Referendum, il Pd promuove il "Sì" con una foto. Ma lo scatto è delle trivelle

Continua la campagna del Pd per promuovere il "Sì" al Referendum. Dopo la gaffe delle lettere inviate agli italiani all'estero, il Partito democratico ricicla una fotto scattata ad aprile

Referendum, il Pd promuove il "Sì" con una foto. Ma lo scatto è delle trivelle

Dopo le lettere inviate agli italiani all'estero, il Pd fa un'altra gaffe: su Facebook sponsorizza il "Sì" con una foto che non è stata fatta in occasione del Referendum costituzionale.

Il deputato sardo del Pd, Siro Marrocu, ha rilanciato sulla propria bacheca di Facebook una foto di un gruppo di uomini e donne che insieme formano un giganteso "Sì". Ma questo "Sì" disegnato sulla spiaggia sarda non è stato fatto in occasione del Referendum del 4 dicembre, bensì lo scorso 17 aprile in occasione della consultazione popolare relativa alle trivelle.

La foto - falsa - nel giro di qualche ora ha ottenuto centinaia di condivisioni e anche il consigliere regionale Franco Sabatini l'ha pubblicata sul suo profilo Facebook. Ma Andrea Murru, attivista del fronte del "No", ha subito smascherato le intenzioni del Pd. Come riporta Sardinia Post, Murru, ha postato uno screenshot dal quale risulta che quel "Sì" è relativo alla consultazione popolare di aprile, quando il Partito democratico invitava all’astensione perché la validità del referendum era legata al quorum.

Una volta smascherata la beffa, la notizia è diventata virale e molti cittadini hanno protestato perché si sono sentiti ingannati dallo Stato che fa di tutto pur di far vincere al Referendum il "Sì".

Caricamento...

Commenti

Caricamento...