Roma, i rom del Camping River cercano di occupare un hotel

Una 60ina di rom che erano stati sgomberati dal Camping River hanno cercato nel cuore di occupare l'Hotel Point, una ex struttura ricettiva per richiedenti asilo ma sono stati prontamente mandati via dalle forze dell'ordine

Roma, i rom del Camping River cercano di occupare un hotel

Sono stati sgomberati dalla polizia locale di Roma i 60 nomadi che, dopo essere stati mandati via dal Camping River, hanno cercato nel cuore della notte di ieri di occupare l'Hotel Point, una ex struttura ricettiva per richiedenti asilo in via Flaminia 982.

Fino alle 11 di questa mattina gli agenti della polizia di Stato e i vigili urbani della Capitale hanno presidiato l'Hotel finché non è sopraggiunto l'ordine di sgombero i servizi sociali del Comune hanno offerto ai rom una soluzione alloggiativa alternativa presso il centro di Via Giaccone ma l'offerta stata rifiutata da tutti i nuclei. Gli esponenti romani di Fratelli d'Italia, Fabrizio Ghera, capogruppo in Regione Lazio, la consigliera comunale Lavinia Mennuni e il responsabile immigrazione Giorgio Mori, parlano di "fallimento delle politiche integrative Cinquestelle sul territorio comunale". E aggiungono: " Le 45 persone, tutte donne e bambini, erano state utilizzate perversamente come scudi umani per rallentare l'attivitá di ripristino della legalità. Al momento i "tentati" occupanti insieme ai loro mandanti stazionano nell'area destando forte preoccupazione ai residenti". "Immediatamente produrremo question time per chiedere in Campidoglio e al Municipio XV una relazione dettagliata sullo svolgimento dei fatti", concludono in una nota gli esponenti romani di FdI.

Commenti