"Usano la mia malattia contro il fumo". Ma le sigarette non c'entrano e lui fa causa

Su tutti i pacchetti c'è la sua fotografia mentre è intubato su un letto d'ospedale. Ma è stata rubata dopo un'operazione alla schiena. "Le sigarette non c'entrano nulla"

"Usano la mia malattia contro il fumo". Ma le sigarette non c'entrano e lui fa causa

"Fumar provoca embloias e invalidez". Sfondo nero e lettere (cubitali) bianche. Poi, sopra, la fotografia horror con un malato steso in un letto d'ospedale. È intubato e tutto lascia intendere che sia moribondo, con un piede nella fossa, per colpa delle sigarette. Peccato che con i malanni di F. J. T. A. (queste le iniziali indicate dai giornali spagnoli) il fumo non c'entri nulla. La fotografia è stata rubata tre anni fa dopo un'operazione alla schiena.

Oggi il signore della foto, che campeggia sui pacchetti di tutto il mondo, è pienamente in vita. Non rischia alcuna dipartita. E, soprattutto, non è mai finito in ospedale per questioni legate al fumo. Un'operazione l'ha sì subita, tre anni fa, durante la Settimana Santa. L'intervento era servito a mettergli alcune protesi di titanio alla schiena. E, mentre si trovava sotto anestesia, gli è stata scattata una fotografia che oggi è finita sui pacchetti di sigarette per spiegare che "il fumo causa ictus e disabilità". Da Boiro, paese della Galizia dove vive il 54enne, è così partita una denuncia alla Guardia Civil per "utilizzo dell'immagine senza permesso".

La causa di F. J. T. A. è indirizzata proprio all'Unione europea. E non è l'unica. Come spiega Libero, infatti, i famigliari di un'altra persona che appare sui pacchetti di sigarette voluti da Bruxelles si sono infuriati perché la foto del parente morto di cancro è stata usata senza alcuna autorizzazione.

Commenti