Tenta di fare sesso con bottiglia di vetro: finisce all'ospedale

Un sessantenne napoletano ricoverato al San Giovanni Bosco con lo scroto scuoiato: aveva tentato l'amplesso con una bottiglia rotta

Tenta di fare sesso con bottiglia di vetro: finisce all'ospedale

È un'orribile avventura dal sapore splatter, quella occorsa a un sessantenne napoletano.

Solo a casa, ha tentato di consumare un rapporto sessuale con una bottiglia di vetro a cui aveva in precedenza spaccato il collo. Purtroppo l'amplesso è durato poco e passati pochi minuti l'improvvido amatore ha dovuto chiamare il 118 e farsi ricoverare d'urgenza al pronto soccorso dell'ospedale San Giovanni Bosco, con l'apparato genitale completamente tagliato dai cocci di vetro.

Al nosocomio partenopeo, l'incauto sessantenne ha raccontato la propria storia a medici ed infermieri, inizialmente convinti di trovarsi di fronte ad una tentata evirazione. Lo scroto dell'uomo, riferisce il quotidiano napoletano Il Roma, appariva infatti completamente scuoiato: tuttavia i medici sarebbero riusciti a limitare i danni a qualche punto di sutura.

Commenti