il trattato di Dublino, l'apertura della scuola, gli argomenti della destra si fermano alla mancanza del ferma ruota. Che visione politica.

lomi

Gio, 17/09/2020 - 18:40

Ma i dirigenti scolastici regionali dormivano???

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 17/09/2020 - 18:48

solo a sinistra fanno errori veramente ridicoli e irrecuperabili! :-) ma proprio per questo non siete assolutamente credibili d'ora in poi.....

Ritratto di Fabious76

Fabious76

Gio, 17/09/2020 - 18:48

Io sono e sarò sempre convinto di una cosa: chi dirige una qualsiasi azienda, un qualsiasi ufficio, etc.. e ancora meglio, chi governa un paese dev'essere COMPETENTE. L'età della persona non conta, può avere 30 anni come 70. Come sono convinto che non servono centinaia e centinaia di persone per mandare avanti un paese. Il numero non conta, conta invece la competenza e la serietà delle persone. Questo articolo dimostra che chi ha avuto il compito di fornire le scuole di questi banchi non ha idea delle reali necessità che i studenti, TUTTI, possono avere. L'italia ha sete di competenza!!!!

Ilsabbatico

Gio, 17/09/2020 - 18:49

Qualcuno mi deve ancora spiegare quale valore aggiunto hanno questi "cosi" rispetto ai precedenti banchi scolastici in merito al covid19.....era meglio utilizzare queste risorse economiche per sistemare le aule e tutte le strutture fatiscenti...che sono tante...

Ritratto di Tora

Tora

Gio, 17/09/2020 - 18:50

Comunque siamo il paese di Totò e Peppino...non c'è niente da fare...

Aquilee1077

Gio, 17/09/2020 - 18:51

Ma come è potuta nascere e passare una simile idea da mentecatti? Ma sono mai stati a scuola? Hanno mai avuto dei bambini? Sono mai stati bambini? Evidentemente il potere rende inabili al ragionamento e alla logica.

Giorgio5819

Gio, 17/09/2020 - 18:56

"Ce li hanno dati già montati, i mancini non possono usarli"...ma l'idiozia di questi dilettanti dobbiamo sopportarla ancora per molto ?.... il mitico presidente del consiglio chi é ? ..e qualcuno che indichi, gentilmente, chi é il presidente della repubblica ?...

NOWAY99

Gio, 17/09/2020 - 19:04

La storia dei banchi a rotelle degna di una comica fantozziana denota la totale incapacità e pressapochezza di un governo che su qualsiasi materia abbia messo mano ha solo saputo combinare disastri epici. I banchi sembrano quei seggiolini su cui si fanno sedere i bimbi da imboccare e poi non si capisce come possa garantire il distanziamento un oggetto che ha per caratteristica quella di possedere il dispositivo inventato dall'uomo proprio per favorire gli spostamenti e cio' la ruota. Semmai potevano garantire il distanziamento dei banchi imbullonati al pavimento non certo quelli dotati di rotelle. Ma il concetto per l'Azzolina deve essere stato trippo complicato da afferrare meglio quindi darsi alle barzellette che stanno facendo sbellicare mezzo pianteta. Comunque dato il costo esorbitante di questi seggioloni e gli appalti aggiudicati a società inesistenti forse dietro questa scelta scellerata c'è qualcosa di piu' tristemente immaginabile.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 17/09/2020 - 19:08

Si fa fatica a crederci,o forse no,(forse) nella sinistra tutto ciò è normale.

Ritratto di gianky53

gianky53

Gio, 17/09/2020 - 19:08

Errore costoso, anche perché provvisorio, nel senso che passata l'emergenza è impensabile continuare ad utilizzare quei "cosi" ridicoli con le rotelle. Solo i grillini potevano uscire con una soluzione così assurda, che fa il paio con gli incentivi per i monopattini made in China. Come se non ci fosse stato il tempo da febbraio per trovare una soluzione... Penso anche a tutte le scuole paritarie con ampia dotazione di attrezzature. Proprio una manica di incapaci, bravi solo a dilapidare i soldi pubblici A DEBITO. Vedi anche la storia delle mascherine pagate in anticipo dalla Regione Lazio e mai arrivate.

sivispacem

Gio, 17/09/2020 - 19:22

NON CAPISCO QUAL E' IL PROBLEMA. SE LI VOLEVANO SMONTATI VUOL DIRE CHE SI POSSONO MODIFICARE. ARGOMENTO PRETESTUOSO E UN PO' RIDICOLO.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 17/09/2020 - 19:22

Che ignoranti. Ma non sapevano che con le rotelle potevano fare qualsia si cosa, come gli autoscontri quando l'insegnante è assente? Ma dove ha vissuto, dalle suore, che la bacchettava. Ma poi i costi. Le sedie andavano bene quelle che avevano cavoli! Ai tavoli si potevano benissimo stare in due messi ai lati opposti. Poi possono fare due turni uno al mattino e l'altro al pomeriggio. Che imparino a fare le ore di un dipendente privato. 4 ore al mattino e 4 ore al pomeriggio.Non possiamo scaldare le scuole d'inverno per tutto il giorno e sfruttarlo solo al mattino. Basta usare i soldi dei cittadini in modo sbagliato.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 17/09/2020 - 19:23

@Helter_Skelter - sembri la famosa medicina, devi prenderla per digerire meglio. Non ti va giù che gl ialtri faccian ocrittichwe al tuo governo, mentre quando c'è il cdx vomitavate odio e insulti tutti i giorni. Vedremo se avete il coraggi odi non sfiduciare la Azzolina per la sua lungimiranza. SArete rticordati, con lei, nella storia. Ti sembra una buona gestione? Pe molt omeno criticavate quella famosa di cdx, pur non abbia fatto igli stessi danni di questa. Forse meglio zitti che faziosi, ascolta il consiglio.

sarascemo

Gio, 17/09/2020 - 19:26

lomi Gio, 17/09/2020 - 18:40 la gara è stata voluta in maniera monocratica dalla Ministra Azzolina, così come citato nel bando firmato da Arcuri. Non si cpaisce se Arcuri è stato scelto come capro espiatorio o come tecnico. SE questa è la "potenza di fuoco" decantata da "Gonde", stiamo freschi. Gonde disse: "Che la scuola non sia luogo di polemica"... ma va!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 17/09/2020 - 19:31

TANTO SONO I SOLDI DELLE TASSE DEGLI ITALIANI CHE LAVORANO 8 MESI PER LO STATO, DUE MESI PER LE TASSE LOCALI POVERO POPOLO BUE !

Ritratto di adl

adl

Gio, 17/09/2020 - 19:34

L'allegoria è la seguente: Banchi sinistri, che non possono essere usati tra gli altri, neanche dai mancini.

no_balls

Gio, 17/09/2020 - 19:40

Attenzione che far credere che sia tutto un disastro in una materia dove il cittadino elettore può verificare quoodianamnete (scuola) può essere un grande boomerang... Magari qualcuno verifica con mano quante balle raccontate giornalmente..... la credibilità e' importante....

zen39

Gio, 17/09/2020 - 19:44

Ma povera Azzolina. Lei ha fatto tutto il possibile. Ma chi stava collaborando con lei forse un po' più furbetto l'avrà convinta della bontà di questa soluzione che a mio parere è colorata molto ma molto di giallo orientale (lo stesso colore preferito dalle stelle cadenti). Ci sarà qualche collegamento ?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 17/09/2020 - 19:45

Incredibile, spaventoso! Mai vista tanta ignoranza, superficialità, disorganizzazione, altro che terzo mondo, la Azzolina ci ha precipitati nel quarto mondo (che non esisteva, lo hanno creato apposta per noi piddini e balordi). Adesso chiedo che IL GIORNALE pubblichi le fotografie dei parlamentari che NON votano la mozione di sfiducia della LEGA: NOMI E FOTO per almeno una settimana, il popolo ha il diritto di sapere!

Helter_Skelter

Gio, 17/09/2020 - 19:45

@Leonida55: tutte le critiche che vuoi ma ridursi a fare polemica sui banchi a rotelle, tra l'altro richiesti dagli stessi presidi, mi sembra un po' poco. Va bene per le chiacchiere davanti alla macchina del caffè o per questo forum. Dai politici mi aspetto altri discorsi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 18/09/2020 - 13:23

Gli infantili seggiolone e girello sono artisticamente sintetizzati nei marchingegni dell'Azzolina, quasi che rimpianga una maternità interrotta.