Tre ragioni per ringraziare Virginia Raggi

Virginia Raggi ha deciso di ricandidarsi a sindaco di Roma. È una bella notizia per almeno tre motivi

Virginia Raggi ha deciso di ricandidarsi a sindaco di Roma. È una bella notizia per almeno tre motivi. Il primo è che cade definitivamente un'altra delle ipocrisie dei Cinquestelle che al loro apparire avevano giurato: basta con i politici di professione, i nostri eletti non potranno fare più di due mandati (la Raggi li ha già fatti). Era una sciocchezza senza senso (se uno è bravo non si capisce perché debba smettere) sulla quale Grillo e soci avevano costruito uno dei punti forti della loro retorica moralista anti-casta che ora che si sono fatti casta rinnegano senza il minimo imbarazzo.

Il secondo motivo è che il caso Raggi dimostra come il merito in quel partito non conti nulla. La signora è stata il peggior sindaco della storia romana, monumento perenne all'incapacità. La città non è mai stata così conciata da tutti i punti di vista: sporcizia e incuria sono temi all'ordine del giorno, la gestione del trasporto pubblico una barzelletta (basti pensare alle stazioni del metrò chiuse per mesi per semplici guasti delle scale mobili) e questo nonostante una girandola di assessori e superconsulenti che non ha precedenti. Con un curriculum simile, nessun sindaco di nessun partito potrebbe non dico sperare ma neppure pensare a una ricandidatura. Nei Cinque Stelle invece questo è possibile perché, non solo a Roma, l'appartenenza e la fedeltà al capo valgono più del merito, tanto a pagare il conto di tanta arroganza sono i cittadini.

Il terzo motivo per essere contenti della ricandidatura della sindaca uscente è che con lei in campo aumentano non di poco le possibilità che Roma torni ad essere amministrata dal centrodestra (ammesso che si trovi un buon pretendente), tanto è il disamore dei romani per la loro prima cittadina e l'imbarazzo del Pd, alleato di governo dei Cinque Stelle, a sostenerla dopo aver passato gli ultimi cinque anni a criticare giustamente ogni suo atto.

Che la Raggi correndo da sola abbia la benché minima possibilità di essere confermata è da escludere in partenza. E allora viene naturale il sospetto che le cose non siano così come appaiono e che la riconferma sia solo una cinica punizione decisa da Grillo per il disastro combinato: tu Raggi ci hai trascinati nella vergogna, a questo punto qualsiasi altro nostro candidato per colpa tua non potrebbe farcela. Quindi tu salirai sul patibolo delle elezioni, a eseguire la giusta condanna non saremo noi grillini, ma gli elettori.

In ogni caso, diciamo noi, grazie sindaca.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

sparviero51

Mer, 12/08/2020 - 17:12

“DE PROFUNDIS” A 5 STELLE !!!

EBRU50

Mer, 12/08/2020 - 17:27

Concordo pienamente e la punizione potrebbe essere proprio quella indicata dal Direttore

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 12/08/2020 - 17:34

Il dottor Sallusti dice proprio quello che a Roma pensiamo in tanti. Tre ragioni bastano ed avanzano.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/08/2020 - 17:44

600 mila romani la dimenticheranno .....

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 12/08/2020 - 17:45

la raggi è stata più brava di nerone, la sindaca ha fatto bruciare solo alcuno autobus, mentre nerone fece incendiare tutta roma!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/08/2020 - 17:47

voglio dire: i romani dimenticheranno presto di lei, e del M5S.... sarei tentato di offrire tutta la mia casa su questa scommessa....

