Toscani espositore a Vinitaly, la Lega chiede di escluderlo: "Non è gradito"

La protesta del Carroccio contro l'arrivo del fotografo alla fiera enologica a Verona: "Ha offeso tutti i veneti chiamandoli ubriaconi. Prima di poter esporre deve chiederci scusa"

Toscani espositore a Vinitaly, la Lega chiede di escluderlo: "Non è gradito"

Chi la fa l'aspetti, si potrebbe dire, attigendo alla saggezza popolare, per commentare questa storia che ha per protagonista il celebre fotografo Oliviero Toscani.

Che, anni dopo aver insultato i veneti definendoli "un popolo di ubriaconi", ora rischia di venire escluso dalla celebre fiera di Vinitaly in quanto "persona non gradita" proprio in virtù di quelle antiche ingiurie.

I consiglieri comunali della Lega Nord di Verona, città dove da anni si svolge la manifestazione, hanno infatti sottoscritto un ordine del giorno per chiedere agli organizzatori della più importante manifestazione enologica d'Italia di escludere il famoso fotografo dalla lista degli espositori "a meno che non chieda scusa".

"Chi ha offeso i veneti - si legge nella mozione - non è degno di essere accolto, né di esporre i suoi prodotti, in uno deitempli della cultura veneta, il Vinitaly. Oliviero Toscani per quanto ci riguarda era è e rimane persona non gradita". Contro Toscani pende poi l'accusa - se di accusa si può parlare - di avere proposto, qualche anno fa, il trasferimento della fiera enologica da Verona a Milano.

Un affronto intollerabile per i veneti amanti del vino. Ma che non per questo tollerano di essere impunemente chiamati ubriaconi.

Commenti