Saluzzo, padre uccide il figlio disabile

Sul posto i carabinieri, che hanno provveduto a circondare l'area e a bloccarla al traffico

Dramma a Saluzzo, in provincia di Cuneo. Questo pomeriggio, un uomo di 72 anni, Luigi Cadorin, ha ucciso il figlio disabile di 42 anni, Luca. Secondo quanto riporta La Stampa, "l'uomo sarebbe stato colpito ripetutamente con un corpo contundente, un oggetto che si trovava in casa". È stato proprio il presunto omicida a lanciare l'allarme, chiamando i carabinieri. I fatti sarebbero successi attorno alle 16.30 di questo pomeriggio. Al momento dell'omicidio, la moglie non si trovava a casa ed è probabile che il marito abbia voluto uccidere il figlio sfruttando proprio questa assenza.

Gli inquirenti stanno ascoltando l'uomo per cercare di comprendere i motivi che lo hanno portato a compiere questo folle gesto. "Sul posto - riporta il quotidiano di Torino - il medico legale e il pubblico ministero di turno della Procura di Cuneo, per gli accertamenti". L'accesso alla zona che circonda la casa dove abita la famiglia Cadorin è stato momentaneamente chiuso al traffico ed è presidiato dalla polizia municipale.