Enne58

Mer, 12/08/2020 - 18:09

Come liberarsi di una persona scomoda. Basta ricandidarla

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 12/08/2020 - 18:12

Beh, nulla di strano e nuovo succede nell'Urbe ... pure in tempi non sospetti il Senato SPQR nominava i triumviri, non esisteva la parità dei sessi stante che ognuno faceva i ca..voli suoi, e tutto filava liscio fino alla prima stilata tra sfidanti alla carica.

edo2969

Mer, 12/08/2020 - 18:15

3 errori di Sallusti: 1) la Raggi non è stata la peggiore, Alemanno fu molto peggio. 2) di mandato da sindaco ne ha fatto 1 solo, quindi fa bene a ricandidarsi, 3) altro che cdx, Virginia è bravissima e amata a Roma e rivince senza problemi

EliSerena

Mer, 12/08/2020 - 18:22

Direttore le ricordo solo una cosa che ha dimenticato o meglio non ha voluto scrivere. Se è stata eletta è merito di Forza Italia , di Salvini e della Meloni.

Ritratto di Cali85

Cali85

Mer, 12/08/2020 - 18:36

Certo che, Direttore, Lei continua ad attribuire al M5S capacità politiche che, credo proprio non abbiano. Ma cosa vuole che abbia pensato Grillo di così politicamente sofisticato? Ma Lei lo crede davvero capace di elaborare un pensiero così sofisticato? Ma ricordi che Grillo è un fautore del pensiero più ixxxxa che si sia visto negli ultimi 75 anni e cioè che hanno più valore 100.000 voti sulla piattaforma Rousseau che il normale voto degli Italiani! E Lei crede che uno che la pensa come Lui possa fare pensieri politici tipo quello sulla Raggi ?

Enne58

Mer, 12/08/2020 - 18:48

EliSerena: ma è proprio una fissazione, cosa c'entrano Salvino, Meloni e forza italia con il disastro Raggi, non erano loro i sindaci di Roma

Ritratto di mavalala

mavalala

Mer, 12/08/2020 - 19:16

Ho fatto lo screenshot dell'articolo, lo farò di tutta la campagna denigratoria fine alla prossima sua rielezione. Poi diventeranno i miei migliori post e il mio miglior divertimento!

STREGHETTA

Mer, 12/08/2020 - 19:20

“Emblemi di coerenza” - Ricandidare la Raggi dopo le tante proteste e la sua gestione fallimentare appare un atto di protervia,da'l'idea dell'arroganza. Oppure, come ipotizza Sallusti, è una mossa da maestro di quel furbone cinico di Grillo, che della coerenza coi precedenti proclami se ne fa un baffo e mira solo al concreto : salvo masochismo, chi dei romani potrà votarla? E così, pilatescamente, viene demandato alla folla il giudizio e il destino dell'"imputata", sollevando di questo i vertici del suo partito. L'analisi mi pare verosimile, ma questo non esime dallo schifarsi per l'incoerenza, la doppiezza, la faccia tosta grillina, che sono un vero schiaffo in faccia ai seguaci e alle inverosimili e roboanti promesse fatte. Non si vergognano. Perché? Perché adesso la Casta sono loro. Raggiunto l'obiettivo di sostituire se stessi alla casta precedente, chi glielo fa fare di non approfittare spudoratamente del potere e infischiarsene di tutte le regole dall'odore di bucato(..)

STREGHETTA

Mer, 12/08/2020 - 19:21

(..) e infischiarsene di tutte le regole dall'odore di bucato ( solo l'odore ) che essi stessi si erano date? Per tenere acchiappato il popolo grillino in vista delle prossime elezioni regionali, i capi si sono rimessi a fare nuove manfrine per auto-ricandidarsi a puri. Si veda la tirata di Di Maio, dai toni moraleggianti e da maestro di pensiero, relativa a chi ha usufruito del bonus per le partite Iva pur non avendone bisogno. E' stato ahimé tutto legale però. E dunque siamo sempre alla morale, al far la morale. Verrebbe da ammonire, al modo veneto : " Prima de parlàr, tasi! " Che fate più bella figura, maestri di nulla!

Absolutely

Mer, 12/08/2020 - 19:26

Ma questi che tirano fuori sempre Salvini di qualunque cosa si parli hanno grossi problemi mentali. Forse ne sono segretamente innamorati ma non osano confessarlo nemmeno a loro stessi.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 13/08/2020 - 16:21

Il dottor Sallusti dice proprio quello che a Roma pensiamo in tanti. Tre ragioni bastano e avanzano