Cronache

“Si chiama democrazia...". La lezione di Salvini a Toscani

Il leader della Lega replica al noto fotografo che, dopo il voto, aveva insultato gli elettori per la maggioranza assegnata al centrodestra

“Si chiama democrazia...". La lezione di Salvini a Toscani

"Io penso che in Italia ci siano tanti cogli*ni". Oliviero Toscani era persino arrivato a offendere gli elettori e la loro libera scelta. I voti attribuiti in larga maggioranza al centrodestra, infatti, avevano mandato su tutte le furie il fotografo milanese, incapace di accettare l'esito elettorale favorevole a Giorgia Meloni. "Gli italiani hanno scelto? Cosa vuol dire, ai tempi scelsero anche Mussolini...", aveva strillato il noto polemista, lanciandosi in un mix di rosicamenti a raffica e insulti. A quelle contumelie pronunciate nelle scorse ore su Radio24 è arrivata la replica secca di Matteo Salvini.

Salvini replica a Toscani

Lo stesso leader della Lega, del resto, era stato menzionato da Toscani nella sua intemerata pubblica, nella quale il fotografo se l'era presa in particolare con i cittadini. "Se la maggioranza è cogli*na, c'è una democrazia cogli*na", aveva esclamato Oliviero. E l'ex premier oggi lo ha strigliato a modo suo. In un post pubblicato sui social, infatti, Salvini è andato al contrattacco. "Per questo rosicante signore, tal Toscani Oliviero, gli italiani sono tutti 'Cog***ni e ignoranti' perché alle elezioni hanno scelto me, la Lega e il centrodestra unito. Si chiama democrazia caro comunista col Rolex! Bacioni, sorrisi e Maalox", ha scritto il segretario del Carroccio.

Una risposta andata al cuore della questione: ovvero, all'incapacità di molti simpatizzanti progressisti di accettare il democratico esito delle urne quando quest'ultimo non corrisponde alla loro volontà. Lo sfogo radiofonico di Toscani, in tal senso, è stato un esempio fragoroso ma non certo l'unico. Tra cantanti schierati, conduttori e influencer, l'esercito dei rosiconi si è allargato a dismisura dopo la vittoria del centrodestra alle recenti amministrative.

Quella tra Toscani e Salvini, invece, è un'inimicizia tutt'altro che recente. Meno di un anno fa, peraltro, il fotografo aveva riservato un altro attacco personale al leader leghista, affermando: "Non è credibile, ha anche una morfologia preistorica".

Commenti