Vaccino, ora Brosio attacca Bassetti: ​"Pensi alla sua mamma"

Intervistato dall'Adnkronos il giornalista è tornato a scontrarsi a distanza con Matteo Bassetti su cure anti-Covid "fai da te" e vaccini

Prosegue a distanza lo scontro tra Paolo Brosio e l'infettivologo Matteo Bassetti. Nell'ultima puntata di Domenica Live tra i due c'era stata un'accesa discussione sulle terapie da seguire per guarire dal Covid-19 in assenza di ricovero ospedaliero. E oggi, a pochi giorni di distanza, il giornalista è tornato ad attaccare il direttore della Clinica Malattie Infettive del Policlinico San Martino di Genova sulla vaccinazione di sua mamma centenaria.

Nel corso dell'ultima puntata del programma domenicale condotto da Barbara D'Urso, Paolo Brosio aveva parlato apertamente dei farmaci assunti durante la malattia, scatenando la rabbia della padrona di casa e di Matteo Bassetti, che sulle cure "fai da te" si era già scontrato con Simona Ventura alcune settimane fa. "Io ho grande rispetto di queste persone che fanno tv - aveva tuonato l'infettivologo - ma fateci fare il nostro lavoro. Finiamola di parlare di protocollo giusto o sbagliato. La cura la dà il medico".

Paolo Brosio, vistosamente risentito, aveva provato a replicare, finendo con il microfono disattivato dalla D'Urso, che sosteneva il punto di vista di Bassetti. In occasione del centenario di sua madre, Anna, Paolo Brosio è tornato a punzecchiare l'infettivologo che gli aveva suggerito di vaccinare la signora. Intervistato dall'Adnkronos il giornalista non si è risparmiato: "Bassetti mi dice di fare il vaccino a mia mamma che domani compie cent'anni? Non ci penso nemmeno! Mia mamma ha cent'anni, ha gli anticorpi più forti di Bassetti e di tutti i virologi italiani. Se avesse gli anticorpi di mia mamma, a quest'ora Bassetti farebbe l'incursore della Marina!".

All'agenzia di stampa Brosio ha ribadito l'intenzione di non sottoporre la madre alla vaccinazione, perché l'anziana a casa è seguita e sottoposta a controlli continui: "Lei sta bene, ovviamente rispettiamo tutte le misure di sicurezza. In camera sua entrano pochissime persone e chi entra deve avere fatto il tampone ed essere negativo. In questo periodo, con tutte queste varianti, non esce. Prende tutti gli integratori naturali, e quando ha qualche piccolo accenno di raffreddore o tosse la sottoponiamo al tampone, glielo facciamo ogni 10-15 giorni, è sempre stata negativa".

L'ex gieffino, che lo scorso inverno ha avuto il Covid-19, è tornato però sullo scontro avuto con Bassetti e ha ribadito la sua posizione: "Quando si hanno i primi sintomi del coronavirus bisogna prendere subito i farmaci che danno negli ospedali, e non aspettare che si scateni la tempesta di citochine". Poi ha concluso svelando che non si sottoporrà al vaccino: "Non lo faccio, perché essendo guarito da Covid in maniera naturale, senza ventilazione, senza intubazione e con i farmaci normali, non ci penso nemmeno, per ora".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Mar, 06/04/2021 - 14:23

Paolo Brosio, invece di dire stupidaggini rispondi tu a questa domanda: pensi più alla Madonna o alla tua nuova fidanzata ventenne?

repubblicano

Mar, 06/04/2021 - 16:06

Signor Brosio faccia il suo mestiere e lasci ai medici il loro.

attilaunnoita

Mar, 06/04/2021 - 16:44

Il problema è che Bassetti, come anche tutte le altre Medic-Star della TV, non suggerisce, pur con tutte le personalizzazioni possibili, una via condivisa da tutti ed illustrata mediante informazione scientificamente corretta e resa comprensibile al pubblico. E' anche lui uno che dice la sua opinione (anche variabile nel tempo) e non espone tesi in modo ragionevole. Bisogna ammettere, però, che è uno dei meno sconclusionati ad apparire in TV. I medici come Bassetti hanno eroso un po' della fiducia che potevano avere in partenza. Molto di meno rispetto ai "virologi" aggressivi, irrispettosi e, soprattutto, totalmente ignoranti la matematica e la fisica che si vedono più spesso.

attilaunnoita

Mar, 06/04/2021 - 16:47

Poi ci sono quelli che affermano con forza principi che vengono contraddetti dai testi universitari, probabilmente per ragioni politiche e per non creare il panico che, però, con la loro saccenza e con l'evidente incongruenza di quanto affermato, creano ancora più forte nel pubblico che non è specializzato in virologia, ma neanche ignorante o sprovveduto. Infine ci sono i bollettini di guerra quotidiani con numeri che contrastano abbastanza con la regolarità di una statistica: naturalmente di essi non viene mai data alcuna spiegazione...

pinolino

Mar, 06/04/2021 - 18:11

Questo è quello che accade quando Bassetti e quelli come Bassetti vanno in certe trasmissioni a polemizzare con i Brosio di turno, magari dopo il riepilogo degli avvenimenti dell'isola dei famosi e prima dell'intervista esclusiva a Fabrizio Corona. Il dibattito scientifico si fa in altre sedi e l'informazione per il pubblico si fa in altri modi. L'immagine che una parte della cosiddetta (o sedicente) scienza ha dato di se in questi mesi è uno spot per i terrapiattisti.