"Speculazioni? Non mi pento". La "lezione" di Soros all'Italia

La più grande preoccupazione del finanziere è l'Italia: "La popolarità di Matteo Salvini è in declino ma è in ascesa quella di Giorgia Meloni, ancora più estremista"

Il finanziere liberal George Soros, fondatore dell'Open Society Foundations e importante sponsor del Partito democratico degli Stati Uniti, torna a parlare delle sue azioni speculative che l'hanno reso ricco, ricchissimo, e al contempo famoso, prima di riciclarsi nei panni del "filantropo". Intervistato dal quotidiano La Repubblica, alla domanda sulla palese contraddizione fra la passione per l'Europa e l'azione speculativa - contro il nostro Paese - che all'epoca attaccò il Sistema monetario europeo, Soros dice di non pentirsi di nulla. "C'era una inefficienza di mercato, ho visto un'opportunità. Era una scommessa asimmetrica a miofavore su cui puntavo tutto il mio capitale. Non ho nessuna remora, sono soltanto arrivato primo e c'è sempre un rischio". Nel nostro Paese l'attività del finanziere di origine ungheresi con ambizioni filantropiche, che si ispira al filosofo Karl Popper, è storia degli ultimi 30 anni. Amico di Romano Prodi, Soros diventa celebre nel nostro Paese durante il cosiddetto "mercoledì nero" del 16 settembre 1992, quando la lira italiana e la sterlina inglese sono costrette ad uscire dal Sistema Monetario Europeo (Sme) a seguito di una speculazione finanziaria da lui condotta attraverso il fondo Quantum. Quel giorno, lo "squalo" della finanza vende lire allo scoperto comprando dollari, costringendo così la Banca d'Italia a vendere 48 miliardi di dollari di riserve per sostenere il cambio e portando la nostra moneta a una svalutazione del 30%.

Soros: "Contro di me un complotto internazionale

Nonostante gli acclarati finanziamenti della sua fondazione a partiti politici, organizzazioni non governative politicizzate, onlus che favoriscono l'immigrazione in tutto il mondo, George Soros spiega di essere vittima di un complotto della destra e anche di certa sinistra. "Una volta c'era il complotto giudaico-bolscevico adesso è chiamato solo il complotto ebraico. La verità è che il complotto internazionale è contro di me. Quando combatto la discriminazione, l'esclusione razziale, i regimi totalitari, porto avanti la missione della mia vita, in trasparenza" racconta a La Repubblica. Il punto è che con i fondi che elargisce alle organizzazioni progressiste in Europa e negli Stati Uniti, Soros vuole modellare il mondo a sua immagine e somiglianza. Esempio eclatante? Quanto accaduto in Ucraina. Chi si stupisce dei metodi impiegati dal magnate dovrebbe ascoltare l’intervista rilasciata alla Cnn nel quale lo stesso fondatore della Open Society ammette di aver avuto un ruolo cruciale nei fatti di EuroMaidan nel 2014. "Ebbene ho creato una fondazione in Ucraina prima che diventasse indipendente dalla Russia. La fondazione è in funzione da allora e ha giocato un ruolo importante negli eventi attuali". Parole sue.

I nemici? Russia, Cina e i sovranisti come Trump: "Mi preoccupa Giorgia Meloni"

Come in ogni intervista, il magnate stila la lista degli acerrimi nemici. Soros, dal suo campo da tennis, parla di una "crisi più grave dalla Seconda Guerra Mondiale" e sottolinea che"l'Europa è molto più vulnerabile, più degli Stati Uniti" e che ha nemici "sia interni che sterni". Secondo il finanziere, Donald Trump è destinato a perdere: "Trump sarà un fenomeno transitorio che spero si concluderà già alle elezioni di novembre" sottolinea il magnate. Riguardi nemici interni dell'Ue, Soros cita "Viktor Orbàn in Ungheria e Jaroslaw Kaczynski in Polonia". "La mia principale preoccupazione però riguarda l'Italia. La popolarità di Salvini è in declino ma è in ascesa quella Giorgia Meloni di Fratelli d'Italia, ancora più estremista e della stessa coalizione" dice Soros. Tra i nemici esterni Soros guarda alla Cina. "La Russia era il nemico più pericoloso ma la Cina l'ha superata" afferma. Con i suoi novant'anni appena compiuti, George sicuramente ne sa parecchie. E può ancora incidere sul mondo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

GINO_59

Mer, 12/08/2020 - 13:37

Inguardabile! Inascoltabile!

