Tapiro d'oro a Casalino e Conte. Premiata l'accoppiata delle gaffe

Il premier e il suo portavoce sono stati intercettati da Valerio Staffelli che ha consegnato loro, non senza imbarazzo, il premio di Striscia la Notizia

Tapiro d'oro a Casalino e Conte. Premiata l'accoppiata delle gaffe

Insieme hanno governato, insieme hanno lasciato le rispettive poltrone e insieme ora riceveranno il tapiro d'oro. Il premier uscente Giuseppe Conte e il suo portavoce Rocco Casalino non si lasciano, anzi raddoppiano grazie a Striscia la Notizia, che stasera consegnerà loro l'ambito premio delle gaffe.

L'inviato dei tapiri Valerio Staffelli, nella puntata del tg satirico di Canale 5 che andrà in onda questa sera (4 febbraio), prenderà due piccioni con una fava. È proprio il caso di dirlo. La caduta del premier Giuseppe Conte ha fatto capitolare definitivamente anche il suo portavoce Casalino e insieme ora si apprestano a ricevere il tapiro. Oltre al danno la beffa di vedersi prendere in giro da milioni di telespettatori che negli ultimi mesi hanno assistito più a uno show che a un'azione di governo.

Intercettato fuori da palazzo Chigi dall'inviato di Striscia, Giuseppi prima di prendere il premio ha voluto puntualizzare: "Dimissionario, ma ancora presidente per qualche giorno. Sono onorato di aver servito il mio Paese e terminare con un Tapiro mi rinfranca". Stuzzicato dalle domande di Valerio Staffelli su Matteo Renzi, Conte ha fatto buon viso a cattivo gioco: "È un interlocutore politico, un senatore della Repubblica e fa la sua politica". E sul tapiro ha trovato anche il tempo di scherzare: "Durante tutto il mandato mi sono chiesto: come mai non mi arriva?".

Ben altro stile invece quello di Rocco Casalino, che davanti a Staffelli non si è risparmiato il suo solito atteggiamento da primadonna. Pizzicato per le vie di Roma, Casalino ha prima smentito ai microfoni di Striscia di aver telefonato ai vertici del Movimento 5 Stelle chiedendo di votare contro un governo guidato da Mario Draghi, poi ha fatto pubblicità al suo libro: "Ho ricevuto 300 chiamate, ma non rispondo a nessuno". La sua fatica "letteraria" - "Il portavoce" che ripercorre la sua vita - è pronta a finire nelle librerie il 16 febbraio nonostante gli intoppi delle ultime settimane. Di dire addio alla politica, però, Casalino non pare averne voglia e in quanto alla televisione Rocco a Staffelli ha fatto una promessa: "Mai al Grande Fratello Vip".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti