Tirrenia, banditi armati e incappucciati rapinano Bagno della Folgore

L’incursione è avvenuta nella notte tra mercoledì 6 e giovedì 7 giugno; i cinque, con accento dell’est Europa, fuggono con oltre duemila euro

Tirrenia, banditi armati e incappucciati rapinano Bagno della Folgore

Tirrenia - Cinque uomini con il volto incappucciato, armati di pistole e mazze di legno, hanno rapinato la scorsa notte il gestore del bar-ristorante dello stabilimento balneare della Folgore, lungo il litorale pisano.

Sull’episodio sta ancora indagando la Squadra Mobile della Questura di Pisa, dopo aver ricevuto la denuncia da parte della vittima dell’aggressione.

Stando alla ricostruzione dei fatti, effettuata dagli inquirenti sulla base delle testimonianze raccolte tra i presenti alla rapina, il fatto sarebbe avvenuto intorno alle 3 del mattino, tra mercoledì 6 e giovedì 7 giugno. I banditi, che avrebbero avuto un accento dell’Est Europa, sono entrati nel bar, sorprendendo il titolare insieme a due collaboratori; sotto la minaccia delle pistole e di una mazza, si sarebbero poi fatti consegnare tutto l’incasso della serata, oltre agli effetti personali, per un bottino stimato dalla Polizia di circa duemila euro.

Purtroppo per le indagini il luogo non è protetto da telecamere di sorveglianza, ragion per cui il lavoro degli investigatori deve obbligatoriamente basarsi sulle testimonianza fornite dalle vittime dell’aggressione.

La ricerca dei responsabili della rapina è ancora in atto.

Commenti

Grazie per il tuo commento