ROUTE66

Mer, 12/08/2020 - 13:48

Repubblica ha dimenticato una domanda. Sig Soros secondo LEI dal suo attacco alla LIRA hanno sofferto più i RICCHI o I POVERI.

Nes

Mer, 12/08/2020 - 13:51

Saros quello che sovvenziona le invasioni della nostra nazione a mezzo di ong da lui manovrate e ora gli preoccupa la Meloni, dice la pura verità e bisogna credergli

Junger

Mer, 12/08/2020 - 13:51

L'europa ha appena approvato un regolamento bancario solvency II per cui le banche potranno tenere in pancia soltanto una quota limitata di titoli di stato italiani ( siamo a rating spazzatura). Inoltre dietro l'angolo ci sono sempre questi personaggi pronti a cogliere "opportunità". Per finire Conte con il suo indispensabile lockdown sta aumentando il nostro debito da 110 a 160 per cento del pil. Se dopo il disastroso governo attuale, il cdx pensa di mettersi contro i mercati in questo scenario....

ROUTE66

Mer, 12/08/2020 - 13:53

La domanda è LEGITTIMA,perchè oggi finanziando chi trasporta i migranti in ITALIA,(LUI DICE PER AIUTARE I DISPERATI) ma il risultato è molto simile alla speculazione sulla LIRA. In realtà aggiunge ai disperati ITALIANI altri (DISPERATI). Ora ci dica, CHI SOFFRE di più da una simile situazione?

ziobeppe1951

Mer, 12/08/2020 - 13:54

Una foto più decente non c’è...che sia forse questa la migliore?

Giorgio5819

Mer, 12/08/2020 - 13:58

Pessimo soggetto, brutta persona con troppa spocchia.

killkoms

Mer, 12/08/2020 - 14:00

l'amicone dei comu nisti!

QuasarX

Mer, 12/08/2020 - 14:07

non sono ne' Trump ne' Meloni ne' Salvini ne' Orban ne' gli altri il problema uno dei problemi del mondo sei tu e quelli come te

momomomo

Mer, 12/08/2020 - 14:08

..."...Mi preoccupa Giorgia Meloni..."... E bene fai ad essere preoccupato, carissimo...

Ritratto di Valance

Valance

Mer, 12/08/2020 - 14:08

Se sciacalli come questo riescono ad arricchirsi legalmente allora c’è qualcosa di marcio alla base del Sistema.

Malacappa

Mer, 12/08/2020 - 14:27

Mamma mia il mio nipotino di 2 anni quando ha visto la foto si e'messo a piangere e non e'da meno

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 12/08/2020 - 14:41

Certo che è brutto!

Ritratto di Adespota

Adespota

Mer, 12/08/2020 - 15:21

A me questo tizio ricorda molto il metodo usato dalle industrie molto inquinanti: elargisco soldi a destra e a manca, faccio la figura del filantropo , e poi inquino quanto mi pare, mentre i sinistrati globalisti open society applaudono.

ROUTE66

Mer, 12/08/2020 - 15:54

E pensare che è fuggito dal"UNGHERIA COMUNISTA perchè privavano dalla libertà. Per diventare uno dei peggiori capitalisti. Certo dopo aver speculato e ridotto alla disperazione NON I RICCHI ma chi già non navigava nel"ORO,ora aiuta finanziando organizzazioni che trasportano disperati in casa di chi già soffre. SI MA LO FA PER IL NOSTRO BENE. Fornisce a ricchi e speculatori manodopera sempre più a BUON PREZZO

zagor1963

Mer, 12/08/2020 - 16:37

questi signori detengono l'80-85 % delle ricchezze della terra dietro a soros come a bill gates dicono ci siono le + ricche famiglie del mondo hanno il potere illimitato e poi hanno il coraggio di criticare il nazismo ? Pensate un colosso come soros è preoccupato della meloni ? questi mettono il becco dappertutto e controllano e soffocano ogni minima fiammella di libertà che si accende in ogni angolo del mondo e parlano di fascismo ? sono molto + scaltri loro che nell'ombra tirano le fila di tutto e chi si ribella ?????

ilbelga

Mer, 12/08/2020 - 17:05

che faccia da prepotente...Meglio la Meloni, l'adoro.

barbarablu

Mer, 12/08/2020 - 17:24

pochi delinquenti si pentono delle proprie azioni molte le reiterano... lui secondo voi cos'è?