Sfregio di due stranieri agli Alpini: rubano il Tricolore e lo bruciano

Gli stranieri, entrambi di 17 anni, hanno preso il Tricolore dalla sede Ana di Vittorio Veneto. Per i due è scattata una denuncia alla Procura per i minori di Venezia per il reato di vilipendio ai simboli dello Stato

Sfregio di due stranieri agli Alpini: rubano il Tricolore e lo bruciano

Un gesto criminale e vile quello commesso da due giovani stranieri a Vittorio Veneto, comune in provincia di Treviso. I ragazzi, un marocchino ed un romeno entrambi 17enni, hanno prima rubato il Tricolore che si ergeva dalla locale sede degli Alpini e, poi, lo hanno bruciato.

L’ignobile oltraggio verso la bandiera italiana, forse compiuto per autentico spregio per il simbolo del Paese che li ospita, è stato portato a termine nella tarda serata di Ferragosto.

Probabilmente il garrire al vento del Tricolore issato sul pennone della sede dell’Ana, situata a pochi passi dalla stazione ferroviaria, dava fastidio agli stranieri. Quest’ultimi, così, con il favore delle tenebre hanno pensato bene di prelevarlo e di darlo alle fiamme.

La bandiera è stata trovata a terra in cenere il giorno seguente. L’azione ha inevitabilmente suscitato lo sdegno unanime dei cittadini.

Subito è stata sporta denuncia per l’accaduto. Le indagini partono immediatamente con le forze dell’ordine che passano al setaccio tutte le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona. Un lavoro complesso che alla fine ha dato i suoi frutti. Pochi giorni, i carabinieri riescono ad individuare i responsabili: due giovani stranieri residenti con le rispettive famiglie nello stesso comune di Vittorio Veneto.

Gli immigrati hanno provato a difendersi raccontando di aver compiuto il gesto per vincere la noia. Scusa assurda, questa, che non gli eviterà guai. Per loro, infatti, è scattata una denuncia alla Procura per i minori di Venezia per il reato di vilipendio ai simboli dello Stato.

Il caso ha riportato alla mente l’atto vandalico compiuto a Tarzo, comune situato a pochi km da Vittorio Veneto, alla vigilia delle celebrazioni dello scorso 25 aprile dove erano in programma l’adunata sezionale delle penne nere. In quell’occasione, ignoti ridussero a brandelli una quarantina di Tricolori affissi nella centralissima via Roma.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti