Solito copione: l'Ocean Viking chiede lo sbarco per 123 migranti

Sos Mediterranée è tornata ad avanzare la richiesta di un porto sicuro per la nave con a bordo 123 migranti

Solito copione: l'Ocean Viking chiede lo sbarco per 123 migranti

Ancora una volta l’Sos Mediterranée chiede l'assegnazione di un porto sicuro per i 123 migranti che si trovano a bordo della Ocean Viking e che sono stati soccorsi in quattro diversi interventi. La Ong ha specificato che dopo 5 richieste alle autorità marittime Ocean Viking non ha ancora avuto assegnato un porto sicuro. La nave si trova a poche miglia da Lampedusa

La nave con 123 migranti a bordo

Ha poi continuato: "I 123 sopravvissuti, bambini, minori non accompagnati, uomini e donne mostrano grandi capacità di recupero ma una nave è solo un rifugio temporaneo. Hanno bisogno di sbarcare rapidamente, in conformità con il diritto marittimo". Sono infatti ben quattro le operazioni che la Ocean Viking ha effettuato in pochi giorni, l’ultima nella nottata della scorsa domenica. Contrariamente a quanto era stato riferito da alcune fonti, le tredici persone all'inizio disperse e credute morte, dopo essere state per ore alla deriva nell'area di ricerca e soccorso maltese, sono state ritrovate vive sulla loro piccola imbarcazione. Un uomo si trovava "in condizioni molto deboli, disteso sul ponte della barca di legno" e per questo motivo è stato evacuato in barella.

Precedentemente la nave aveva intercettato un barcone di legno con a bordo 58 migranti, che si trovava in difficoltà nella zona Sar maltese. Inizialmente, l'imbarcazione è stata assistita dalla Nadir. Secondo i primi racconti, la barca era partita dalla Libia due giorni prima. La mattina precedente erano state salvate 33 persone nelle acque internazionali al largo della Libia, comprese 8 donne e 13 bambini. Due giorni prima erano stati tratti in salvo 25 migranti, tra cui 2 donne e 3 bambini, a 28 miglia dalle coste libiche. Nelle ultime missioni Ocean Viking ha sempre fatto approdo nel nostro Paese.

La richiesta di un porto sicuro

E adesso, dopo aver fatto il pieno di migranti, come ci si aspettava è arrivata a chiedere all’Italia un porto sicuro dove sbarcare. Infatti dopo essere stata in acque maltesi per diversi giorni, la nave ha puntato dritto verso il Bel Paese. Il mese di agosto da poco passato è stato uno dei peggiori degli ultimi anni in fatto di sbarchi. Sulle coste italiane sono arrivati oltre 10mila migranti. Settembre è stato invece meno problematico, ma lo si deve principalmente al peggioramento delle condizioni climatiche e del mare rispetto al mese precedente. Dall’inizio del 2021 sono in tutto 43.152 i migranti sbarcati, praticamente il doppio rispetto allo stesso periodo del 2020. Situazione che ha portato più volte il Carroccio a chiedere le dimissioni del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese. Senza contare i tanti, e sempre in aumento, sbarchi autonomi.

Commenti